venerdì 9 febbraio 2018

LA TENTAZIONE.





Accettare la tentazione è peccato?
Si!

Il fatto stesso che il maligno proponga a noi qualsiasi peccato, è accettare di essere tentati e ciò significa porsi ai piedi di satana, indipendentemente se  poi si compie un peccato o si riesce a resistere ad esso. Ma il fatto stesso di accettare di ascoltare la tentazione è un peccato ed è il primo peccato che sta alla base di ogni peccato. Significa accettare il tentatore cioè dire Si a satana, e ovviamente No a Dio, quindi aprire le porte al maligno.

Parlare con Satana è una tentazione?
No!

Se questo parlare non è finalizzato a corrompere l'animo umano, però generalmente satana tenta l'uomo in qualsiasi momento ed occasione.

Chi può resistere alla accettazione della tentazione?
Difficilmente l'essere umano come tale riesce a resistere alla lusinghe di satana e alla sue tentazioni, ma un essere che si mantiene lontano dal peccato, da ogni peccato anche il più piccolo, riesce a resistere all'azione del tentatore. 
Quindi solo colui/lei che è assiduo nella preghiera, umile, semplice, casto, e che pratica la parola di Cristo-Dio come Egli l'ha lasciata a noi, potrà impedire di cadere nella tentazione e quindi accettare il peccato proposto del tentatore.

Ogni peccato ha in se una tentazione, prima che il peccato si compia e si determini, esiste la tentazione, cioè la volontà di peccare, ma prima ancora esiste la volontà di essere tentato, quindi l'uomo permette al tentatore di insinuarsi in esso, per poter portare a termine la sua tentazione, e far in modo che l'essere umano pecchi per propria volontà. Dobbiamo ricordare che il maligno tenta ma poi sarà l'uomo a manifestare ed eseguire il peccato.


Solo il maligno tenta?

Il primo tentatore in assoluto è satana o ogni altro demonio, ma ci sono anche esseri umani che a loro volta si comportano come tentatori simili a colui che tenta e che in se ha le abilità di tale arte.

Ogni uomo che vuole ottenere un risultato su altri esseri umani, tenta gli altri per operare un tentazione, basandosi principalmente sulle avidità dell'essere umano e su i suoi desideri, al solo scopo di ottenere un risultato, cioè un bene per se stesso. Solitamente la tentazione apparentemente produce un risultato positivo, per chi l'ha promossa, ma poi in realtà questo è un vero male, per chi l'ha accettata e subita, ma prima che colui che tenta un altro essere umano, questo a sua volta viene tentato da satana a portare a termine la sua tentazione.

In sintesi l'essere umano che vuole produrre un male o un bene per stesso ai danni di altri, subisce a sua volta la tentazione di Satana, ma se non ci fosse volontà di chi esercita la tentazione cioè il desiderio di essere tentato, il tentatore (satana) non potrebbe agire, in chi fa il male.

Infatti per esercitare la tentazione e quindi produrre peccato, c'è necessità di aver il desiderio di tentare, solo in questo modo si esercita il richiamo a noi di satana, Questo demone, viene richiamato dalla nostra volontà di far il male, e quindi supporta la tentazione suggerendo al chi vuol tentare tutte le possibilità per agire in quella tentazione, cioè prospetta all'essere umano che tenterà un male verso il suo prossimo nel modo più congeniale possibile, al fine ulteriore di produrre peccato.

Per cui non c'è solo il maligno che tenta direttamente, anche l'uomo tenta e sua volta è tentato.

Un esempio le persone perverse, e buona parte della popolazione nel mondo lo è, chi in un modo e chi nell'altro, ma un po tutti soffrono di questo genere di peccato che colpisce la sfera sessuale, principalmente.

Colui che è perverso, prima di produrre nella sua mente l'idea della perversione, raggiunge un punto di non ritorno, in questa fase, richiama a se per sua volontà diretta l'azione pervertitrice di satana che attiva in costui l'accettazione della tentazione, una volta accettata la tentazione satana esalta questo impulso alla perversione(o qualsiasi altro peccato) in modo tale che sia più difficile per l'essere umano a libarsene, solo se c'è in esso una forte propensione al bene, esso riesce a resistere, ma non sempre neppure in questo caso. Quindi una volta che l'essere umano ha eccettuato di essere tentato, esso esercita con tutta la furbizia e la malignità del demone, la tentazione verso colui/lei che è il suo obbiettivo.

Un altro esempio, un prete o un veggente che volesse arricchirsi usando la parola di Dio, prima riflette sul da farsi, e quindi richiama a se l'attenzione del maligno, che eserciterà su di esso la sua tentazione al fine di ottenere quello che è il desiderio iniziale di tale soggetto, e quindi promuove e spinge il soggetto a compiere peccato. Ma il peccato è solo l'essere umano a compierlo, satana non compie il peccato, ma agisce nell'essere umano facendo in modo che l'uomo accetti la tentazione, che è la base fondamentale di ogni peccato.

Ora vediamo la differenza tra le tentazione di Gesù e quella di qualsiasi altro essere umano. 

Il problema qui nasce per il fatto che Gesù non è esattamente un essere umano, o meglio dire lo è e non lo è, essendo che Esso è il figlio di Dio e quindi un Dio in terra, cioè reso carne, ma fondamentalmente non esattamente un essere umano.
Per cui anche la tentazione che satana ha tentato di fare su di esso, non ha la stessa funzione che su di noi, perchè Cristo essendo un Dio, e meglio dire Dio stesso, non poteva subire nessuna tentazione, effettivamente perchè Esso nacque senza peccato originale e quindi totalmente immacolato, il fatto di essere Immacolato significa che nessuna tentazione poteva aver presa su di lui, infatti poi si vede cosa Cristo risponde al maligno, non ha dubbi nella tentazione, Egli parla al maligno come se parlasse con un qualsiasi essere umano, per cui la tentazione che noi definiamo tale su Cristo, non c'è stata in realtà, perchè non poteva aver presa in nessun modo, avrebbe potuto aver presa se Cristo fosse stato non immacolato, perchè la presenza del peccato originale ci rende soggetti alla tentazione, invece chi ne è privo diviene resiste alla tentazione, qualcuno dirà ma anche i progenitori erano immacolati prima di compiere il peccato originale, si è vero, ma c'è una differenza tra i progenitori e Cristo, essi non sono dei, mentre Cristo si, per cui la tentazione che Gesù subisce in realtà non poteva in nessun modo andar a segno, ovviamente l'arroganza di satana è tale che vuole provare lo stesso, come fece quando penso di potersi sostituire addirittura allo stesso Padre Celeste, tento ma gli andò male. 

Leggiamo cosa ci raccontano i vangeli: 

(Mt 4,1)
1 Allora Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto per esser tentato dal diavolo. 2 E dopo aver digiunato quaranta giorni e quaranta notti, ebbe fame. 3 Il tentatore allora gli si accostò e gli disse: «Se sei Figlio di Dio, di' che questi sassi diventino pane». 4 Ma egli rispose: «Sta scritto:Non di solo pane vivrà l'uomo,

ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio».5 Allora il diavolo lo condusse con sé nella città santa, lo depose sul pinnacolo del tempio 6 e gli disse: «Se sei Figlio di Dio, gettati giù, poiché sta scritto:Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo, ed essi ti sorreggeranno con le loro mani, perché non abbia a urtare contro un sasso il tuo piede».7 Gesù gli rispose: «Sta scritto anche:Non tentare il Signore Dio tuo».8 Di nuovo il diavolo lo condusse con sé sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo con la loro gloria e gli disse: 9 «Tutte queste cose io ti darò, se, prostrandoti, mi adorerai». 10 Ma Gesù gli rispose: «Vattene, satana! Sta scritto:Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto».11 Allora il diavolo lo lasciò ed ecco angeli gli si accostarono e lo servivano.

Cosa ci fa capire questo racconto?

Come leggiamo bene la tentazione di Gesù non è nascosta, non è celata, ma palese, il demonio si presenta tangibilmente a Gesù, lo sfida e lo provoca, solo quando esso ha fame e sete, cioè nel momento di maggior difficoltà, va all'attacco.

Primo ci fa capire che è una tentazione molto diversa da quella che noi tutti subiamo, perchè? Semplice, essendo Gesù Figlio di Dio, ed essendo Lui superiore al Demonio, satana non si può nascondere ne può celarsi , ne può sussurrare alla sua coscienza, ma è costretto a presentarsi a lui, quindi a manifestarsi, diversamente a quanto fa con noi, e questo dimostra un fatto importante che satana anche in questo, durante questa tentazione, riconosce Gesù come figlio di Dio, non ci sarebbe stato bisogno neppure che lo avesse detto, perchè proprio il suo comportarsi lo dimostrava. Differentemente da quanto fa con noi, che ci tenta di nascosto, perchè noi non siamo superiore a lui, essendo noi non dei, ma solo esseri umani. Quello che ci fa diventare superiori a satana è la presenza in noi dello Spirito Santo, solo quando accettiamo e crediamo in Cristo. Senza la presenza dello S.Santo siamo tutti figli del mondo., quindi soggetti alla tirannia di satana.

Secondo , esso(maligno) tenta l'uomo soltanto quando noi veniamo portati allo stremo, nelle massima difficoltà, in quel momento il demonio attacca e tenta il soggetto sa che in quel momento esso è più vulnerabile e potrebbe cadere o cedere alle sue lusinghe. 

 "7 Gesù gli rispose: «Sta scritto anche:Non tentare il Signore Dio tuo»" come leggiamo bene in questo passo, Gesù riporta esattamente il brano del A.T. e lo fa suo, indicando che Esso (Gesù) è la stessa persona del Padre, in pratica Gesù si riconosce e fa notare a satana che Egli è il Padre e gli dice che è anche Suo Dio. "Non tentare il Signore Dio tuo". Frase per altro riportata anche in altri passi dei vangeli in altra forma per esempio quando Filippo gli chiede "signore noi vorremo vedere il Padre? " come per dire, era così evidente che io sono il Padre; cosa gli dice Gesù:"come, io sono qui tra voi da molto e non mi avete riconosciuto? " questa frase indica esattamente la stessa cosa, Gesù si riconoscere nel Padre Celeste stesso, lo dichiara sia a satana che agli apostoli, io sono il Padre il padre è in me, chi ve de Me vede il Padre... etc. In pratica ci sta dicendo che il Figlio e il Padre sono lo stesso soggetto, che non c'è diversità tra di due, eppure satana lo chiama figlio di Dio, perchè come ho già spiegato in altro articolo, Gesù effettivamente è figlio di Dio, ma allo stesso tempo è anche il Padre, potremo dire questo, che Gesù in realtà è sia il figlio che il Padre, ma in che modo; il Padre Celeste in realtà ha preso possesso della carne umana si è fuso con essa, e l'ha santificata resa immacolata ed immortale, creando un Figlio, che lo contiene, perchè il Padre Celeste è uno spirito, per cui l'anima di Gesù non è come la nostra, Gesù ha in se il Padre Celeste la sua anima è il Padre celeste, per questo afferma che Lui e il Padre sono la stessa persona. E' Figlio ed è Padre allo stesso tempo. 

Gesù ribadisce il concetto, che Lui è il Padre "«Vattene, satana! Sta scritto:Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto»."

Dice "solo a lui  rendi culto" non dice rendi culto a me, dice rendi culto a Dio cioè al Padre, questo è molto importante dato che Gesù si riconosce nel Padre per cui dice rendi culto al Figlio che è nel Padre e il Padre che è nel Figlio che sono la medesima persona, Gesù non disgiungere Se dal Padre, ma si fa unico essere.

"Allora il diavolo lo lasciò ed ecco angeli gli si accostarono e lo servivano."

Gli angeli solitamente servono il Padre Celeste, perchè loro riconoscono Dio, quindi fanno la medesima cosa con Gesù perchè sanno che in Gesù c'è il Padre celeste, per cui il Figlio è il Padre sono la medesima persona. Quindi servendo il Padre servono anche il Figlio Suo. 

In conclusione:

Cristo non accetta la tentazione ascolta solo quello che questo demonio gli dice, ascolta solo quello che costui gli propone, ma non accetta nulla., per cui su di Lui, cioè su Dio, non hanno presa questi sussurri, queste proposte. Ben diversi siamo noi, proprio per il fatto che non siamo dei e non abbiamo il dominio su nessuna creatura spirituale. Ed anzi possiamo essere a loro sottomessi e quindi loro possono presentarsi a noi, senza che nessuno di noi possa in qualsiasi modo intervenire o capire chi sta parlando alle nostre anime, menti. Per cui noi possiamo facilmente cadere vittime di questo essere, possiamo facilmente accettare la tentazione, prima ancora di compiere il peccato. 
Quindi l'uomo senza Dio, diviene soggetto a qualsiasi tirannia.

giovedì 8 febbraio 2018

NON SEMINATE MENZOGNE!




L'Immacolata Concezione Madre di Dio:

"Figli cari miei amati, allontanatevi dalle cose non importanti, di questo mondo, non nutrite le vostre coscienze e le vostre anime con parole che distraggono la vostra mente e vita, tutto questo è creato da satana per distrarre l'uomo dal conoscere la verità sul mondo, tenete il vostro cuore lontano da parole vane, da pettegolezzi e dal divertimento sfrenato, dal peccato, tutto questo porta lontano il vostro cuore e vi allontana dalla parola di Dio.

Cari figli, siete accecati dalle frivolezze e quel mezzo satanico(Tv) fatto per distrarvi per operare in voi, un cambiamento, al fine di addormentarvi nella morte della vostra coscienza, affinché accecati diveniate schiavi di questo mondo, il quale muta i vostri sentimenti e il vostro sentire, spostando la vostra attenzione verso cose di poco conto, concentrando la vostra volontà lontano dalla vera parola di mio Figlio e Dio.

No figli, questa non è fede, non è amore verso Dio ne verso i vostri fratelli, questa è il solito modo per distrarre il mondo e portarlo nelle braccia di satana. Il mondo viene distratto in tanti modi; questi figli del male sanno per chi operano, e lo fanno volontariamente, ma dovete capire dove sta il bene e dove si cela il male; non sempre figli, quello che sembra un bene è tale, alle volte il maligno tesse una tela astuta facendo credere a voi, figli miei, che quello che vi sembra bello e apparentemente buono, lo è; è solo un modo per celarsi e portarvi lontano dal pensiero e dal desiderio di amare veramente Dio. Cari figli trovate più tempo da dedicare alla cura delle vostre anime, allontanate le vostre menti, da questi contenuti illeciti e volgari, da queste cose leggere, che sono la morte per le vostre anime, tenete i vostri occhi sul mio e vostro Dio, nutritevi di ogni sua parola, ma fate attenzione che tra coloro che dovrebbero essere suoi ministri ci sono anche coloro che manipolano il messaggio di mio Figlio al fine di farvi credere una verità differente.

I figli delle tenebre stanno intessendo una rete fitta di inganni che nessuno di voi vuole vedere e chi li vede vien posto a tacere, schiacciato, deriso e posto in silenzio e alle volte anche ucciso, ma voi dovete rinunciare a satana e a tutte le sue opere e a questo sistema di cose, dovete seguire il vero Vangelo e non quello che taluni mutano perché in questo tempo si vuole e si ha la necessità di rendere ipocritamente tutti fratelli in un'unica fede, il Mio credo è solo in Dio che mi ha dato la vita, nel mio Figlio Gesù, così deve essere per voi, un solo Dio, una sola fede, un solo credo, non potete abbracciare più culti pensando che così Dio sia contento o per far piacere a qualcuno che vi dice di far così, questa non è la volontà di Mio Figlio Gesù, ne del Padre Suo Celeste, nemmeno la mia, mai vi dirò di far ciò, mai suggerirò questo a nessun mio figlio, mai il Mio Figlio vi dirà di far questo. Cari figli vi supplico di far molta attenzione a quanto vi dico, chi vi fa credere che Io vostra Madre, il mio unico e S.S.mo Figlio, il S.Smo Padre Celeste Eterno, lo Spirito Santo, vi suggerisce cose contrarie ai contenuti del Vangelo o del testo sacro (Bibbia) se non si pente, non avrà la vita eterna.

Ponetevi in preghiera e Dio che vi ascolta nel profondo vi parlerà, Dio vi legge nei cuori e sa, di cosa avete bisogno, conosce ogni vostro pensiero e ogni vostro vero sentimento, così come i vostri lati bui e le vostre incertezze, nulla a Lui potete nascondere, ma siete costantemente osservati.
Non pensate che il Signore giri il suo sguardo per non vedere, se lo amate fate le cose che Egli vi ha insegnato mediante Suo e Mio Figlio Gesù.

Ricordate che satana è maestro d'inganni e voi siete nelle sue mani infime se lo lasciate fare, ma potete essere giganti più forti di lui, se credete certamente in Dio, per cui tenete lontano dal mezzo infernale la vostra mente e il vostro cuore, ma sopratutto allontanate da voi i mezzi che inducono il peccato, slegatevi da questo mondo e riprendete la via del Signore che tutto il mondo sta perdendo. Ponetevi nella vostra casa a pregare in silenzio, e nel nascondimento, correggete i fratelli se errano, ma fate attenzione di saper come si corregge, e non pensate che voi siete sempre nel giusto, perché un insegnamento fatto male può indurvi a commettere peccato, trovate in voi l'umiltà e fate le cose, con modestia senza esaltarvi, guardate me che sono l'ancella del Signore imitatemi, nella dolcezza e nella tenerezza verso il vostro fratello. Non cercate e non arricchitevi con la parola del Signore chi lo fa, ha già ricevuto la sua ricompensa e non avrà altro da Dio. Anzi questo lo potrà maggiormente condannare. Fate attenzione al fine, con cui praticate la giustizia di Dio.

Non credete in false parole, molti credono di parlare con il Signore,ma indagano le loro menti, scrutano i loro pensieri e mediante questi parlano all'uomo facendo credere che è il Signore che parla a loro, molti dicono terribili menzogne a danno delle loro anime, e di coloro che come ciechi li seguono, figli che si credono giusti, insegnano errori, senza comunicare la vera parola del mio Figlio e Signore Gesù.

Se seguite la parola di Mio figlio e del Padre Onnipotente, non avete bisogno di nessun profeta, se fate ed operate la sua legge, sarete in Dio ed Egli vi amerà, il mondo non ha bisogno di profeti se esso, è nell'amore di Dio, ma se l'uomo è a Lui lontano Dio suscita verso d voi, uomini e donne che vi aiutano, ma attenzione che il maligno è pronto per colpire i vostri sensi, perché è facile figli, corrompere le vostre menti e le vostre anime.

Non credete nemmeno in chi vi dice, io ne mio parlare sprono migliaia di volte a pregare, ricordate che Dio è equilibrato anche in questo, Egli sa che non si può pungolare continuamente l'uomo con le stesse cose, Dio sa che il parlare deve essere giusto al fine di ottenere un ascolto, non un irritazione, e non un oppressione, Dio non vuole opprimervi neppure in queste cose, ma vi lascia fare secondo la vostra volontà e il vostro amore, siete voi che dovete dar prova a noi, del vostro desiderio, di pregare, di essere da Lui ascoltati, e non dobbiamo noi continuamente provocare in voi, il pungolo della preghiera, voi dovreste sentir il desiderio di amare il Signore, e tutti gli uomini sanno che solo con la preghiere e le opere si giunge a Lui, quindi figli attenti ai messaggi ridondanti di parole ripetute all'infinito, voi dovete dar prova a noi, non che Dio debba sempre spronarvi in tutto, se ci amate fare la volontà di Dio e del mio e Suo Figlio Gesù.

Tutti gli uomini sono a Dio cari, ma alcuni servono per alcuni scopi altri per altri. Lasciatevi modellare da Dio, lasciatevi prendere dalla sua potenza e dal suo amore sconfinato, immergetevi nei suoi occhi e fatevi amare, senza paura. Il Signore è qui che vuole amarvi, e vuole sentire il vostro grande amore per Lui, e per i vostri fratelli, fate la sua volontà nella semplicità, e vedrete le meraviglie del Signore. Se amerete il Signore senza pretese, sarete amati dal Signore.


......................
La santa Madre ha ispirato nel corso del tempo preghiere e corone speciali come la La Gloria di Dio, affinché esse siano un arma contro il maligno, pregate con semplicità e serenità, ma pregate solo così le tenebre verranno vinte. 

sabato 3 febbraio 2018

LE FESTE SONO VERAMENTE FONTE DI PECCATO?





Rispondo qui ad un articolo del nostro amico Don Leonardo Maria Pompei, sul carnevale, ed estendo il pensiero che scritto con un altra parte che oggi pomeriggio mentre mi recavo ad aiutare una persona, il Signore mi ha parlato facendomi notare che quel ragionamento di don Pompei che ho letto in queste pagine è giusto e anche no.


Oggi alla ore 11 circa ho pubblicato nel mio profilo facebook questo scritto: 

Purtroppo questo genere di festività pagane sono vissute da cristiani come un modo per uscire dagli schemi, dimostrando effettivamente l'incoerenza di coloro che si credono credenti. 
Se per tanti secoli queste cose son arrivate fino a noi e in ogni epoca se ne sono inventate altre, significa che il Signore lascia fare, per una ragione molto precisa, perchè mediante queste, Egli ci vaglia meglio. Dobbiamo sempre pensare che se esiste il maligno esso è permesso dal Signore perchè i suoi figli diventino maggiormente santi, per cui tentare di eliminare queste cose, potrebbe avvenire, ma non avvera, anch'esse hanno il loro senso di esistere. D'altronde non tutti gli uomini sono iscritti nel libro della vita eterna e questo basta per capire ogni risvolto senza porci tanti perchè.


Nel pomeriggio poi il Signore mi ha ricordato quello che lui faceva quando voleva convertire i pagani e gli immorali. 


Le devo dire la verità caro don Pompei, se pensiamo bene a quello che Nostro Signore Gesù faceva, e nelle case dove andava, certamente non sempre frequentava bella gente o che stava dalla sua parte. Gesù non è venuto per i buoni, ne per i santi, ma per chi era ed è lontano da Lui, infatti andava nelle case dei pubblicani a parlare e a cenare con loro, che certamente non erano stinchi di santi, anzi tutto il contrario, ma Lui non temeva di essere da questi contaminato, perchè sapeva bene come infatti ha detto che il male dell'uomo viene dall'uomo, infatti il demonio non lo prendi come l'influenza, vien da dentro di te, il maligno, perché siamo noi ad attrarre a noi il male. Quindi nonè certamente dal luogo, ne dalla festa, infatti se venisse dal luogo ci dovremo chiedere perchè in tante apparizioni la Madre Sua appariva/e per fino in luoghi sporchi come fu la cova di Iria a fatima certo un luogo non degno per la madre di dio, ma un rifugio per gli animali, qui di possiamo imamgine che fosse anche un tantino maleodorante, simile a grotta di Massabielle Lourdes, dove si portavano a pascolare i maiali, infatti era conosciuta come la Tana dei maiali. Questo ci fa capire caro don che il male non viene dalla feste, ma dalla malizia umana, se io frequento luoghi praticati da pubblicani o da prostitute, e mi mantengo puro nei miei pensieri, nessun male potrà mai colpirmi, ne io verrò contagiato da nulla, per questo Gesù frequentava e mangiava assieme a gente di ogni sorta, nulla gli veniva d Male, perché il suo pensiero era puro e casto, senza nessuna malizia, per cui possiamo capire bene che chi combatte queste feste e manifestazioni è colui che le teme, perché pensa di esserne contagiato, non nel fisico ma nell'anima e questo fa capire anche che dimostra debolezza di fede, perché se una festa sconvolge un santo significa che quel santo non è poi così santo, perché si sconvolge è colui che ha in se pensieri di malizia che lo portano ad essere sconvolto. Cristo che è vero Dio, non poteva aver in se la maliazia perché ne era/è privo, perchè immacolato come Sua Madre, pur conoscendo la malizia e cosa questa è in grado di fare. Questo ci fa capire che non sono le feste di per se stesse a causare la perdita della anime, ma semmai il lasciarsi sedurre dai pensieri peccaminosi che da noi escono, sotto lo stimolo di questi luoghi, certo che se un uomo o donna sa che non è forte, può caderci, ma allora dovremo chiederci che la loro sussistenza non è fatta per fuggire da essi, ma per renderci più forti, per questo Cristo li frequentava, perché oltre a voler salvare le anime, era una sfida aperta al maligno. Ci sono diversi passi nella bibbia dove il popolo Ebraico balla e cantava e Dio non li disperse, ne abolì le loro feste, solo per il fatto che le donne potevano mostrare parti di se stesse, questo cosa ci fa capire, che se nell'animo dell'osservatore non c'è malizia, non c'è neppure peccato, perché è l'uomo che attira a se il peccato ed l'uomo che si fa del male da solo, non è la festa che produce il peccato, ma lo produciamo noi stessi, tutto dipende da come l'uomo si pone innanzi al mondo. Dio non è mai stato contro le espressioni di gioia dell'uomo, invece è l'uomo che è contro l'uomo. Il male da combattere non sono le feste quanto la malizia che c'è nei nostri cuori. 

Se poi devo dare un giudizio qual'è il carnevale più peccaminoso devo essere onesto quello di Rio senza ombra di dubbio, quello veneziano, atti di nudismo non solo, non si possono fare, ma nemmeno ci sono in pubblico, perchè le maschere servivano per celarsi. 

Il peccato in questo genere di feste nasce da chi osserva e anche da chi provoca l'osservatore., ma il provocatore è una vero tentatore, e il peccatore è sopratutto chi osserva. Quindi se l'uomo non si fa prendere da malsani pensieri, nessun peccato commette anche se si trovasse in luoghi poco raccomandabili. tutto sta in noi.

Se guardo queste maschere nessuna tentazione mi può indurre, perchè oltre il fatto che son belle, altro non posso dire. 










Ma se guardo queste, posso essere indotto anche a semplici pensieri peccaminosi, ecco sono questi che si devono evitare.









Se guardo questa posso pensare che chi l'ha realizzata è un sostenitore del culto satanico e che odia Dio. 









Ma se questa immagini non mi sortiscono nessuna reazione ne pensiero malizioso, io non commetto peccato.

Maria Madre di Cristo-Dio è Immacolata perché?



Perchè dobbiamo, amare, rispettare e credere nell'immacolata?



Premetto che questi concetti io li avevo già scritti parecchio tempo addietro ma qui li estendo maggiormente.


Un tempo, non passava neppure per la mente di non aver rispetto e desiderio di amare la Madre di Nostro Signore. Oggi invece molti s'interrogano se è veramente e giusto far ciò, perfino tra gli stessi credenti.

Questo deriva dal fatto che oggi qualcuno ha introdotto nella mente dell'uomo delle incertezze e dei dubbi sul fatto che la madre di Cristo sia veramente Immacolata. 

Oggi anche il credente non ha più la certezza sui dogmi di fede chela chiesa ha insegnato, questo è dovuto principalmente dal fatto che oggi abbiamo una istituzione religiosa debole, che si è adattata alle mode del tempo e segue spesso le opinioni del mondo, cercando di galleggiare tra tanti culti vecchi e nuovi ed emergenti. Per far fronte a ciò la chiesa di oggi ha permesso di arrivare a discreditare anche l'immagine della purezza ed immacolatezza di Maria S.Sma Madre di Cristo Nostro Dio. E ovviamente con una chiesa debole quasi incapace di convincere il popolo stesso cristiano, si è quasi arresa e per tanto non insiste neppure più sulle verità di fede. Per cui tutto diventa opinabile, anche l'Immacolatezza di Maria S.Sma e di Nostro Signore Gesù. Per cui il credente è sempre meno credente, nei principi fondamentali che la chiesa di Cristo ha perpetrato per 2000 anni, essendo che il prete non è più in grado di trasmettere la certezza di quanto esso stesso va seminando, perché oggi giorno anche i preti sono diventati deboli nella fede ed incerti nei principi fondamentali che reggono l'edificio sacro. Ecco che il Signore in questi tempi di desolazione, fa sorgere alcuni per spiegare meglio e tentare di scuotere dalla fondamenta la società, per rianimare questa chiesa, che pian piano sta perdendo coesione con il Suo Dio, e sta diventando sempre più parte di questo mondo.

Ora dobbiamo capire per quale ragione il popolo dei credenti non crede più che la Madre di Nostro Signore non sarebbe Immacolata, il motivo nasce dal fatto che la società di oggi da lontano ha iniziato a porsi diversi dubbi , insicurezze e a porre un infinita di domande che ovviamente la chiesa di Cristo non ha saputo dar risposta, barricandosi dietro alle certezze di fede. Purtroppo c'è da dire che la società sempre più tecnologica e scientifica non si accontenta più delle certezze di fede, ma vuole capire con mano se è possibile essere immacolati, vorrebbero una prova inoppugnabile o scientifica che un essere umano possa definirsi Immacolato.

Tenterò di dipanare questo interrogativo che la chiesa non è ancora riuscita a risolvere e a rispondere se non barricandosi dietro alle certezze di fede, non so sinceramente se riuscirò in questo in tento.
Perché la fede dipende dalla parabola di Cristo, che bisogna credere pur non vedendo. Quindi la fede in Cristo è certa solo perché Cristo è esistito veramente e la storia lo racconta. Ma oggi giorno si mette in discussione ogni cosa, anche la sua esistenza e la gente esige risposte che superino il credere senza aver visto.

Prima di tutto vediamo cosa significa Immacolata.
Si dice immacolato/a quello che è senza macchia o quello che si presenta candido, bianco, puro, senza alcun aspetto di peccato, cioè in pratica nella fattispecie senza peccato orginale.

Torniamo alla genesi, prima che Adamo ed Eva compissero il peccato originale essi erano immacolati, cioè non era entrata in loro la malizia che ha poi permesso ai loro occhi di vedersi nudi e quindi di vergognarsi di come erano fatti. Infatti gli animali, non hanno malizia, non sono capaci di pensieri ed atti maliziosi, infatti nei loro istinti sono puri. Ma il concetto di immacolato va oltre l'aspetto della purezza fisica, c'è dell'altro, è un concetto di natura psicologica e spirituale.

Sempre in genesi, Dio promette che un giorno una donna avrebbe schiacciato la testa del serpente antico, cioè il diavolo, per far questo Esso dovette nel corso della storia antica modellare e manipolare certi soggetti umani fino al punto che uno di essi fosse adatto ad accogliere la figlia di Dio, prima ancora di far nascere Suo Figlio. Per cui Dio mantiene di proposito una progenie forte discendente proprio dai primi e fa in modo che essa si determini in uno regno quello di Israele. In seno a questo popolo Dio porta avanti la sua progenie pura, che gli servirà per ottenere poi il figlio Suo primogenito, per cui si comprende bene che questo essere soprannaturale, che tutto il mondo da sempre chiama Dio, e che si è fatto chiamare Dio, non solo ha creato l'uomo a sua immagine, ma ha fatto in modo che nel corso della storia eterna tra incroci ha custodito il DNA originale, al fine ultimo di renderlo nuovamente puro, cioè privo del peccato originale. Ovviamente per eliminare questo peccato ha dovuto segretamente operare, lontano dallo sguardo di satana, in modo silenziosissimo e anonimo, così ha tolto il peccato che era proprio dei primogeniti, ma per far ciò ha dovuto operare direttamente nella madre di Maria, facendo in modo che il marito di Anna fosse sterile e neutralizzando in essa il peccato originale, in modo che la madre di Cristo nascesse senza di esso. Ovviamente per far ciò ha operato mediante un arteficio la neutralizzazione di gene, una parte piccolissima del DNA umano che è quella che fu segnata dal peccato originale e che da sempre e per sempre segnerà tutto il genere umano. Quindi la Madre di Maria, Anna non era immacolata, ma aveva un piccola alterazione del suo DNA che impediva la trasmissibilità di quello che noi chiamiamo peccato originale. Ovviamente Dio Padre fa nascere mediante la Sua Santissima presenza in Anna con il Suo Spirito Santo, sua Figlia, Maria. Perchè la Madre di Cristo è anche la figlia del Padre Celeste l'Eterno. Quindi fa in modo che il DNA marchiato con il peccato originale non si trasmetta in Maria, in pratica annulla il processo di trasmissibilità, e questo avviene per mezzo ed opera della Madre eterna, che è la Ruah cioè il soffio divino o donna e sposa amata, che noi chiamiamo Spirito Santo. Una volta nata Maria, lo Spirito Santo in lei fa in modo che essa rimanga pura e casta, fa in modo che nessun essere vivente ne immondo possa toccarla ecco perché era necessaria la presenza dello Spirito Santo direttamente nella carne di Maria, in pratica possiamo dire che Maria figlia di Dio, è l'incarnazione dello Spirito Santo, cioè della Sposa Eterna. La S.Sma Vergine Maria, doveva nascere per forza di cose, così, perché altrimenti non sarebbe potuto nascere Cristo figlio di Dio ed incarnazione del Padre Eterno. In pratica, Dio fa in modo che la sua Sposa Eterna abbia un corpo fisico, che è Maria che diviene Immacolata; primo perché non ha in se il peccato originale, secondo per la presenza viva dello Spirito Santo incarnato in essa, e c'è differenza notevole tra incarnazione e prendere possesso di un corpo, la prima l'incarnazione significa che il corpo umano subisce una fusione tra la parte soprannaturale e quella umana a livello di DNA, quindi il DNA umano si unisce con il DNA divino per dare un essere umano ma soprannaturale, mentre il possedere un corpo, significa entrare in esso senza unirsi fisicamente con il suo DNA, quindi lo S.santo rimane solo nel corpo per un tempo determinato, da qui deriva la parola possessione; e tutti gli spiriti possono possedere un corpo fisico. Il Padre Celeste poi quando copri con la sua Ombra Maria S.Sma si ricongiunse con la sua Sposa Eterna, in questo modo diede vita al Figlio Eterno, ecco perché Gesù quando disse ai suoi apostoli “io devo andare(intendendo devo essere ucciso e quindi morire) perché se no altrimenti lo Spirito consolatore non può venire a voi”(i questo modo lo Spirito Santo-Ruah, si stacca dal Figlio per tornare nella sua reale dimensione), perché era dentro di Lui, nato mediante sua Madre terrena che ne era portatrice( Ovviamente sia il Figlio che prima ancora la Madre terrena non rimangono senza lo Spirito, ma della madre Eterna rimane in essi come un parte di se) l'esempio più pratico siamo noi stessi esseri umani, che siamo formati nel nostro essere figli, sia da 50% del lato dei nostri padri, che quello delle nostre madri, eppure ognuno di essi vive per conto proprio). In pratica nel corpo Immacolato della Madre Maria, si uniscono il Padre Eterno e la Madre Eterna, in un unico essere il Figlio Eterno, ecco perché Gesù poi dice “io sono il Padre” e “chi vede Me vede il Padre che è in me”, e poi ancora dice a Filippo: “Come puoi dire che tu non hai conosciuto il Padre, io sono qui con voi da molto tempo e ancora non mi hai riconosciuto?”, perché Gesù è il Padre, cioè l'incarnazione di Esso e in se ha anche lo Spirito Santo cioè la Madre Eterna, Ruah. Inoltre Gesù ha anche detto, “io faccio le opere del padre mio”. Ovviamente è logico, perché Lui è il Padre, per questo fa le opere del Padre Suo che lo ha inviato. Quindi Yashua = Gesù è Figlio nella carne e Padre nello Spirito. Quindi Gesù è la Trinità di Dio, unico Essere, ecco il perché si deve alla Madre di Gesù il titolo Immacolata Concezione, Regina e sposa di Dio, in apocalisse si legge che la Madre di Cristo vero Dio e vero uomo siede alla destra del Figlio, sullo stesso trono del Padre; perché il Padre Celeste è il primo uomo, non è Adamo il primo uomo, proprio per le parole del Padre Celeste: “Io vi ho fatti a mia immagine e somiglianza” Cioè noi siamo lo specchio del Padre, il suo riflesso, perché il Padre è il primo uomo. Quindi il Figlio Gesù sta esattamente al Centro del trono di Dio, dove il Padre sta alla sinistra del Figlio o il figlio sta alla destra del Padre e alla destra del Figlio c'è la Madre Maria S.Sma elevata da Dio, Padre che è nel Figlio alla dignità di Regina e sovrana sul/dell' universo. La Madre di Cristo è molto ma molto di più di quello che la chiesa degli uomini ha vagante immaginato. La chiesa degli uomini dice che innanzi alla Madonna non ci si deve inchinare, ma chi ve lo ha detto che questo è vero? E' solo un idea imposta dagli uomini che non accettano che la Madre di Cristo sia una Regina diventa dea, per volere di Dio Padre-Figlio, per ristrettezze della mente umana. Proprio la genesi ci da la risposta di questo quando Dio Padre ci comunica che quella donna che un giorno schiaccerà la testa del serpente, è la Madre di suo figlio Gesù, e il potere che la stessa ha in se è più grande di tutti gli angeli del paradiso, anche di San Michele arcangelo, inoltre in Apocalisse la stessa madre di Cristo è molto presente nel testo apocalittico, e la sfida lei e il drago antico ci riporta sempre alla genesi proprio a quel passo facendo capire che solo un essere soprannaturale ha il potere per sconfiggere e dominare su un altro essere soprannaturale potentissimo com'è satana o il principe delle tenebre. Oltretutto ricordiamoci come Gesù chiama satana principe di questo mondo, il termine principe ci fa capire il suo grado e per sconfiggerlo serve qualcuno che abbia un grado più elevato, quindi qualcuno elevato ad una realtà e dignità superiore ad esso che supera la dimensione angelica e che si innesta in quella Divina, cioè una dea, infatti Maria madre di Gesù-Dio è stata elevata a Regina, come Dio è Re dei re, un imperatore, ma sempre un Re è.

Ora vi faccio capire che gli dei possono essere anche mortali, in genesi vi è scritto un piccolo passo che tutti ignorano e non danno il giusto peso, cosa dice Dio Padre Celeste quando avvenne il peccato originale, comandò di togliere ad i progenitori a possibilità di nutrirsi dell'albero della vita eterna, e cosa dice: perché non diventino simili a NOI”, cioè Dei immortali, quindi non esistono solo gli Dei spirituali ma possono esistere anche gli Dei carnali immortali, proprio per l'affermazione che Dio Padre fece.

Ma guardiamo bene la frase, dice NOI, non dice IO, ma perché Noi?

Perché in realtà sta parlando della Trinità stessa, il Padre, il Figlio e la Figlia che altro non è che la Sposa e la Madre al tempo stesso Eterna già esistevano fin dall'inizio del tempo. Nel sonetto che ho interpretato c'è proprio questo concetto, La Trinità esiste da sempre e la Madre di Gesù cioè la stessa Sposa amata-Ruah, rivela nel sonetto che essa stessa era già vivente presso la “Trinità” all'inizio del tempo, ma nel sonetto dice un qualcosa di più. Afferma che in realtà non è una vera Trinità, ma una dualità, ed è così. Perchè in realtà essendo che il Figlio è l'incarnazione fisica del Padre, in realtà il Figlio è lo stesso Padre, quindi un solo essere, non due, e anche le Madre è lo stesso, perché Ruah è la sposa/donna amata o madre eterna, quindi Maria è il corpo carnale della Madre Eterna e quindi sempre una sola persona non due. Ecco conservata la dualità della famiglia Padre e Madre, Sposo e Sposa.

Un altra cosa interessante, una persona se si guarda allo specchio nota che il volto umano è composto da due parti lievemente diverse, nessuno di noi ha un volto esattamente simmetrico, c'è un motivo in questo e la spiegazione sta nelle parole di Gesù quando afferma che Egli siederà alla destra del Padre; nessuno però ha compreso cosa significasse questa destra del Padre.

Vediamo di spiegare, cos'è questa destra del Padre?

La spiegazione sta nelle stesse parole, della frase, vediamo la frase esatta:

Luca 22,69
"Ma da ora in avanti il Figlio dell'uomo sarà seduto alla destra della potenza di Dio».

Questa frase ci riverla in realtà alcuni aspetti, cosa significa stare(seduto) alla destra della potenza di Dio?

Ci parla della destra, e poi usa il termine potenza, perché cosa intende dire?

Realmente sta parlando della Destra di Dio, cioè del braccio e della mano destra, che è la mano del comando e della potenza di Dio. E questo indica che Gesù è collocato figurativamente all'interno del corpo di Dio Padre ma alla sua destra, ed occupa fisicamente il lato destro ed Egli controlla il comando e la potenza, infatti quando si benedice lo si fa con la destra, la mano del comando e della potenza. Dire che Gesù siede alla destra del Padre Celeste semplicemente intende dire la posizione in cui Cristo si trova nel corpo Glorioso e Santissimo del Padre, quindi il lato destro del Volto del Padre è il volto del Figlio, ecco perché noi tutti abbiamo una parte del volto, leggermente diversa dall'altra, per dire che in noi esistono entrambi i genitori. Ecco il Figlio nel Padre.  

Per tutte queste ragioni, è giusto dare alla Madre di Cristo il titolo di regina dell'universo e Immacolata concezione, che poi il termine concezione sta ad indicare che il figlio nato da lei è anche'esso immacolato come lo era e fu la Madre terrena ed Eterna in un unico essere.

La Chiesa degli Uomini non sapendosi spiegare e non conoscendo esattamente la verità, nega alla Madre di Cristo, il riconoscimento di chi essa stessa è realmente e non vuole che ci sia adorazione, facendo di fatti un torto a Dio stesso. Ma quando la chiesa e l'uomo adora Lo Spirito Santo-Ruah in realtà adora anche la Madre terrena l'Immacolata, per cui la Chiesa l'ha definita sposa dello Spirito Santo, ignorando o dimenticando per secoli che la S.Sma Ruah è la una donna e non uno spirito maschile. Potremo vedere così la questione della S.Sma Ruah o Spirito Santo, essa è la parte femminile le Padre Celeste, come tutti i maschi del mondo hanno in nel loro DNA i geni maschili come quelli femminili, così è fatto Dio, ha in se stesso il lato maschile e quello femminile, per cui il soffio che trasformò l'argilla in carne fu la Ruah a determinarlo, mediante il soffio di Dio, quando Esso per sua Volontà insufflò sul volto di Adamo, trasformando la sua creatura di fango in creatura di carne.

Per cui chi non da il giusto risalto all'Immacolata e ne nega la sua esistenza, o ne riduce a semplice donna, fa peccato contro lo Spirito Santo che è la stessa. E dico di più gli insulti contro la madre di Nostro Signore e Figlio di DIO e Dio stesso, sono vere e proprie bestemmie, non sono insulti tollerati.

In fine rispondendo alla domanda se è possibile rendere un uomo o donna immacoltati? Certo che si può, basterebbe togliere il gene che ha corrotto tutto l'edificio del DNA, che ovviamente nessuno mai scoprirà qual'è.
Oggi Cristo-Dio ci da questa possibilità offrendoci un sistema pratico e veloce, ma senza togliere effettivamente quel gene che corrompe il nostro patrimonio genetico e ci rende mortali.

Ecco perché Dio Padre dice ai progenitori “se mangerei dell'albero della conoscenza del bene e del male, morrete” perché il termine morrete non sta ad indicare la morte fisica, ed infatti il diavolo lo sa bene, ma togliere da se lo stato di essere immacolati e quindi diventare mortali, cioè passibili di morte fisica. 

Oggi si torna allo stato precedente alla peccato originale solo se si accetta di essere liberamente Figli di Dio e si assume su di noi la condizione di immacolati quando crediamo; ma sopratutto quando assumiamo il corpo il sangue di Cristo Nostro Dio. Il gesto che appare simbolico nel mangiare un pane consacrato, ha una valenza estremamente importante perché quel corpo e sangue consacrati, ci ridonano l'essere immacolati, certo il processo è temporaneo, ma tutto dipende da noi, solo ed unicamente da noi, per questo possiamo nutricene continuamente.

Ovviamente satana conosce bene la verità della questione e fa di tutto perché l'uomo bestemmi anche la Madre di Dio.

Diciamo che ora conoscete la verità non potrete più dire non la conosco. Perché fin tanto che non si conoscere la verità, da un certo punto di vista di può essere scusati, ma nel momento in cui si conosce la verità, non si può più essere scusati.  Ovviamente chi non accetta queste cose, e non le riconosce come verità assoluta, fa peccato contro il Figlio che è nel Padre. Scusatemi.

Liberissimi di credere, ma so che l'Uomo di chiesa rifiuterà questa verità, perché essa è troppo sconvolgente per poterla accettare.
Ma un giorno queste mie parola saranno rese vere, allora vedrete la verità come è realmente.


Voglio precisare che la S.Sma Madre di Cristo ama più di tutto farsi chiamare Immacolata che regina della pace, degli angeli, del cielo ecc...E un altra cosa ricordiamo il miracolo avvenuto a Lourdes dove Dio la inviò a confermare la decisione di creare il dogma omonimo. 


giovedì 1 febbraio 2018

La corona la Gloria di Dio

Mi scuseranno molti, ma ho deciso di bloccare la visione di questa corona LA GLORIA DI DIO perchè ho saputo dal Signore che molti hanno approfittato della mia generosità, per far commercio di tale corona, quando nessuno era autorizzato da me, nel farne, per cui ho bloccato la visione  gratuita, se volete acquistate il libretto che vendo su Amazon!




sabato 20 gennaio 2018

ESORCISTI SI, ESORCISTI NO!?



Rispondendo ad un amico su facebook, sulla questione veggenti che impongono le mani sulla gente, come fanno oggi molto spesso i veggenti di Medjugorie.

Il problema dell'imporre le mani va valutato prima di tutto alla luce del vangelo stesso.

""Marco 9,38-40
38 Giovanni gli disse: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava i demòni nel tuo nome e glielo abbiamo vietato, perché non era dei nostri». 39 Ma Gesù disse: «Non glielo proibite, perché non c'è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito dopo possa parlare male di me. 40 Chi non è contro di noi è per noi. """

Poi alla Luce di cosa si fa quando s'impone le mani, l'imporre le mani si fa solo per le parole di Cristo cioè per togliere il maligno o qualsiasi male(malattia), e lo si fa pronunciando le parole in nome per conto di Cristo a voce alta. Se non avviene esattamente così, l'imposizione delle mani è fatta per conto proprio, e non solo non ha valore, ma quel che s'impone o quel che trasmetti non viene da Cristo e può produrre o condurre altro male a chi viene sottoposto a tale rito.

Quello che costoro fanno non lo fanno a nome e per conto di Cristo perchè non pronunciano nessuna formula ma solo impongono le mani perchè si ritengono santi, dimostrando mancanza di umiltà e arroganza, ecco dove sta il problema si ritengono ciò che non sono.

L'imposizione delle mani va fatta in luogo appropriato, al riparo da sguardi indiscreti, lontano dai riflettori, perchè non diventi un atto feticistico, oltre che non si toccano le persone, ed altre cose... Oltretutto è facile che il veggente cada in errore in queste cose, perchè spesso ignorano la verità, perchè non hanno conoscenza perfetta delle parole stesse di Cristo, dimostrando per altro mancanza dello Spirito Santo e già questo dice tutto sulla loro reale capacità di veggenza. Se fosse presente lo Spirito santo che tiene la persona in perfetta umiltà ci penserebbero 100 volte prima di far cose così importanti e sopratutto in pubblico con tanta disinvoltura innanzi a telecamere al solo scopo di mostrarsi quelli che non sono.
Il vangelo di Marco va contro la volontà degli uomini Chiesa, perchè le parole contenute in questo passo, sono contrarie a quando la teologia in 2000 anni ha ritenuto giusto; se le Parole di Nostro Signore Gesù sono vere e sante, gli uomini di chiesa, non hanno nessun diritto di cambiarne il senso o interpretarle come gli garba solo perchè si ritengono loro i principali detentori del potere regale di Cristo, perchè il passo in questione dimostra esattamente il contrario. Purtroppo i preti in 2000 anni, ha commesso lo stesso errore degli apostoli ritenendosi gli unici detentori del potere di Dio, il brano di questo vangelo dimostra solo una cosa che Gesù dice che tutti possono in Nome Suo esorcizzare e quindi tutti sono portatori del potere di Dio se fatto per Dio e in nome di Dio. Ora che la i preti contestino questo punto è da scomunica perchè essi contestano Cristo, cioè si pongono sopra a Cristo, giudicano l'opera di Cristo e le sue parole errate secondo i loro insano giudizio di uomini.
Questo la teologia ha fatto in 2000 anni di storia si è imposta a Cristo interpretando secondo la propria volontà e intendere umano le parole di Dio, spesso cambiando il senso delle parole stesse, dando un taglio come gli è piaciuto di più, impedendo alla gente di amministrare il rito esorcistico, facendo credere che solo la chiesa degli uomini ha diritto di amministrare tale potere, invece Cristo ordina e comanda diversamente, il giudizio di Gesù vero Dio non è un opzione ne un comanda e cambia molto la posizione delle sue parole se quel che dice è un ordine autoritario coercitivo, perchè così è!!!. L'unica differenza che ha il prete dal popolo sta nel fatto che solo il prete può amministrare le specie sacre, solo il prete può battezzare, solo il prete può fare alcune cose, ma sempre rispettando il COMANDO di CRISTO DIO se non si fa ciò si è automaticamente fuori di Cristo. Non si scappa da ciò.
Ed anche le parole pretestuose dei teologi che voglio abdurre che la chiesa ha fatto questo per proteggere la popolazione, che volesse fare questo, non solo dimostrano che considerano Dio, Cristo Uno sciocco che non sapeva quello che diceva o comandava, perchè avrebbero secondo il loro pensare, messo nella mani del popolo tutto, un potere che avrebbe secondo loro pensare di teologi posto questa gente in pericolo, come se Dio non sapesse valutare cosa una singola persona possa fare.  Ho la vaga sensazione che i teologi siano sempre stati un tantino arroganti credendosi sopra a Dio.  Dimostrazione chiara di un idea maligna posta nel cuore dei preti stessi, da qualcuno che ha operato nel far sentire il prete un dio (satana), quando il miglior esorcista è il più umile essere umano graniticamente credente in Dio. 

Purtroppo i teologi puntano la loro fortuna sul fatto che la gente è ignorante di vangelo per cui fanno gioco forza e malignamente continuano perniciosamente a pensare che solo loro sono i detentori di una parte del potere di Dio, solo loro possono esorcizzare, ignorano volutamente queste cose, facendo un grande peccato al cospetto di Dio. Chi si oppone alle parole del Verbo di Dio e un antidio. 

L'imposizione fatta dal laico come dal sacerdote, deve essere fatta con il vangelo in mano pronunciando le parole di Cristo ""Non glielo proibite, perché non c'è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito dopo possa parlare male di me. Chi non è contro di noi è per noi. "" come altre parole pronunciate da Cristo, allora l'imposizione è valida, ma senza questa frase nessuna imposizione o rito esorcistico è valido. 

Ovviamente si deve tener presente che imporre le mani non è uno scherzo ed è il caso che non tutti lo facciano, anche perchè bisogna avere lo spirito giusto per farlo, bisogna essere privi di peccato, aver ricevuto la comunione da poco tempo, non aver pensieri e smanie di potere, non essere in contrarietà con nessuno, ecc, ed altre cose che qui non elenco, quindi sarebbe bene che la gente e anche i preti che avesse animosità, peccati e qualsiasi altra cosa, non si accingessero a far nulla, se loro stessi non vogliono far danno a loro e a chi impongono le loro mani.




LA TENTAZIONE.

Vedasi significato  http://www.treccani.it/vocabolario/tentazione/ Accettare la tentazione è peccato? Si! Il fatto st...