sabato 31 agosto 2013

messaggio 13 maggio 2005 La battaglia e l'anticristo.

Messaggio 13 maggio 2005



Caro figlio sono qui per parlarti di una catastrofe che sopraggiugerà a causa delle smanie di potere di una casta fedele a Satana. Costoro sedotti dal Male, saranno indotti a fare cose, contro se stessi e gli interessi della loro nazione e del mondo , inducendo i loro politici ad agire contro il loro popolo. Poco dopo l'inizio del regno dei due pontefici, una battaglia sanguinosa  inizierà, quando sentirete parlare di movimenti di truppe e navi, saprete che è imminente, l'uomo non agirà per impedire ciò, tutti saranno in attesa, di  sapere l'esito delle battaglia, ma essa si trasformerà una guerra crudele combattuta su campo aperto, tra le sabbie dei deserti, un fuoco divoratore arderà nel cielo, le nazioni saranno sconvolte e tutto si compirà in poco tempo, cadranno le citta delle nazioni. Dopo questa sanguinosa guerra che porterà fiumi di sangue, si ergerà l'uomo del numero a cui le nazioni daranno potere per conto loro. Ma tutto sarà breve. 
Ma colei che ha affidato a me la sua tutela pagherà più di ogni altra, il suo affronto, se da un lato essa, domina oggi il mondo, dall'altro essa sarà distrutta dall'Onniponte Re degli eserciti e di essa  non rimarrà nulla sulla terra, neppure il ricordo, una grande pioggia di stelle cadrà su di essa, nussun potente appertenente a quella nazione grande sfuggirà, perchè a casua delle sue iniquità essa ha dannato il mondo. Così periranno anche le altre nazioni che ad essa si sono legate, senza forza di opporsi. Ma anche coloro che non avranno abbracciato la croce di mio Figlio Dio, saranno sconfitti. L'uomo vuole sfidare Dio sul campo di batteglia ma egli prepara una prova più terrbile, nulla potranno fare le macchine ideate dalla scienza satanica, per impedire all'Onnipotente di agire. Satana conosce il suo tempo che finirà prima di quanto è stato stabilito. L'Onnipotente ha anticipato i tempi.  Ma ancora un bricilo di tempo c'è per fermate le vostre mani insaguinate, tutto può cambiare, anche all'ultimo momento! Ma se ciò non dovesse essere, la condanna voi già la conoscete. Allora conoscerete l'ira di Dio!

mercoledì 28 agosto 2013

Messaggio 14/08/2006

Padova, 14/08/2006 
 
Cari figli, sono il vostro Dio, l'Onnipotente, l'Eterno, il Padre.

Vi voglio dire solo poche parole, vi amo tutti e desidero salvare tutti, non solo i cristiani, ma anche tutti gli altri, vorrei tanto che il popolo che mi ha disconosciuto dopo la resurrezione di mio Figlio Gesù, si converta e comprenda, che io Dio li amo ancora; chiedo ad Israele di abbracciare le armi delle mia luce, riporre quelle dell'orgoglio. Non fatevi del male, miei cari figli, non usate formule antiche, vi farete solo del male, ricordate che ciò che muovete contro la mia volontà, ritorna a voi.

Figli, sono il vostro Dio che vi chiama, ascoltate la mia parola, se volete tornare ad essere il popolo eletto, dovrete accettare e conformarvi al nuovo credo di mio Figlio che è in ME, ciò che vi portò era per voi, quel credo come per ogni altro uomo; se non tornerete sarò costretto a porre mano, non fate che arrivi a tanto, convertitevi e siate un unico popolo con i Cristiani. Se riconoscerete mio Figlio, io vi chiamerò ancora figli eletti, ma se ciò non dovrà avvenire, tutto si compirà e nessun uomo, nessun Levita, nessun Papa, potrà fermare la mano di Mio Figlio Gesù. Non fatevi condurre alla rovina da Satana, siete esseri intelligenti o siete banderuole nelle mani del demonio?

Alla morte di Mio figlio Gesù, Io abbandonai il tempio che mi avevate dedicato ed ancora oggi attendo di tornare. Sono stanco nel vedere tanto odio, contro i miei figli e Cristiani ditutto il mondo e contro i più piccoli, fermatevi! Non voglio un tempio di pietra, ma un tempio nelle vostra anima.

Mai comandai a una nazione di fare la guerra per sterminare un popolo, mai dissi ad alcun profeta, di uccidere altri esseri umani di diverso credo, queste non sono cose che non vengono da Me, ma da Satana è lui che fomenta le genti all'odio, è lui che vi fa credere che Io voglio questo. I popoli del mondo non conoscono Satana, fermatevi, non costringetemi a fermarvi. Satana ha nel cuore di distruggere tutta l'umanità, usando l'odio religioso; ma quale religione di verità prova odio? 
Chi odia l'altro fratello, non è degno del Mio amore. 
E la religione che dice di uccidere un proprio simile, non è la Mia!
Io sono il Dio della Verità, dell’Amore, della Giustizia. 

Messaggio 7.08.2006

Padova,7.08.2006

Gesù:

“Fermatevi!…..e riposate nel mio cuore".

"Riposate nel mio cuore e riprendete le forze, immergetevi nel mio amore, per essere guariti, ponete la vostra anima nel mio cuore, datemi le vostre sofferenze perché io possa trasformarle in dolce sollievo per molte anime lontane da Me, ponete le vostre forze in Me e lasciate che sia Io a lavorare per voi”.




Spiegazione della frase.

Innanzi tutto la frase non è stata detta tutta d’un fiato, ma spezzata come se fosse composta da due frasi con senso differente.

Il “fermatevi!” non è inteso nel senso di fermarsi, di sostare, ma nel fermarsi perché la ricerca è terminata; Egli vuole che tutti interrompano la frenetica corsa a destra o a sinistra, dall’uno o dall’altro per avere un responso. Ma di fermarsi nel luogo del suo cuore, aggiunge infatti “riposate nel mio cuore” sta ad indicare che l’unico luogo dove troviamo risposte è il suo cuore o/e il suo amore e che nessuno uomo o donna potrà darci la riposta giusta se non Lui. Quindi dice:” Fermatevi!” Cioè interrompente la ricerca di ciò che non vi spiegate perché i misteri di Dio sono misteriosi e tali rimarranno, non continuate a cercare cose che sono inspiegabili, perché a noi non dato sapere tutto. “Riposate nel mio cuore” ; nel cuore di Gesù troveremo le risposte che andiamo cercando e che in nessun altro potrà trovare, ad ognuno la sua risposta
Vengo a voi per parlarvi e richiamare i mie figli tutti alla conversione, alla preghiera al rispetto delle leggi di Dio. 


Messaggio 24 luglio 2006.

Padova , 24 luglio 2006.


Cari figli, della mia chiesa e di tutti i popoli.

Quante cose potrei dirvi di questo mondo che non mi piacciono, ma spesso taccio, per amore vostro, se dovessi parlare con giustizia assoluta, vi dovrei cancellare dalla faccia della terra. Cerco per tanto di farvi notare le cose che non vanno, utilizzando quella compassione e misericordia che tanto mi chiedete, ma non posso non dire alcune cose che vorrei tanto che tutti mettessero in pratica, non siete obbligati nel farlo, ma se lo farete mi renderete particolarmente felice, e vi chiamerò miei figli.

Ho mai venduto le mie parole? Ho mai avuto un beneficio economico dall’insegnamento della legge? Ho mai ricevuto danaro per avete sparso la buona novella? No! figli, io non mai pensato di riceve dagli uomini un beneficio per le parole che andavo spargendo, non ne ho mai fatto scopo di lucro e voi? Voi invece usate le mie parole, parole del vostro Dio, come oggetto di lucro, molti, moltissimi di voi vivono sulla mie parole, sulla compra vendita del Mio VERBO,  le sacre scritture sono diventate scopo di guadagno; era questo che io volevo per il bene del mio nuovo popolo? Del mio popolo santo? No!

Non era questo, io non ho Mai detto che le mie parole dovevano servire per il guadagno, le mie parole dovevano essere sparse senza guadagno, ed invece voi ne avete fatto ciò che più vi è piaciuto. Avete trovato il guadagno nelle mie parole! Dunque, come trattate questo vostro Dio? Se pensate al guadagno sempre, come mi considerate, come un mezzo per arricchirvi?  Avete accumulato tesori immensi sulla terra, ma non avete fatto altrettanto nei cieli. Vi avevo detto accumulate un tesoro nei cieli dove la ruggine non consuma e dove il ladro non ruba, ma voi cosa avete fatto!

Come posso Io, che sono Dio, vedendovi dalla maestà Mia, dall’alto dei cieli non riprendervi e non parlarvi con severità, quale Dio sarei se non cercassi di correggere il popolo che voglio così ardentemente salvare dalla dannazione eterna?  Certamente non sarei Dio, se non mi comportassi così come mi comporto, cercando di amarvi sempre ugualmente, anche quando il vostro sguardo guarda altrove, anche quando uccidete, anche quando torturate, anche quando M’insultate, che dolore figli nel vedervi perdere quello che c’è di vero e di santo. Cari figli miei amati, cercate di seguire il buon pastore della vigna del Signore, seguite colui che vi mando, seguite la mia legge seguite le mie orme, seguite la mia parola Santa, non cambiate la parola santa, ma rimettete mano all’errore del Padre Nostro, volete la vita eterna? Io sono la via, la verità, la vita, chi segue Me avrà la vita eterna, curate la vite del Signore, curate il suo campo di grano, estirpate da esso la zizzania e ponete le basi della mia casa sulla solida roccia. Io sono la vostra roccia, io sono il vino e il grano che nutro le vostre anime, i vostri corpi, i vostri pensieri.

Pace, questa parola bella la usate male, il male in fatti usa questa parola per celarsi dietro ad essa, molti popoli e nazioni usano questa parola senza senso, gridano alla pace, quando non la vogliono, cosa dunque volte figli del mondo, volete la pace, ma quale pace desiderate? Quella del Signore vostro unico Dio? O la pace fittizia momentanea che sembra pace  ma che non è. Quella che voi ardentemente desiderate non è pace, è menzogna, è falsità, è inganno, è una pace fasulla che è adattata al vostro modo di pensare, alle vostre abitudini, per voi la pace è stare tranquilli, che il vostro vicino non venga a darvi noia, che il sacerdote non vi annoi con i suoi discorsi,  che Dio vi lasci in pace, questa è la pace che voi cercate, non è la vera pace.

Pace significa andare d’accordo col vicino, dare una buona parola a chi non c’è l’ha, pace è quella che c’è tra le nazioni che cooperano per il bene del mondo, ma quali sono le nazioni sulla terra che sono in pace, quali sono i popoli, le famiglie che sono in pace tra di loro, le invidie, i malumori,i giudizi affrettati, le intolleranze di varia natura, ecc, sono tutti segni non di pace, ma di conflitto, perfino nelle mia chiesa non c’è pace, spesso anche qui trovo ben poca pace.  Cari figli del mondo, se volete la pace, dove imparare ad amarvi, ad essere misericordiosi, giusti severi quanto basta senza esagerare, dovete imparare a sopportare, perché molti di voi sono insopportabili, non tollerano nulla, dover imparare a soffrire. Ma pochi, troppo pochi amano la vera pace, siete un mondo in guerra continua con voi stessi, se non troverete la pace dentro di voi, il maligno vi porterà presto alla guerra. Però essere in pace significa non arrivare a compromessi che minano le basi della fede che avete in Me. Il giorno che arriverete a cambiare la mia legge, per trovare punti di unione tra le fedi pensando che questa sia la pace che io voglio, quello sarà il giorno dell’inizio della fine.


Vi benedico andate in pace. + 
 Amen





Messaggio 22 luglio 2006.

Padova, 22 luglio 2006.

Cari figli sono il vostro Dio che  vi  parla.

Cari figli vi chiedete perché il mondo è in  continua sofferenza,  figli la responsabilità è solo vostra,  ricordate che ogni male che arrecate al  vostro prossimo, esso  si accumula e a lungo andare genera del male al mondo  stesso,  oltre che a ritornare a voi, quindi ogni uomo, ogni generazione  accumula  sempre più male intorno a sé e in sé; siete arrivati  ad un punto tale che il  male prodotto ha oramai superato il limite.  Sono i peccati di vario tipo e  genere non solo contro di Me, anche  contro voi stessi, che portano al mondo  grande sofferenza, quindi  figli cari siete voi che causate col vostro cattivo  comportamento  questi eventi nefasti che vi colpiscono, la siccità, i terremoti,  la miseria, le guerre, le malattie, sono frutto del male che ogni  giorno  promuovete contro voi e contro di Me.

La vita di un  uomo è intrisa di male,  più che di bene, siete così presi dal  farvi del male che non vi siete mai  chiesti se questo male rimane  tra voi, Si! esso rimane tra voi. Sia di notte che  di giorno fate  del male, in mille modi, dai peccati impuri alle cattiverie di  vario  genere ai delitti più terribili, dalle derisioni verso i vostri  fratelli,  amici, genitori, figli, alle offese verso di Me.

Avete  violentato la natura,  avete distrutto gran parte del pianeta che  vi avevo dato in prestito, pensate  che tutto possa tornare alla  normalità senza che nessuno vi chieda conto? la  natura sta chiedo  il suo riscatto. Eppure siete stati avvertiti varie volte, ma  ancora  non vedete e non volete capire, la gravità degli eventi che voi  stessi  state preparando contro di voi. Perché volete continuare  a farvi del male?  perché non cercare di cambiare? volete sempre  il meglio per voi? Ma voi uomini  non cercate il meglio, cercate  il peggio, perché Satana è colui che vi fa  credere di vivere  nel meglio, nell’agio, nella tranquillità, nella gioia dei  sensi,  nelle pace falsa, ma in realtà esso è il peggio.

La ricchezza  che  cercate e che vivete, non è il meglio, ma il peggio.
Io  non ero ricco, non  possedevo ricchezze sulla terra. Ma voi avete  fatto ciò che volevate senza  vedere il vero volto del vostro  Dio nel vostro prossimo. La mia ricchezza era ed  è nello spirito! 

Perché volete continuare a non capire, volete proprio dannarvi,  volete condannarvi, volete continuare a soffrire, se ciò che  cercate è la  miseria, è quella che state già producendo ed  è quella che vi colpirà, allora  rotolerete nelle polvere e sarete  presi dalla fame, dalle malattie, dalle  guerre, forse solo alla  fine, quando sarete nel dolore capirete, ma non  imprecate contro  di Me, perché non sono Io la causa dei vostri errori, ne dei  vostri  mali, ma voi. I vostri peccati vi colpiranno, i vostri mali vi porteranno  nella sofferenza e nelle tribolazione grande. Ho mandato Mia madre,  che ancora  si mostrerà a voi, ma i miei figli sparsi nel mondo  non vengono creduti, proprio  dalla mia chiesa, certo ci vuole  discernimento perché il maligno è forte e causa  il male che  l’uomo va facendosi.
Ma Io ho già deciso, porrò mano a tutto  e  rifarò tutto come nuovo, ci sarà una chiesa nuova.
E i  suoi eletti saranno  come Io li ho sempre voluti.
Chi vuole  capire capirà, chi vuole la salvezza  si salverà.
Tutto è  nelle vostre mani.

Tentare di fermare le scritture  non  servirà a nulla, non siete voi che avete potere per fare ciò,  tutto si deve  compiere come è stato preannunciato, ma vi chiedo  di pregare affinché Io possa  essere per tutti giusto giudice  e salvare chi si affida e consacra a Me e alle  preghiere della  mia Santa Madre.
Popoli del mondo convertitevi finché c’è  tempo, perché il tempo è vicino.



Figli cari mie amati,  ricordate che  Io Gesù vi amo e vi amerò sempre, fate penitenza  e chiedetemi con fede le grazie  che avete bisogno, vi benedico  assieme alla madre Mia Santissima. +

messaggio 18 luglio 2006

Padova 18 luglio 2006.

Il messaggio è per tutti…consacrati e non.

Cari figli, il mio cuore è  sempre più  dolente nel vedervi in questo stato, non volete ascoltare  la mia Santissima  Madre, non vedete che l'ora è ormai prossima  e porta il mondo verso il suo  ultimo compimento, verso la sua  ultima agonia, figli amati, vi voglio salvare,  ma voi, non volete,  non volete sentire; correte verso la vostra fine, verso la  distruzione  di questo mondo, avete tanto fatto per accumulare ricchezze, beni  terreni e non vi siete preoccupati ad accumulare le cose più  importanti che  veramente fanno la vostra felicità, che portano  al miglioramento della vostra  vita, quella vera.
Figli delle  terra, correte ai ripari finché avete vita,  perché non sapete né il tempo, né il momento quanto dovrete lasciare questo  mondo,  se non sarete pronti sarò costretto ad applicare la giustizia in  maniera  più severa. Non vi amate, non amate la terra che vi ho  dato, non amate la natura  che vi circonda, pensate solo al vostro  divertimento, al piacere, fonte del male  cercate denaro e ricchezza  senza vedere dove queste cose vi portano, state  attenti cari figli  perché Satana è alla vostra porta, Satana vi conosce perché  siete  voi a permettergli di sapere le vostre cose. Voi con i vostri gesti,  con  le vostre parole insensate, con le azioni di ogni giorno;  azioni che portano  l’anima nel nulla, figli amati, correte ai  ripari finché avete vita, perché il  giorno che io verrò sarà  un gran giorno, ma non tutti saranno accolti nel Mio  Regno, non  tutti continueranno la stirpe umana su questa terra, molti, molti  saranno dannati per sempre, dunque figli volete condannarvi da  soli, proseguite  sulla strada del male che tutta l’umanità  a preso. Ma io vorrei salvare tutti,  sta solo a voi, alla vostra  volontà, all’amore che avete dentro di voi e che non  usate,  per farvi del bene, per amarvi come io vi amo, quell’amore che  dona vita,  che da luce, che porta il verbo. Vi basta dare un po’  del vostro piccolo amore a  Me che sono il vostro Dio, il vostro  amico e fratello per conquistare un amore  infinito, non vi chiedo molto figli, vi chiedo solo di essere sinceri, onesti,  portatori  del buon frutto, amarvi gli uni e gli altri e otterrete tutto. Io  per  amore vostro vi salverei ancora, ma l’umanità è molto  lontana da Me e lo spirito  del male è forte tra di voi e la sua  voce orgogliosa si fa strada rapidamente  nelle vostre menti, egli fa  dormire le vostre coscienze, rende oscuri i vostri occhi,  le vostre  anime non fanno più luce, riprendete figli la via che diedi ai  miei  apostoli, vogliate essere figli della luce e non delle tenebre.. Ho bisogno di  anime sante che per amore Mio si immolano per la  salvezza di molti, ma dove  trovo queste anime, se non siete voi  ad accettare il mio amore, un amore che  nessun uomo, nessuna donna,  nessuna sposa o fidanzata vi potrà mai dare, un  amore che supera  ogni confine della vostra immaginazione, un amore immenso e  perfetto.  Il demonio vi può dare un illusione, ma non può dare amore e lui  che  mira solamente alla vostra distruzione, alla morte di ognuno  di voi, a sottrarre  la vostra anima e portarvi laggiù, nelle profondità  oscure dell’inferno per  divenire simili ed orrendi mostri come  lui. Volete ciò figli? Se non volete ciò  pregate, pregate perché  solo Io posso allontanarlo da voi per sempre, solo con  la preghiera  sarete vicini a Me ed Io sarò in voi. Tutti gli uomini che si  faranno  battezzare in Nome Mio, Io porrò su di loro il mio sigillo; e coloro  che  mi riconosceranno e applicheranno le mie leggi, nei giorni  difficili delle loro  vita, vi prenderò per mano, vi aiuterò  a superare i momenti bui delle vostra  esistenza terrena e nel  momento della vostra ultima ora, prometto di essere  giusto giudice,  vi donerò la salvezza.

Figli un ultimo richiamo, cercate  di non maltrattare la Mia Santa Madre che soffre molto per voi  tutti,  allontanate dai vostri pensieri e dalle vostre bocche quelle  parole che spesso  senza senso rivolgete contro di noi, amate Mia  Madre e come se fosse vostra  madre.


Vi benedico +

messaggio 16 luglio 2006

Padova, 16 luglio  2006


Cari figli sono la madre di Gesù detto il Cristo,  vengo  a voi dalla potenza dell’eterno Padre.

Appello urgente a tutti i veggenti  e a tutti  coloro che pensano di esserlo o vogliono esserlo ma  non lo sono, questo più che  mai è il tempo dell’inganno.

Cari  figli, che seguite le vie del Signore, non abusate dei doni che  vi vengono  elargiti; e a coloro che invece non odono nulla o che  vogliono immaginare per  sentirsi protagonisti di realtà che non  vivono, non cercate in questo potente  mezzo di comunicazione (pc)  o di altri mezzi; scritti di altri figli per farli  vostri o per  avere spunti su cui scrivere, ascoltate la voce di Dio che parla  dentro e fuori di voi, se vi è data la grazia per poterla sentire!  Altrimenti  accontentatevi della parola santa racchiusa nelle sacre  scritture. Ricordate che  il Signore vede tutto, sente tutto e  per ogni cosa che avete fatto o farete,  sarete giudicati, chi  si accinge a utilizzare i messaggi posti dai miei veri  figli,  si ricordi che Dio non ama chi usa la nostra parola per proprio  tornaconto. La parola di Dio non ha prezzo!!! Nessuno cerchi guadagno  nelle  sacre scritture, nessuno usi la parola del Signore come  mezzo di arricchimento,  chi lo fa un giorno il Signore chiederà  la sua parte! Anche voi figli prediletti (anche sacerdoti) state attenti, perché  alcuni di voi usano lo stesso metodo degli  altri.
Vi  sono molti uomini che usano l’inganno per arricchirsi, ai  danni  di molti, che vorrebbero trovare la verità ed invece vengono ingannati,  anche qui c’è la lunga mano del maligno.
Non cercate segni  negli uomini, ma  in Dio.  Solo Dio è Santo, non l’uomo!
Senza  la vera presenza dello Spirito  Santo nessun uomo può far nulla,  un uomo santo non possiede denaro, né  ricchezze, non cerca denaro  e non desidera possedere cose terrene, vive per il  Signore e non  vive in un casa lussuosa, è umile sia nel vestire che nel magiare,  è di modi semplici, ma non è volgare il suo linguaggio, è saggio  il suo agire,  ha grande saggezza e sapienza e si trattiene nella  parola, pur essendo ignorante,  ma è Dio a donare la sapienza,  l’uomo di Dio non è grasso, si mantiene contenuto  nel magiare  e fa spesso penitenza. Chi invece fa tutto il contrario di ciò,  non  è santo e spesso inganna molti, anche volontariamente. Se  dunque figli qualcuno  vi dice io posso fare questo o quello e  chiede denaro o altre cose non  credetegli, perché dietro c’è  Satana. Se conoscete qualcuno che dice di aver  doni, osservatelo  nel suo agire, nel suo parlare, non dite subito è vero o è  falso,  ma state a vedere cosa fa e come si comporta, se dopo aver parlato  vi  domanda qualcosa, accertatevi sempre che sia come vi dice,  se vi propone,"è per  i bambini poveri", allora sta alla vostra  bontà dare o non dare, il Signore che  tutto sa, vede, sa se  costui mente o no e il Signore provvederà se ciò che  avrete  dato non avrà preso la strada che vi era stata detta. Voi sarete  ricompensati anche se il vostro donare sarà stato vano, perché  vale il gesto non  solo il dono. Se poi costui continua con altre  richieste, portando altre  motivazioni e chiedendo denaro, allora  dovete interessarvi e capire dove finisce  ciò che date.
Ma  se costui vi dice, che i denari o le cose materiali servono  per  lui, non dategli nulla, l’uomo che sparge la parola del mio dilettissimo  figlio Gesù non chiede mai, perché la Sua parola vale più del  miglior oro fino;  ma starà al vostro buon cuore dare quello che è giusto!


15 luglio 2006. il computer quale mezzo di allontanamento dell’umanità da Dio;……. dalla superstizione alla magia.

Padova, 15 luglio 2006.

<il computer quale mezzo di allontanamento  dell’umanità da Dio;……. dalla superstizione alla magia..>

Cari  figli.

Ascoltate la voce di una madre che piange dall'alto  dei cieli, per  ciò che vede e per come va il mondo.

Il  demonio vi ha portato via la  mente e a moltissimi anche il cuore  con questa macchina infernale che allontana  i figli degli uomini  dalla voce di Dio. Non abusatane, dedicate una buona parte  del  vostro tempo alla meditazione e alla contemplazione delle sacre  scritture e  alla preghiera lì sono racchiusi i misteri del Signore,  pregate per la salvezza  delle vostre vite e di quanti ad ognuno  di voi si affidano, pregate per la  chiesa che il Signore tolga  il marcio da essa, per renderla pura, che dia la  forza ai sacerdoti  di rimanere saldi nella fede e nella parola di Gesù mio  figlio.
I  tempi, sono maturi, gli angeli del Signore presto mieteranno la  messe.
Pregate figli del mondo pregate affinché Dio vi dia  la forza di  seguire la strada del Signore nella vostra vita quotidiana,  non potete essere  cristiani solo quando andate alla messa; essere  seguaci di Gesù ed essere i suoi  figli significa manifestare  apertamente la fede ovunque, fare la sua volontà,  nella vita  di tutti i giorni, applicare le leggi di Dio Padre, in qualsiasi  situazione, nel lavoro, nella politica, in casa, tra gli amici,  per la strada,  al mercato, in vacanza, tra sposo e sposa, tra  fratelli, oltre a ciò dovete  portare la parola di Gesù, con  fierezza, senza temere rimproveri alcuno, dovete  imparare a soffrire  ed amare in silenzio e non fate come gli ipocriti che voglio  a  tutti costi mostrare il loro stato di prostrazione, per far credere  di essere  i migliori, siate voi stessi. E se digiunate non fatelo  sapere al mondo intero,  è già abbastanza che siamo Noi a saperlo.  Questo significa essere cristiani, non  solo come fanno molti che  seguono Mio figlio, solo per proprio tornaconto o  vanno alla messa  per abitudine, senza realmente capire quale sia il messaggio  che  quella parola porta in se, molti si recano ai statuari o in pellegrinaggio,  solo per superstizione, figli ricordatevi che questa cosa non  appartiene a Dio,  ma a Satana. Abbandonate la via della superstizione,  che è la porta sempre  aperta al maligno, chi è così presto  cadrà nelle sue spire. Abbandonate questa  via, non ci sono cose  che possono farvi del male se in voi c’è la convinzione  forte  che vive il mio Signore. La superstizione è il male antico come  il mondo,  è una delle grandi cause della perdita delle anime,  distruggete questo male con  la vostra volontà, solo con la fede  e la volontà potrete estirpare da voi la  zizzania che soffoca  il buon grano. Quando l’uomo pensa che certe cose che gli  vengono  dette siano vere, ecco che Satana agisce in modo tale da fargli  credere  che tali cose siano realmente possibili, non credete figli,  Satana è maestro  d’inganni, e nessun uomo sulla terra può  competere con lui, il sale che rende  buone le cose da magiare;  e benedetto fa il suo buon lavoro nel liberare gli  uomini dal  male, esso non ha altro valore; se pensate che gettarlo a destra  o  sinistra sia segno di sventura o fortuna non credete, non è  vero, è solo uno  spreco di un cibo che potrebbe servire per ben  e altre cose molto più utili,  così figli per tutto il resto.  Moltissimi uomini credono nella magia, figli cari  dalla superstizione  alla magia il passo è brevissimo, chi è superstizioso spesso  finisce  per cadere nella rete della magia, ma cos'è questa parola oscura,  cosa  si nasconde dietro a questo, se la superstizione è il credere  in cose non vere,  o meglio dire, in realtà proposte dal maligno  come vere, la magia amplia questa  funzione e porta chi crede nella  superstizione a compiere atti malvagi contro il  prossimo e contro  se stesso, si figli la magia qualsiasi essa sia, che la  chiamiate,  è un atto evocatorio che tenta di utilizzare le forze oscure della  creazione al fine di ottenere benefici o malefici. Ma quella che  tutta l’umanità  usa da millenni, è quella oscura proposta  e promossa da Satana, è lui che vi fa  credere di essere in grado  di manipolare le forze oscure. No! Figli cari egli  promuove verso  di voi solo un’illusione, è lui che compie tutto per voi, per  vostra volontà, ma quando agite così ricordatevi che siete già  preda di Satana,  cioè vi siete già dati a lui, che avete negato  il mio figlio Gesù e per Satana  questo è una grandissima conquista. Figli cari allontanatevi da  questa arte diabolica  che vuole solo il vostro male e quello di Dio, cari figli,  la  magia è un male immenso che abbraccia tutto il mondo, vi sono nazioni  che  l’accolgono come se fosse cosa utile e tutti coloro che  nel momento della loro  dipartita saranno trovati in peccato saranno  annientati se non si ravvedranno  prima, solo coloro che hanno  in se il sigillo del battesimo in Gesù mio Figlio,  avranno la  possibilità di salvarsi. Ma non pensate cristiani che avendo il  battesimo, per voi sia più facile, avete una possibilità in  più di essere  salvati, ma se non farete la volontà di mio figlio  Gesù, anche per voi ci sarà  grande sofferenza e stridore di  denti e per taluni anche la dannazione eterna.  Quindi figli del  mondo se volete la vostra salvezza e quella dell’umanità,  pregate  perché Gesù è l’unico che può salvarvi, è l’unico che può  tutto.


Satana usa ogni sotterfugio, per farvi credere  cose non vere.  Il Signore si manifesta solamente in cose sacre,  nelle eucaristie, negli oggetti  sacri, nelle immagine sacre che  ci rappresentano(qui bisogna fare a attenzione,  perché alle volte  Satana può manifestarsi come il Signore e la Madre  Santissima),  alle volte nella natura e sugli esseri umani, nei suoi segni  semplici  delle sua passione, non scritte, non cose strane.

Vi  benedico figli assieme  al mio figlio Gesù +

Messaggio: 3 luglio 2001

Padova, 3 luglio 2001

Sono la Figlia di Dio Padre, la sposa dello Spirito Santo e madre del Figlio, scendo a voi dalla potenza delle Trinità, per portare all'umanità un messaggio per la salvezza di molti, il Padre desidera che tutti gli uomini si convertano, ma secondo la volontà di
ognuno.

Il dono di Dio.


Il serpente antico, il drago maledetto, colui che voi chiamate Satana, giocò non la semplicità, l’ingenuità, la curiosità e la disubbidienza al suo creatore, per far cadere Adamo ed Eva nella tentazione del peccato, egli così facendo ha tolto quel dono che Dio aveva dato all'uomo, lo spirito di purezza, nessun animale aveva quello spirito che apparteneva agli angeli. L’Eterno mandò Mio figlio Gesù unigenito del Padre per rimediare a questo danno, che era stato impetrato all'umanità tutta, ma questa volta lo spirito di purezza non sarebbe stato dato in modo incondizionato, ma condizionato da un impegno, quello di credere nell'esistenza di colui che è, e in colui che si è incarnato per mezzo del suo Spirito Santo. Così l’Eterno Padre, ristabilì mediante il figlio, la sovranità sulle sue creature che a egli si consacravano, l’istituzione del battesimo, del nutrirsi del suo corpo e del suo sangue, erano i segni che si sarebbero fissati nell'uomo a sigillo di quel patto antico, che Satana ingannatore dell’umanità ha strappato ad essa.
La salvezza è solo in Dio Onnipotente, nessun altra divinità esiste sopra di Lui egli E’, Padre, Figlio Spirito Santo. Chi non accetterà per sua scelta, non sarà salvato, Noi lasciamo liberi gli uomini di scegliere la loro strada.

Benedico l’umanità nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo. Alleuhia

messaggio: 25 giugno 2006

Padova, 25 giugno 2006

Sono la madre di Dio, la sposa dello Spirito Santo, la figlia del Padre l’Onnipotente, l’Eterno, l’Altissimo. 
Il mio Gesù è  il compimento della Trinità, per questo sono Reggente(colei che sorregge) del trono dell’Eterno, in me Dio ha compiuto la sua opera mirabile di redenzione, per tutta la sua creazione, la mia esistenza è racchiusa nel momento dell'alpha e dell’omega .

Cari figli è un miracolo che Io possa parlarvi ancora mediante questi figli, ma per quanto potrò ancora farlo, dipende solo da voi uomini.

L’uomo non ha ancora capito e non vuole rimediare ai suoi errori, sempre più si dirige verso la sua fine, senza rendersi conto del male che avanza inesorabile, figli degli uomini pregate se non volete soccombere sotto il peso delle vostre ingiustizie, siete alla bramosa ricerca di qualcosa, ma nemmeno voi sa cosa state cercando, volete tutto ma in realtà non volete nulla di quanto andate cercando senza senso. Fermatevi cari figli, fermatevi prima che la fine arrivi senza bussare alla vostra porta. Molti, molti potrebbero ancora rimediare, ma le spire di Satana sono forti e l’uomo è sempre più debole, i giovani, sono abbandonati a se stessi alle passioni delle carne, alla vita dissoluta senza Dio, trovate Dio sulla vostra strada , mettete Dio nelle vostre anime, ponetelo come luce delle vostre menti vedrete che Egli vi aiuterà sempre in questo doloroso mondo, pieno di odio e di dolore, trovate un po’ di calma riflettete le azioni che andate creando nelle vostre menti  e ponderatele alla luce di Dio. Io vi amo, Dio vi ama, attende solamente un dolce sguardo verso il cielo dove noi viviamo, guardate sempre verso il cielo, ricordate Dio vi guarda. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito santo. amen



Messaggio 3 maggio 2006

Padova, 3 maggio 2006.

Molti uomini cercano soddisfazione nei propri propositi, vogliono imporre la propria volontà e il loro punto di vista, prevaricando le opinioni altrui senza giustizia. Prima di muovere le vostre parole contro un altro vostro simile, cercate con sincerità e scrutate dentro di voi con la mia verità; cercate la trave che c’è in voi , prima di voler vedere la pagliuzza che c’è nel vostro prossimo. Siete certi di essere nel giusto? Chi è senza peccato scagli la prima pietra! Ma chi di voi può dirsi santo?

Sempre più spesso gli uomini cercano soddisfazione nei loro discorsi, nelle cose che accadono del presente o del passato, se dunque avete riposto le armi e avete colmato le vostre sofferenze nelle pace del mio amore, perché volete trovare soddisfazione?  Gli eventi dolorosi, si maturano nel proprio cuore, essi dovrebbero essere per voi come oro fino, se dunque vedete in essi un motivo che vi può rendere migliori, non cercate soddisfazione,  perché altrimenti non siete degni del Mio amore, e non avete compreso la Mia venuta tra voi. Trattenete nel vostro cuore la sofferenza e chiedetemi di comprendere e saper sempre perdonare nel dolore. Chi ama nel dolore, nella sofferenza ama tre volte. Amate chi vi perseguita, amate chi vi odia, se volete essere miei figli, fratelli, amici.

Quando descrivete qualche fatto che vi turba, agli altri, ricordatevi che Dio sa  tutto; se dunque chi vi dovrebbe dare il responso giudica in base a ciò che affermate, non potete dire che ciò che costui ha detto viene da Dio, perché dove Io sono, Io so già la verità, senza che uomo apra bocca.
E la verità l’avreste senza bisogno di raccontare le vostre vicende.

Quando vi recate da persone che non vi conoscono e dovrebbero darvi un consiglio su cosa è meglio fare o dire, dovete essere sinceri e non raccontare solo quello che vi fa piacere , perché altrimenti la verità non emerge. Quando siete chiamati a testimoniare un fatto accaduto, dite la verità di ciò che conoscete, quindi lo stesso lo dovete fare prima di tutto verso voi stessi.  Siate onesti, giusti e sinceri sempre, prima verso voi stessi; scrutate la trave che c’è nei vostri occhi e se in voi non c’è macchia, esponete la verità.

Essere gli ultimi sulla terra, significa essere i primi nei cieli, non ambite a cose superiori alle vostre capacità, siate modesti e semplici, spargete la mia parola ovunque e non curatevi troppo delle cose terrene, la vera vita non è questa.


Messaggio 30 aprile 2006

Padova 30 aprile 2006

. Vergine Maria Reggente della S.S. trinità.

Dolci figli .

Sia benedetto il Divisissimo e Santissimo Sacramento.+

Fate sempre la volontà dell’Eterno, pregate affinché il maligno non turbi i vostri cuori e la mente.
Io sono sempre con voi finché sarete con Me; non allontanatevi dal cuore del Signore.

Cari figli non confondete il maligno con Dio, le azioni del male sono molte non confondetele con quelle del bene. Tempi bui si preparano per tutta l’umanità, sconvolgimenti sono già in atto, ma l’uomo vede solo quelli terreni, già le potenze si combattono, ma ancora dovrete attendere il volere dell’Eterno non è ancora concretizzato, quando lo sarà ve ne accorgerete tutti; dovete pazientare, la grande prova non è ancora così vicina come molti vorrebbero. Guardate figli i segni dei tempi, tutto è già manifesto ma voi non riuscite a vederli, guadate con gli occhi dell’anima! non con la mente, non con la scienza, non con la ragione.
Allontanate i vostri occhi e il vostro cuore dall'impurità del mondo, non credete a nulla di ciò che l’uomo vi propone, il tempo dell’inganno è questo. Voi tutti sarete passati al vaglio, voi tutti dovrete patire, piangere e soffrire per giungere candidi e radiosi alla gloria dell’Eterno Dio. Il male più grande per questo mondo è quello dell’impurità; fate il possibile di essere sempre puri, che il maligno non vi tragga in inganno  facendovi credere che l’impurità sia pura; attenzione figli il demonio e alla vostra porta, molti giovani cadono e si lasciano conquistare da questo orribile male, che corrompe anche le anime più belle. Figli la verità, l’onestà siano sempre sulla vostra bocca e nei vostri pensieri. Non temete le azioni degli uomini, temete il volere di Dio, temete la sua giustizia e la sua condanna, Essa può esaltarvi al paradiso o destinarvi all'abisso.
Siete chiamati tutti a resistere a perseverare, ad esaltare il bene, non ponetevi dalla parte del male, vi supplico figli pregate, affinché Dio Padre, vi salvi. Dio vaglia i vostri pensieri, parole, azioni ed un giorno per essi sarete giudicati, lasciate all'uomo le cose dell’uomo e date a Dio la sua parte.
Vi esorto figli, ponetevi dalla parte del Padre, così come feci Io prima fra tutte le sue creature; decidete figli di essere del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo sempre. Siate umili, nella verità, nelle giustizia, Io vi guardo e vi amo; attendo il vostro amore. Vi benedico assieme al Padre, al
Figlio e allo Spirito Santo. + 

Amen.

Messaggio 29 marzo 2006

Padova, 29 marzo 2006 



Cari figli, sono il vostro Dio l’eterno, vi amo di un amore smisurato, che voi nemmeno comprendente.

Quanti primi nati uccidete, ogni giorno salgono a me, quanto dolore! s’innalza dalla terra. Il sangue di queste mie piccole creature ricadrà sul mondo, su quanti si sono macchiati di orrendi delitti, ma voi figli cari cosa fate per alleviare questa sofferenze, che io devo sopportare? Figli miei voi tutti uscite da me, prima ancora della vostra venuta tra gli uomini io vi creo, nell'intimità della mia volontà, voi uccidete me, figli uccidendo i miei piccoli bimbi, vi ho dato amore e voi ripagate il Padre vostro che nei cieli, con morte! Quanta malvagità che c’è nei cuori, quanto odio provate tra di voi, siete più neri che bianchi, avete più male che bene nei vostri cuori, cercate la luce che solo Io posso donarvi, cercate quell'Amore Vero, che non è il sesso che voi cercate, confondendolo con l’amore. Il sesso fine a se stesso è già peccato, è peccato perché conduce a cose non pure, il sesso fine a se stesso non da calore, non dà luce, non dà Amore, da solo dolore, lussuria, violenza, sopraffazione dell’altro. Chi è in preda al sesso, non sa frenare i suoi istinti, degenera sempre più, finché il maligno non lo avrà in potere e lo dominerà completamente annullando quella luce che via via si spegnerà. Figli quando dite “io lo conosco il male, io sò come affrontarlo”, cari figli, nessuno di voi conosce il male, nessuno di voi senza me, può far nulla verso il male, né lo può vincere. Se veramente voi avreste la possibilità di agire contro il male, ogni male che agisce su di voi, lo potreste dominare, ma ciò non è, quando siete malati, avete bisogno del medico che vi curi, ma se il male che vi ha colpito è più forte, nessuno potrà aiutarvi ecco che siete in balia del male, solo Io posso tutto. Affidatevi alla mie cure, chiede ciò che volete, se avrete dato tanto o dato poco, otterrete in base a quanto avrete dato.
Niente l’uomo può fare se Io non lo consento, ma non usate le parole sacre, il potere per fare del male, perché chi usa tali parole senza il mio volere accorcia la sua vita e la sua pena sarà commisurata a ciò che ha fatto. Cari figli non siate insensati nell’agire, siete calmi e riflette sempre, ciò che fate, ognuno di voi è nato con un compito, tutti siete nella storia, nessuno escluso, il vostro agire, modifica il mondo e vi porta sulla strada prefissata da me, dall’inizio dei tempi, per ognuno di voi. Il destino come lo chiamate è segnato, ma non vi sarà rivelato se non in piccole parti per aiutarvi a raggiungere la salvezza, senza passare per la tribolazione, ma anche questa è utile, per purificarvi. L’uomo nella storia ha sempre fatto di testa sua, non ascoltando il pensiero dei profeti, che portavano la mia parola. Così facendo avete allungato la vostra agonia in questo mondo di dolore, allontanando le sponde del fiume tra me e voi.  Correte ai ripari figli mie amati, ogni giorno asciugo le lacrime della mia Santa Madre e Sposa, figli, non vedete quanto male vi state facendo?  Il mio cuore è amareggiato, pieno di dolore, di afflizione per voi, vi vorrei salvi tutti, ma ciò non è possibile, voi siete la causa del vostro male, Satana agisce mediante voi, perché voi glielo permettete, egli agisce per allontanarvi da me, crea divisioni, spaccature, diverbi, liti, fa commettere reati terribile orrendi in suo nome e vi fa credere anche in Mio Nome, agisce subdolamente attraverso le menti più deboli che si sentono forti ed agiscono non secondo il bene, ma spinti dall'odio che egli ha per Me, per la mia S.S. ma Madre, per il Padre Mio, per lo Spirito Santo, egli non da nulla di buono in cambio, egli vuole la vostra vita, la distruzione  dei miei figli, io non lo permetterò, ma sta a voi  scegliere da che parte porvi, se siete con me, agirete verso di Me non solo nella fede, nella chiesa, ma anche fuori di essa, è lì soprattutto che io vedo la vostra scelta.
Figli! l’ora sia avvicina, ma non saprete né nel giorno, né il mese, né l’anno, Io verrò come un ladro; allora quanti! troverò preparati e pronti? Pochi, molto pochi, ma voi sarete tra i quei pochi?, volete essere figli miei? Volete vivere in Me e con Me? Venite figli aprirò i vostri occhi verso un universo immenso e gioioso dove la sofferenza è lieta, e la gioia infinita. Figli cari, io uso chi ha polso fermo per sorreggere la mia parola. Chi dovrebbe richiamarvi se non Io, qual è il padre o la madre che amando i suoi figli, non li pone sulla retta via, anche nel rimprovero? 
Io, vi richiamo figli, a non seguire le tenebre, a prendervi sulle spalle quella croce che ogni giorno vi segue, quella croce che nel dolore e nella gioia, vi accompagna per tutta la vita. Aprite i vostri occhi alla mia luce ed io vi istruirò rendendo ogni vostro dolore più lieto, portandovi verso il mio amore diventerete piccole stelle, ed un giorno sarete con me nella gloria del Padre Mio Eterno che sono Io, vi attendo figli cari, vi amo, vi amo, vi amo. Amen



Messaggio 24 marzo 2006

Padova, 24 marzo 2006


Cari figli, sono il vostro Dio che vi ama d’immenso, scendo dalla maestà dell’Eterno Padre.+


Vi benedico tutti figlioli cari, il mio cuore è triste in questi giorni, il calice è colmo, pregate affinché il male e coloro che lo seguono, non abbiano il sopravvento in questo paese. Perché la fine sarà più vicina.

Io sono l’unico e vero Dio dell’universo, non esiste nessun altro dio all’infuori di Me. Falsi dei sono creati dalla volontà di Satana nel tentativo di allontanarvi da Me, egli agisce verso di voi con ogni sotterfugio, si presenta a voi con sembianze di angeli; così fece in passato con uomini malvagi, per creare culti pagani, che oggi minacciano il Mio verbo tra voi. E’ Satana il loro dio, ciò che essi pregano non sono Io. Figli miei, non cadete nella rete del maligno, rimanete forti e certi che IO sono il vostro vero ed unico Dio, solo IO posso tutto, convertite, convertitevi, fatevi battezzare in Mio nome, fin che la chiesa ha potere di agire tra gli uomini.

GUAI ! GUAI ! GUAI ! a coloro che si macchiano di reati contro di Me, non sarà loro concesso di entrare nel Mio regno, chiunque sia. Se un uomo diffonde verità che non mi appartengono, Io lo condannerò all’inferno, se nel ultimo momento della sua vita non si convertirà.. Coloro che, Mi bestemmiano oltraggiano, denigrano, mi calpestano e mutano la mia parola, usando ogni sotterfugio per screditarmi agli occhi del mondo, ridicolizzando ed offendendo la mia Santa Madre, la Mia condanna sarà terribile. I popoli che martirizzeranno i miei fedeli, i miei figli cristiani, non avranno alcuna salvezza e saranno sterminati dalla faccia della terra. Ma Io uso costoro per fortificare e provare il mio popolo, la mia Chiesa, i miei fedeli e portarli alla santità perfetta, ma nella sofferenza che verrà, purgati nel dolore giungeranno radiosi come stelle alla dimora dell’Eterno Padre. Chi dopo tutto quello che verrà, sopravvivrà, per Mio volere, saranno il nuovo fulcro per la nuova umanità. Da essi discenderà un mondo diverso. Ma chi non agisce per il bene dell’umanità e per il bene della mia Chiesa sarà cacciato e brucerà nelle fiamme dell’inferno per l’eternità.


Figli del mondo pregate, chiedetemi la fede, chiedete la salvezza delle vostre famiglie, pregate perché il mondo che va in perdizione. Solo Io dispongo di ogni potere, nessun uomo può nulla senza il mio volere, solo Io guarisco, solo Io salvo, solo Io estirpo il male da voi, se mi pregate Io vi esaudirò, secondo il grado della vostra fedeltà a Me. Fate opere di bene, di bontà, di carità, siate altruisti e generosi nel dare ciò che possedete, abbandonate la via della lussuria, che oggi sempre più intacca le vostre deboli menti. Cercate la perfezione nelle mia Santissima Madre, imitatela nel suo agire, non siate avidi, ma fermi nella vostra fede, testimoniate la mia parola ovunque e con chiunque. Non abbiate paura io sarò con voi anche nei momenti più difficili. Amateci sempre figli, porrò una protezione particolare su chi mi ama sinceramente.

Messaggio 1 marzo 2006

Padova 1 marzo 2006


Gesù: cari figli


I battezzati che danno la loro adesione a quelli che promuovono e sostengono le ideologie anticristiane; come il comunismo ed altre, saranno considerati traditori di Dio, ognuno di costoro sarà corresponsabile del danno generato. Ma la mia misericordia è infinita e sarò misericordioso con chi si pentirà sinceramente e mai più ricadrà. Ma per coloro che pur sapendo, protrarranno le loro azioni di male, saranno giudicati secondo il loro pensiero verso di Me e verso i più piccoli ed indifesi. Se dunque mi crocifiggerete io userò lo stesso metro su  di voi. 


Messaggio 27 gennaio 2006

Padova, 27 gennaio 2006

Caro figlio, sono il tuo Gesù che scende dalla maestà del Padre Mio.

La chiesa interpreta a proprio modo le mie parole, non ho mai detto alle genti di non liberare i fratelli dal maligno. Anzi ho detto l'opposto.
Interpretate correttamente la mia parola e non come vi piace di più, perché ne risponderete quando sarete innanzi al Padre Mio, nessun uomo grande o piccolo, potente o povero, laico o sacerdote sfugge alla giustizia. Chi conosce di più e ha la conoscenza in se, sarà punito più severamente di colui che per ignoranza non sa.

Infatti la preghiera che il Padre Mio vi ha affidato serve per liberarsi dal male, Io ho sempre voluto che la mia chiesa la insegnasse ovunque, se dunque ho fatto ciò, è perché ho ritenuto giusto che tutti fossero in grado di proteggersi dal maligno e questa mia preghiera esercita per mia volontà e il potere del Padre Mio che è nei è nei Cieli.

Ho ripreso i mie apostoli, quando cercarono d'impedire ad uno che non era tra di loro di esercitare l'esorcismo, chiunque lo esercita in mio nome è con me, non solo i mie consacrati. Nessun uomo può fare nulla se io non lo permetto, né sacerdote, né laico.

Infatti ciò è vero, perché in alcuni casi di miei consacrati l’ amministrare il potere è vano, specie negli esorcismi, quando solo io decido, come e in che modo, in quale tempo un essere umano si debba liberare dal maligno.

Chiesa mia non pensate che il potere è nelle vostre mani, in voi vi è la mia consacrazione, ma se non fate la mia volontà il potere torna me, rendendo vano il vostro operato; credete in ciò che fate, credete che io sono vivo tra voi, in quel pezzo di pane, io sono vivo e allora mi manifesterò, ma se c'è dubbio in voi ciò che fate non ha valore.

Il potere che gli uomini muovono mediante l'uso della parola è efficace solo se io manifesto Il potere attraverso quella parola, ma se io non manifesto potere mediante quella parola, nulla accade, l'uomo di suo non ha alcun potere.



Messaggio 20 gennaio 2006.

Padova, 20 gennaio 2006.

Sono la  Mamma di Gesù, la madre di Dio  vivente, Santo, forte e Onnipotente, ascolta la mia voce:


Nessun uomo o donna che mi ama, si lascerà bruciare, se ciò avviene egli non avrà resurrezione nel momento del giudizio universale e la sua anima non si potrà ricongiungere col corpo, la decisione di incenerire il suo corpo è per me segno di sconfessione della legge del mio Signore, ed egli rigetterà quel figlio nelle tenebre. Ma se quel corpo è stato ridotto in cenere a causa di altri saranno costoro a pagare.  Mio figlio Unigenito non ha incenerito il suo corpo, perché il suo corpo è tornato alla vita, così farete voi che credete in Lui. Infatti il Padre che regna nei secoli dei secoli ha disposto fin dall'inizio della sua nascita facendo comprende a Me sua madre, quale sorte voleva per suo figlio, i magi portarono oro, incenso e mirra, capii che quando quel momento sarebbe giunto, io avrei dovuto provvedere a Lui, come è stato. Questo è per voi il segno di quanto egli voleva trasmettervi per come deve avvenire la sepoltura di ognuno dei suoi figli, chi è dunque cristiano e battezzato seguirà il Signore nostro Dio. L’Onnipotente può tutto, ma ha disposto che chi lo ama deve seguire anche questo suo precetto, il Signore sa ciò che fa, seguite la sua parola fino alla fine della vostra esistenza e date disposizione che le vostre membra riposino, in luogo tranquillo e non distruggetele col fuoco.


martedì 27 agosto 2013

Messaggio 18. 01. 2006.

Padova, 18. 01. 2006.

Sono la Mamma di Gesù, la madre di Dio  vivente, Santo, forte e Onnipotente, ascolta la mia voce, e metti per iscritto quanto ti dirò:


Quando negli esseri umani è presente l’invidia, la gelosia, l’odio, il rancore, il disprezzo, l’alterigia, la superbia, la mancanza di umiltà e misericordia….  e i fini del loro agire sono dettati da un secondo fine, in loro non c’è Dio.  Chi è con Dio e per Dio, non si vanta innanzi agli uomini di ciò che è, ma agisce secondo la legge di Dio. Essi non dicono mai, io ho, io vedo, io sento, il loro agire, le opere parlano per loro.  Chi si vanta non ha in se Dio, ma il maligno il quale fa credere di parlare con Dio, per far sviare dalla vera strada le genti. Nessun uomo o donna ha la vera luce di Dio, se non è in Dio, nulla l’uomo può fare senza la fede in Gesù mio figlio. Molti ritengono che basta solo la preghiera per ottenere tutto, ma oltre a questa se non ci sono anche le opere poco si fa.
Volete salvare un anima, pregate, ma fate anche opere di bene, misericordia e carità, senza interesse alcuno, lasciatevi alle spalle le vostre superiorità, non servono per il regno dei cieli.
Chi è avvocato, dottore,  professore, ecc, si ponga in umiltà e vedrà le meraviglie del Signore.

Se volete seguire veramente Cristo, dovete essere disposti a lasciare ogni vostro desiderio, ogni vostro obbiettivo e dedicarvi solo alla contemplazione di Lui, per essere suoi consacrati.
Gesù mio figlio scelse i suoi apostoli e discepoli non in base alle loro conoscenze o titoli di studio o gerarchici, ma al loro cuore, voi invece chiesa di Dio, preferite che essi siano dottori e diplomati, così non va bene. Nel regno dei cieli entrano prima dei dottori gli umili e i semplici; per essere figli di Dio basta poco, Esso non disdegna i sapienti. Facilmente un sapiente può diventare arrogante e difficilmente tornerà ad essere umile.

Non tutti meritano il paradiso, non tutti coloro che avendo rinunciato hanno capito, non tutti i consacrati. Se non siete certi del vostro cammino di vita, Dio non vi obbliga, potete fare del bene rimanendo nel mondo. Dio che conosce il vostro cuore vi ricompenserà. Ma siate irreprensibili, forti e certi della vostra fedeltà a Dio, costanti nei sacramenti e uniti alla chiesa, se seguirete le leggi del Signore fate la sua volontà e sarete chiamati figli di Dio. Anche voi che non siete consacrati potete meritare il paradiso, tutto dipende dalla vostra volontà, dal vostro animo.
Gli occhi del Signore sono sopra, intorno e dentro ognuno di voi.

A tutti i figli, attenti, addestrate il vostro cuore all'umiltà e alla verità, pregate per il mondo che va in perdizione. Non pregate solo per voi stessi, ma soprattutto per il vostro prossimo quello che non conoscete, quello che fa del male e che vive lontano dalla luce di Dio, ma l’Onnipotente è vicino a tutti, attende solo che ognuno di voi lo chiami per nome ed egli si farà sentire e darà a tutti il suo aiuto. Chiamatelo Padre ed egli verrà, vi amerà come figli. Dio non è lontano da voi, Dio è vicino a voi, ma molti non lo vedono, ne lo vogliono vedere.

Figli pregate per la chiesa, affinché essa confermi all'Onnipotente, la sua fedeltà e il suo credo e dia tutto il suo Si, sia spirituale che materiale.

+Ti benedico assieme al mio figlio Gesù l’Emmanuel.

Messaggio:1 gennaio 2006.

Padova, 1 gennaio 2006.

Caro figlio sono il tuo Gesù, scendo dalla dimora del Padre mio celeste per parlare al tuo cuore e alla tua anima, per portati lo Spirito Santo.

L’uomo promuove molte incertezze verso di Me, esse fanno molto male all’anima.
L’uomo nel corso della storia fin dall’origini e poi dopo la mia venuta, ha distorto la verità a suo vantaggio anche contro di Me.  Quando tornerò farò ogni cosa nuova, anche la mia chiesa sarà nuova, come Io Dio la volevo, non come gli uomini l’hanno voluta!


Per  il momento seguite la chiesa ma rimanendo saldi alla parola mia che è racchiusa nelle sacre scritture. Perché Io ho affidato alla chiesa Cattolica, il compito di portare agli uomini la mia parola.

Messaggio 22 dicembre 2005

Padova, 22 dicembre 2005 ore 3:13.


Sono Gesù che scende nel tuo cuore, per parlarti del mio amore, delle mie grazie santificanti, per correggere gli errori del mondo, finché c’è tempo.

Cari figli.

Natale !

Cos'è per voi questa festa?
E’ solo una festa…..una festività dove festeggiate voi stessi, salutarvi, omaggiarvi, donarvi a vicenda ogni cosa. Ma vi ricordate di Me, mi ringraziate per esser venuto tra voi a salvarvi? Quasi nessuno lo fa, pochi, molto pochi si ricordano che questa festa l’ho istituita Io, con la mia nascita. Perché non mi festeggiate, perché non sono Io il centro delle vostre attenzioni?  Io Gesù  che mi sono fatto piccino per esservi vicino, sono dimenticato, abbandonato, oltraggiato. Vi accingete a festeggiarvi, venite e fuggite dalla mia casa, ma nei vostri cuori, non c’è l’ombra di un pensiero gentile verso di me, ascoltate e prendete il mio corpo come un qualsiasi alimento, non mi riconoscete, in quel gesto sacro. Perché vi nutrite del mio Spirito Santo se non mi credete? Cosa festeggiate, chi è il festeggiato! Vi augurate a vicenda ogni bene, ma nessuno augura a Mè ciò che vi augurate!  Cari figli Natale non è più una  festa sacra, è diventata tutta pagana e voi siete gli  artefici di tutto questo. Come posso nascere nei vostri cuori se non mi amate? Il Natale non ha senso se i festeggiati siete voi, per Me è un Natale di sofferenza, è un natività di dolore. Su figli a Natale non fatevi regali, regalatemi il vostro affetto e date a chi non ha, qualcosa di vostro. Venite alla messa e ditemi, Signore  ti faccio gli auguri in ricordo della tua venuta, ti doniamo i nostri cuori e il nostro amore. Io non desidero altro, ma fatelo con sincerità non per costrizione. Così Io rinascerò nei vostri cuori lì è il mio presepe, lì è la mia culla.

Vi Benedico assieme alla mamma mia santissima. Amen.



Messaggio 8 dicembre 2005

Padova, 8 dicembre 2005

Sono Gesù che scende nel tuo cuore, per parlarti del mio amore, delle mie grazie santificanti, per correggere gli errori del mondo, finché c’è tempo.

Apri il tuo cuore alle mie parole, vengo a te dissipare i tuoi dubbi.

Caro figlio scrivi:

Come venite a ricevere il mio Sacratissimo corpo e Spirito Santo ?
Con quale spirito vi accingete a ricevermi, IO che sono Dio, l’Onnipotente l’eterno, Io che vi ho costituito su questo pianeta, Io che vi ho dato la vita e vi offro quella eterna.
Voglio e vorrei che mi riceviate direttamente in bocca, non mediante le vostre mani, spesso sudice, indegne di toccare il mio corpo, ma anche le vostre bocche non sono da meno, spesso prima di entrare nella mia casa, bestemmiate il Mio Nome e quello del Padre Mio, di Mia Madre e vi fate del male vicendevolmente, spesso molti di voi si apprestano a ricevermi dopo aver pranzato e alcuni sono anche ubriachi, non venite alla mia presenza a ricevere il Re della Gloria se siete ubriachi o se avete nei vostri cuori pensieri malevoli, confessate le vostre colpe prima di ricevermi, chi mi riceve in stato di peccato fa grave sacrilegio.

Ai miei consacrati faccio un appello urgente, non  date la comunione a coloro che si presentano innanzi barcollanti  ed ubriachi, non sapete quanto male mi fate, se mi darete nelle bocche di costoro. Uscendo mi bestemmieranno ancora e ancora mi crocifiggeranno. Se non fate ciò che vi chiedo sarete voi responsabile per loro.

Quanti di voi mi riconoscono ancora come vostro Dio? venite nelle chiese solo per un atto di superstizione, perché porta bene secondo voi, venir a farmi visita, non avete capito nulla figli, pensate veramente che ciò vi porti qualcosa di bene, No, ciò non vi porta nulla di bene, anzi il maligno è vicino a voi. Se venite per superstizione rimanete nelle vostre case perché voi non credete in Me, siete più del maligno che di Dio?. La fede non è un atto di superstizione, la fede deve essere vera e santa, avete dunque fedeltà in Me, mi amate, mi credete quale vostro Dio e vostro salvatore?

Ma sapete cosa significa avere un Dio? Io sono il sovrano del Universo, il creatore di ogni cosa visibile ed invisibile, tutto è originato da Me.  O per voi è solo una delle tante cose che fate senza senso. Quanti orrori vedo nelle vostre vite, il tempo per me non c’è mai, siete così occupati a fare cose poco importanti e a festeggiare che il venire farmi visita è solo un atto dovuto, per non sentirvi a disagio con la vostra coscienza e con i vostri amici e vicini, un atto sterile, voi non siete miei figli, non mi amate e nulla vi interessa di Mè. Dunque come posso accettare tutto questo, come posso darvi ciò che mi chiedete se ciò che chiedete non è buono per voi, volete solo denaro, solo ricchezza, solo prestigio, solo potere e sesso, ma non solo voi figli del mondo, anche nella mia chiesa molti si comportano così. Oggi il furto è cosa normale, rubate a vicenda ogni cosa, fate passare per vostro quello che non è, pensieri, parole, scritti, mistificate ogni cosa, pur di avere ciò che volete. Ma oramai sta diventando normale anche l’omicidio, oramai l’indifferenza regna sovrana, Satana sta ben lavorando tra tutti voi, grandi, piccini e potenti. Cosa insegnate ai vostri figli, sanno cos’è il Natale, la Pasqua, la Resurrezione? No, sanno solo poche cose, ma il significato profondo radicato nelle loro anime, nei loro sentimenti non c’è. Pochi tra i fanciulli del mondo lo sanno e pochi ne capiscono il senso profondo, ma tutto questo accade perché voi genitori non insegnate più queste cose, perché in voi non c’è lo Spirito Santo,  perché non volete  più essere figli di Dio!

L’unico vostro interesse è quello di tenere a bada i vostri figli dando loro esteriorità, nelle cose futili di questo mondo, crescono nel vizio, nel lusso, nell’indifferenza sia verso i vostri fratelli, che verso di Mè.     Le scelte non sono molte come pensate voi e come volete credere, le scelte sono solo due o siete figli Miei, o siete figli o di Satana! 


E voi chiesa mia, dove volete andare?
Voi che avete la conoscenza del bene e del male, insegnatela e non trattenetela nelle vostre menti, nei libri. Che le  Sante messe siano per voi luogo di catechesi non sterile. Non temete le critiche degli uomini, se non vi criticano non sarete figli di Dio. Per ottenere un buon frutto bisogna essere severi.

Siate voi chiesa mia a portare correzione nelle famiglie nella società e dar esempio buono,  se da voi esce il bene, la famiglia prenderà esempio da voi, ma se da voi esce il male la famiglia avrà esempi negativi e si ribellerà a voi.  La correzione prima è in voi e voi in loro.  Ma se ciò non è, come potete pretendere che la società vi apprezzi, vi stimi e vi segua?

Vi è un altra cosa che non apprezzo, da sempre si è presa l’abitudine di dare offerte in denaro durante la messa, ciò non si deve fare, se volete ricevere un obolo per le vostre attività o per il vostro sostentamento fatelo voi stessi alle porte della chiesa prima che le genti escano da essa. Queste offerte che la gente dà non devono essere date durante la funzione religiosa, non deve il denaro contaminare il rito sacro. Attraverso il denaro molto male passa da uomo a uomo, i soldi sono sporchi di peccato, non entrino nelle mia casa.

Chi ha autorità nel parlare a voi? Se non sono Io, a richiamarvi chi lo dovrebbe fare? Se voi non vedete i vostri errori, chi vi correggerà? Io agisco come un buon padre di famiglia verso i suoi figli che ama , se un padre ama i suoi figli agisce per il loro bene, così agisco Io, sia nelle severità che nell'amore verso di voi, non prendete queste parole come un atto di aggressione verso di voi, ma come un monito per migliorarvi. Io Gesù voglio per voi il meglio. Per tutti voi preparo, un posto nei cieli, ma ognuno di voi deve meritare quel posto. Se mi amate fate ciò che vi chiedo.


messaggio: 8 novembre 2005.

Padova ,8 novembre 2005.

 Caro figlio :

Gloria la padre al figlio alla spirito santo ………….


Mio figlio Gesù oggi come sarebbe considerato?

Se mio figlio si presentasse oggi in una delle numerose chiese sparse su questa terra in sembianze diverse, chi di voi figli della chiesa lo riconoscerebbe?
Nessuno di voi lo riconoscerebbe!

Come si comporterebbe la chiesa di oggi se mio Figlio si fosse scagliato contro di essa, come fece nel tempio?
Lo avreste trattato esattamente come, lo trattarono i sacerdoti nel tempo in cui egli era tra voi.

Perché vedete sempre l’inganno anche dove non c’è?
La chiesa non protegga se stessa, c’è Dio che la protegge, perdendo se stessi diventerete grandi agli occhi del mondo, ma come agite ora, diverrete piccoli, piccoli; seguite la via e la vita di mio figlio Gesù ed apprenderete veramente non solo dalle sue parole, anche dai suoi passi. Ricordate chiesa di Dio, se non seguite le tracce del pastore che guida le sue pecore, dovrete rispondere al padrone della vigna, delle pecore che avrete smarrito.



Vi benedico tutti figli, assieme al mio amato Gesù +

Messaggio: 3 novembre 2005

Padova,3 novembre 2005

Caro figlio sono tua madre :.

Gloria la padre al figlio alla spirito santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli Amen.

L’Uomo non vuole capire né convertirsi, allora gli avvertimenti che attraverso molti secoli Dio diede si realizzeranno e nessun uomo su questa terra potrà evitarli. L’Onnipotente li aveva trasmessi a voi, perché attraverso la conversione potevate cambiare gli eventi, ma voi non volete cambiare. Sia io, che mio figlio Gesù e molti santi e gli angeli abbiamo fatto il possibile, per far capire agli uomini, il grande male che il mondo sta vivendo e vivrà sempre più di ora. Cari figli cosa possiamo fare ancora per voi? Se voi non ci volete, se voi non volte che noi vi parliamo, ci sono figli che si lamentano perché la vostra mamma celeste parla attraverso i più piccoli, i semplici, gli umili,qualcuno di voi anche miei consacrati ha espresso parere negativo per la mia eccessiva presenza tra di voi, cosa risponderete al Padre che è nei cieli quando vi chiederà di queste vostre affermazioni?  Chi muove a parlare così? E’ la voce della mente o del maligno che prevale? Cari mie consacrati, dovreste sapere che la tonaca che portate non è l’arma per difendersi dagli attacchi del maligno, solo la fede, la fedeltà e la fiducia in Mio figlio Gesù, vi salva da ogni male. Ma se dentro a questa abito non c’è irreprensibilità, come potete portare la parola santa?  Quanti figli si perdono a causa della poca disponibilità di alcuni di voi, che attendono che il fedele giunga per miracolo alla chiesa, perché attendete, non vedete come va il mondo? Cosa aspettate? Seguite i passi di mio figlio, egli mai giaceva nello stesso posto per più giorni, egli portava la parola ovunque. Se si fosse fermato come fate voi, nelle vostre belle case e chiese non avrebbe fatto la volontà del Padre suo. Dunque figli carissimi e amati, la pazienza del signore è grande, ma non tarderà la sua giustizia.


Vi benedico tutti figli degli uomini, assieme al mio amato figlio Gesù +


Messaggio: 13 ottobre 2005.

Padova, 13 ottobre 2005.

Caro figlio sono tua  madre ancella del Signore.



Madri del mondo consacrate i vostri cuori e quelli dei vostri fili al mio cuore Immacolato, affinché io li protegga e li difenda dalle insidie del mondo, pregate per i figli che non  pregano, chiedetemi qualsiasi cosa, il Signore mio Dio mi esaudirà secondo il vostro cuore. Il signore non abbandona mai i suoi figli che a lui si consacrano, che a lui si dedicano, che offrono le loro azioni, che pregano per alleviare le sue sofferenze, aiutateci a costruire un mondo nuovo, le vostre preghiere serviranno per sconfiggere il male che avanza, per edificare un regno nuovo e per tenervi forti alla fede in Gesù nostro Dio.


Vi benedico tutti figli degli uomini, assieme al mio amato figlio Gesù +

Messaggio 21 settembre 2005

Padova, 21 settembre 2005

+Caro figlio sono la tua madre:.

L’Onnipotente l’Eterno, l’Altissimo mi ha consentito di svelarti alcuni segreti sulla gerarchia angelica.  La mia permanenza presso il Padre tu già la conosci perché Mio figlio te la rivelò.
Ho condotto a te un angelo affinché ti istruisca ascoltalo.+

+Sono l’angelo del Signore Nostro Dio, porto a te saggezza e conoscenza metti per iscritto quanto ti dirò e conservalo.

Come tutti gli esseri umani già sanno il Padre-Figlio-Spirito Santo occupa la prima posizione =  3
Sotto di lui ci sono 6 esseri formati anch'essi  da 3 esseri = 18, geometricamente formano un esagono, al di sotto ci  sono 9 gruppi di principi, ogni gruppo è formato da 16 esseri per un totale di 144 esseri. A causa della defezione dell’essere maledetto essi sono 15, ma il numero 144 è stato preservato.
Al di sotto si trovano i 9 cori angelici che in origine erano 12, poi a causa dell’essere maledetto che voi chiamate l’angelo caduto, era un Principe, portò con sé 3 cori angelici. Geometricamente i 12 cori angelici formavano un quadrato che è stato anche dopo (preservato); gli angeli sono coloro che vigilano le mura della Città Celeste, la dimora di Dio, di tutti gli angeli, di tutti gli uomini santificati, non solo dei santi eletti dalla chiesa, ma anche di coloro che in vita hanno meritato la vita eterna dall'inizio dei tempi, secondo la legge di Dio. I nomi che voi conoscete degli angeli ed arcangeli non sono tutti, ma sono stati a voi svelati solo alcuni 72 legati alla natura stessa dell'Onnipotente, ad ognuno di essi è sottoposta una miriade di altri angeli, secondo il grado e il posto occupato nella gerarchia.

Complessivamente il numero totale di tutti gli angeli, arcangeli, principi, esseri è questo,  scrivi: 

(*)……………………..

I gruppi angelici sono 24 nei quali sono compresi i Principi e i 18 esseri.
Presso Dio vi sono 24 vegliardi.
Presso Dio vi sono molti altri angeli descritti nell'apocalisse e gli esseri viventi presso Dio sono coloro che facendo parte dei cori angelici servono Dio presso di Lui.

1-                 1                =  (3)
2-                 6                =  (18)  sei copie da tre.
3-                 9                =  (16) (-1) =144
4-                 12              =  (9)   (-3) Arcangeli( ora 9) prima della defezione di Lucifero erano (12)

5-24    72    =  (8)   (*)

Oltre a questi numeri che esprimono solo la parte angelica fino 9 cori angelici, poi vi sono tutte le anime che hanno meritato l’eternità che ogni giorno vanno ad aggiungersi a questi numeri.

Messaggio 20.settembre.2005

Messaggio Padova del  20.settembre.2005

(*) :     Padre, ho capito quanto mi hai detto, ma vorrei farti una domanda:
            In cosa noi siamo differenti  da te?

Risponde : Caro figlio, sono il tuo Gesù, che scende dalla Maestà dell’eterno Padre per illuminare , il cuore tuo.

Io-Padre-Spirito.S. vi ho generato e fatto nell’aspetto simili a Me (immagine), vi ho donato delle caratteristiche simili alle Mie (somiglianza) come l’intelligenza, i sentimenti, e molte altre, ma per quanto voi siate somiglianti al Vostro Creatore, non siete uguali ad Esso.
Tutte le creature viventi sulla terra sono state create da un'unica matrice, che è in Me, anche voi uomini discendete da questa uniti alla polvere per divenire un tutt’uno con la terra, ma la Trinità volle rendervi più simili al suo creatore, donandovi l’anima che solo voi possedete tra tutte le Mie creature, così Io–Padre-Spirito.S  vi ho creato in carne ed ossa e dato un  Regno (terra).
Ho voluto rendermi simile (umano) a voi nella sostanza per salvarvi dalla dannazione eterna, che Satana aveva creato a vostro danno, cercando di distruggere la mia creazione, quando Adamo ed Eva commisero ad opera del suo inganno, il peccato originale. Mi sono fatto piccolo come voi, per sconfiggerlo per sempre. Ma la mia natura in terra, era e non era umana. Quando parlate di Me, ricordatevi che Io sono Dio, non un essere umano, lo sono nella forma(immagine) ma non nella sostanza. Ricordate sempre voi siete fatti ad immagine e somiglianza del  Padre-Figlio-Spirito.


Messaggio 18 settembre 2005

Messaggio, Padova 18 settembre 2005

+Caro figlio.
Sono il tuo Dio, tuo Fratello, tuo Padre, tuo Spirito Santo.

Molti errori fate ancora e poche cose avete inteso, dalla mia venuta.
Vi dissi: “Chi vede Me vede il Padre, chi vede il Padre vede Me”. Voi però non avete ancora inteso queste mie parole, non avete capito quanto Io vi ho detto. Nella creazione il Padre Mio (Dio trino) vi fece a nostra immagine e somiglianza. Io poi discesi per volere del Padre Mio attraverso lo Spirito Santo in mia Madre e mi fusi in lei, affinché si compisse il volere del Padre Mio, per la vostra salvezza e Mia gloria, ma ancora non avete inteso.

Io Gesù ero e sono da sempre nel Padre Mio, fui incarnato attraverso Mia Madre in un corpo e nella sostanza apparivo umano, ma non ero e non sono umano, pur vivendo tra voi vi apparivo così, Io sono Dio; come voi, siete parte dei vostri genitori. Io sono nel Padre, nello Spirito Santo e in mia Madre. Per volere del Padre Mio, Io-Padre-Spirito.S.  mi sono ricongiunto con la Mia creazione attraverso le mie creature, così facendo ho salvato tutta la mia creazione.

Voi Avete crocifisso non solo il Figlio, ma attraverso di Me, il Padre che è in Me.
Il volere del Padre Mio è ed era il Mio volere. Mentre ero nell’orto degli ulivi, il Padre Mio mi fece provare cosa il mio corpo e la mia carne umana potevano sentire in quei momenti, tutto lo sconforto e l’amarezza, tutta la terribile e dura prova che mi attendeva. Il Padre Mio voleva vedere, se la parte umana era disposta a sacrificarsi ed immolarsi per voi. Dopo un istante di umana debolezza, la mia parte umana accettò il Mio volere per la gloria della SS. Trinità e vostra salvezza. Io ero Dio in terra quanto lo sono nei cieli, il diavolo che nel deserto mi tentò, lo sapeva da sempre, ma per volere Mio, non potevo e non volevo mostrare agli uomini la Mia vera natura, solo ad alcuni miei amici, Io mi rivelai, perché dovevano dar testimonianza. Quanto è stato della mia breve vita in terra, era tutto concordato col Padre Mio fin dall’inizio della creazione.

Nella scrittura  dei profeti si annunciava la venuta del salvatore e come esso sarebbe stato ucciso per mano dell’uomo. Per voi tutto ciò rimarrà un mistero. Quanto è avvenuto, doveva avvenire, voi uomini non potete comprendere i misteri del Mio Essere, del Mio volere che supera ogni vostra immaginazione. Qual’è l’uomo di sola carne che avrebbe retto a quelle migliaia di frustate e percosse?

Nessun uomo, né santo, senza il Mio volere può disporre di alcun potere. Ciò che Io facevo in terra, lo facevo, per Mio Volere; anche se poi innanzi agli occhi dei miei seguaci Io, pregavo il Padre Mio, ma ciò non serviva tanto a Me, ma per voi, come insegnamento da imitare, per lasciarvi la Mia Parola, la mia legge che è quella del Padre Mio. Ciò che Io facevo era in funzione vostra.

Vi ripeto figli, Io non ero e non sono umano, ma essendo voi fatti a immagine e somiglianza di Dio, cioè di Me, Io potevo unirmi solo a voi, così ho completato la mia potenza e riappropriandomi della mia creazione. In quel momento di passaggio tra il mondo terreno e quello divino della Maestà del Padre, il Mio corpo di carne si è trasformato nella natura del corpo Eterno, ritornando così completamente alla Mia prima natura.  In questo modo ho sconfitto per l’eternità il Mio nemico infernale.  
Mia madre, che era ed è da sempre nel seno del Padre, occupa presso la Trinità un posto di prim'ordine, sopra a tutti gli angeli, presso il trono della Trinità, Mia madre non è collocata lontano da essa come molti pensano, ma rientra a farne parte, per la natura stessa di Dio.

Voi uomini e donne siete in parte, in voi sia maschi che femmine, così come è la Trinità. 
Maria Mia madre fa parte del lato femminile del Padre, del Figlio, dello S. Santo.
Io-Padre-Spirito.S.  vi dissi nelle Sacre scritture di non cercare risposte nel regno dei morti e degli spiriti per conoscere le cose che non comprendete. Solo Io, se voglio vi svelo i miei misteri. Io, il Padre, lo S.Santo, essendo la stessa persona e Tre persone distinte abbiamo lo stesso pensiero, così lo è anche per Mia Madre Maria e ogni altro essere del Mio Regno rispetta il Mio Volere, però al tempo stesso gradisco anche la loro opinione.
Dio è nel pensiero di ogni suo essere. Voi siete liberi di accogliere questo pensiero nella vostra vita.


Va in pace figlio mio e grazie per avermi accolto ancora. +

Il segreto delle vita eterna.

Il segreto delle vita eterna. Tutti noi andiamo in cerca di ottenere la vita eterna, ma quanti l'ottengono? Il cristiano c...