giovedì 18 giugno 2015

Il volto assume fattezze spirituali della propria anima!

Il volto assume fattezze spirituali della propria anima!

Se un essere umano, cresce nell’amore di Dio, ed è buono, amichevole, ecc, la sua anima rimane nel Signore e l’aspetto di essa è sempre bello, ovviamente l’anima nasce con il corpo umano e ha quelle fattezze, ma se l’anima è bella nel suo essere anche il corpo lo manifesta, una persona mite, buona, compassionevole, ecc, manifesta esternamente quello che è celato internamente. Quindi l’anima si mostra nelle fattezze del corpo di chi la possiede. C’è gente che rimane giovane anche quando ha 70 anni, sembra un ragazzino, perché è l’anima che rimane con quell’età, perché essa è stata ben coltivata. C’è invece gente che a 35 anni sembra averne 90, è sempre l’anima che manifesta la propria bruttezza. Un uomo che è sfuggito da Dio, che vive ai margini della società, ma non come derelitto, ma come un senza Dio, la sua anima sarà molto più vecchia dell’età di quell’essere, e il suo corpo la manifesterà anche esteriormente. Modificando il suo aspetto, che alle volte assume tracce demoniache.
Ci sono politici, che sembrano, vere cariatidi come mummie, assomiglianti più a demoni che ad esseri umani, ma non solo nella vecchia, ma anche in età giovanile, perché non hanno mai amato Dio, e la loro anima manifesta la loro somiglianza a chi vive in loro. Noi diciamo che è una questione di genetica, in parte ma non del tutto. Se l’anima viene posseduta da un demone questo può modificare alle volte le fattezze di quell’essere umano, perché il demone agisce sull’anima, ed essendo l’anima parte di tutto l’essere umano, anche il corpo si adatta a quella forma, o nell’immediatezza o più lentamente.
Se l’anima viene presa in estasi da uno spirito di Dio, essa si trasforma e divine di una bellezza tutta particolare, anche se quell’essere umano non era particolarmente bello.
Quindi non solo gli occhi rivelano l’anima, ma anche il volto rivela chi sei! 

C'è' fede in chi insegue i veggenti?

C'è' fede in chi insegue i veggenti?

Perche  la gente corre dietro ai veggenti, profeti e santi? Per fede!?
Semplice perché pensa che conoscendo il futuro, generale, o particolare di ognuno, essi possano evitare tali eventi, possono solo pregare perché gli eventi vengano mitigati, ma che possano essere evitati in toto, assolutamente si sbagliano di grosso … quindi a cosa serve saper gli eventi se poi sai che non li puoi evitare? Assolutamente nulla, anzi è addirittura peggio, perché vivi una vita male, e alla continua e perpetua ricerca di sopravvivere ad essi, quando poi alla fin fine quel destino ti coglie. Lo puoi evitare due, tre, 100 volte, ma poi esso ti colpisce.  

Ma allora chi va alla ricerca di conoscere date, ecc, ha fede?
Ma assolutamente no, è solo uno che spera  di evitare quegli eventi, ma non ha un filo di fede in Dio. In pratica la persona è estremamente superstiziosa, si aggrappa non alla parola di Cristo, ma alla conoscenza e al desiderio di conoscere queste cose, anzitempo solo  per se stessa, e nemmeno per il prossimo.
In definitiva correndo come degli ossessi da un veggente all’altro pensano di salvarsi, ma chi vi dice che invece facendo così non agevolate gli eventi stessi a compiersi? Non siate voi stessi che con il vostro agire li determinate?

La vera fede non ha bisogno dei veggenti, essi servono solo per rafforzare la fede, non per indebolirla e porla in secondo piano. Se un veggente si pone sul pulpito , significa che in esso non c’è fede, ma solo astuzia per ingannare gli stolti.  Il veggente deve sempre essere umile, e tendere a celarsi, sfuggire il pubblico, proprio per la natura dello Spirito Santo. Vivere dignitosamente non significa arricchendosi, ma facendo una vita semplice e donando e portando ogni cosa ai poveri, deboli, ecc.


Terminato di scrivere questo pezzetto Gesù dice....

Non si facciano voti di povertà se poi si vive come dei ricchi
Non si facciano voti di castità se poi vi date alla fornicazione
Non si parli bene se poi nascostamente si parla male e si medita l’inganno.
Non  vi  incensate , profumate, se poi non siete come vi mostrate.
Non dite con la bocca e con il cuore di essere peccatori, ma poi non fate nulla per non esserlo.
Non chiudente le porte dei cieli al mondo, perché voi sapete di essere fuori di esso.
E’ più facile che un peccatore entri nel regno dei cieli, che un falso credente che crede di essere vero, ci entri.




domenica 14 giugno 2015

Internet distrae i fedeli e uccide la fede!

Internet distrae i fedeli e uccide la fede!


Cari figli 

Non perdete tempo con cose di nessuna importanza, allontanatevi da quella che voi chiamate infomazione elettronica, (internet) è fatta apposta per ternervi incollati con notizie sempre più allarmanti e per impedirvi di ritrovare la pace nei vostri cuori e menti al fine di distrarvi, e allontanare la vostra mente e anima dalla fede e dalla preghiera, satana sa bene che più si prega e più si allontanano i pericoli, quindi pregate molto e non date credito a tante cose che ascoltate, non vi servono, Io provvedo a voi ogni giorno. Se pregherete molto potremo assieme sconfiggere satana ed evitare il male peggiore che potrebbe abbattersi sul mondo. Ma se non pregate, non possiamo aiutarvi! Questa è la nostra condizione necessaria, credere e pregare non solo per voi stessi ma anche per tutti i fratelli nel mondo. 

Quindi figli la vostra madre vi chiama, e vi supplica dedicate il tempo libero a pregare, perchè il demonio vuole uccidervi tutti e dominare sul mondo, io vi amo e voglio impedire a satana di uccidere la fede in voi. 

Questo mezzo è creato in modo tale da rendervi tutti schiavi, staccatevi da esso il tempo si avvicina.

venerdì 12 giugno 2015

La giustizia umana può usare i demoni per conoscere la verità?

La giustizia umana può usare i demoni per conoscere la verità?

Alcune volte pongo delle domande al Signore sulle cose delle nostra vita, non a tutte ricevo risposta, perché se il Signore rispondesse e desse le indicazioni a noi come procedere per vivere bene, non saremo più liberi, ne di fare il bene ne di sbagliare, per cui alcune domande rimangono inevase.

Ma altre ricevo delle risponde, in base soprattutto al fatto che Dio vendendo tanto male, decide di contribuire nella speranza che l’uomo usi tali risposte per il bene delle collettività e dei singoli.

Una delle numerose domande che ho fatto nel corso degli anni, è stata questa, come posso io conoscere la verità da un uomo/donna che si rifiuta di dirla ed altri uomini/donne pagano loro per costoro?
Il Signore ha risposto così:

“Non solo nelle scritture ne parlai, ma la chiesa conosce il modo per conoscere la verità da colui/e che non vuole testimoniare la verità e permette ad un innocente preso in sospetto da altri di pagare un ingiusta causa.
Grande condanna cadrà su coloro che non testimoniando la verità, permetteranno che innocenti paghino per loro, su questi non ci sarà alcuna possibilità di redimersi, se non con sofferenze maggiori, in proporzione alla condanna data dagli uomini su coloro che sono innocenti.

Io ho negato a qualsiasi essere umano per uso di curiosità l’uso degli spiriti, ma se c’è da salvare la vita e conoscere la verità da chi non vuole dirla o da chi mentisce, per difendere altri, si può usare gli spiriti, solo per arrivare alla verità. I posseduti, facendo emergere lo spirito che li possiede, sono in grado di rivelare la verità, dell’ umano che gli si pone innanzi a loro; il demonio costretto dai sacri nomi e dalle sacre specie eucaristiche in Mia presenza, esso deve dire la verità, per l’autorità che ho lasciato sia ai battezzate in Me e ai miei sacri ministri e svela a chiunque è presente la verità su quell’umano o sui presenti, che sia esso colpevole o innocente.

Solo così, l’essere umano potrà conoscere la verità senza torturare nessuno, senza estorcere con il falso e l’inganno verità false. Troppo spesso la vostra giustizia umana condanna uomini e donne innocenti a scontare pene che non gli appartengono, solo perché voi umani, non avete la capacità e l’intelligenza di comprendere i divini misteri. Condannate spesso per capriccio e volontà di apparire persone che non hanno commesso il reato. Mentre non sapete che su di voi cadrà una condanna così grave e grande che non ci sarà bisogno neppure di giudicarvi, perché chi condanna un uomo per ingiusta causa esso si condannerà da solo all’inferno eterno e li pagherà egli stesso tutte le pene che ha inflitto verso coloro che egli ha condannato ingiustamente. A meno che in vita prima delle sua ora, non faccia ammenda per le sue errate interpretazioni e condanne, ma voi uomini siete arroganti specie quando sedete in alto, presso i potenti del mondo, che con la legge degli uomini e spesso anche con la mia legge nelle vostre mani, giustiziate il mondo intero.

E avete anche il coraggio e l’ardire di giudicare Me, vostro Dio le mie parole, le mie leggi e le mie opere., voi che non sapete nulla di Me.  Anche se molti di voi non credono, che io esista. Io sono qui, vivo tra voi, cammino spiritualmente tra di voi, alle volte mi mostro, alle volte mi materializzo, ma voi non sapete che sono io, non mi vedete e non mi riconoscete. Ma io sono qui che vi guardo e molto spesso non posso intervenire; per mia parola, io vi resi liberi. Ma intervengo solo verso coloro che veramente nella verità mi credono e mi amano, ma anche verso costoro non sempre io intervengo, perché spesso l’essere umano crede e non crede. La vostra condizione del credere è così labile che molto spesso faticate anche voi che siete a me battezzati e consacrati, di credere nel modo più vero, ed è proprio questa vostra non comprensione che m’impedisce di agire in voi. Per questo vi chiedo di pregare, perché se il vostro credo fosse totale a me, io vi esaudirei sempre. Quando non c’è perfezione di fede, le grazie arrivano lentamente.  Per cui non condannate chi pensate essere colpevole secondo un vostro vizio mentale, ma giudicate usando gli spiriti che vedono quello che voi non vedete. Ma guai a voi se il vostro interrogare è per curiosità, solo la verità può essere chiesta. Perché io sono il Dio della verità!“


Perché il Signore dice, guai a chi chiede per curiosità?

Perché la curiosità non è indice di perfezione, ma di coloro che non si fidano delle parole di Dio, per cui chi chiede per curiosità in realtà chiede a satana. E si fa ingannare da satana, volontariamente.
Qui non si parla della curiosità umana, tipica del nostro essere, ma di una curiosità spirituale che è simile ma diversa nei concetti.

Si può essere spiritualmente curiosi nel bene?

No! perché è come non fidarsi, non serve essere curiosi nel bene, perché se tu credi realmente a Dio, esso ti da tutto e ogni tua curiosità viene eliminata.

Se Dio ha posto delle leggi, esse non servono per essere superate, ma per essere attuate, e se Esso le ha poste in questo modo, Esso desidera che noi non usiamo la curiosità umana per danneggiar le leggi, che Egli ci ha dato, perché la curiosità umana spesso è negativa.

La curiosità serve a noi per crescere tra gli uomini e per scoprire il mondo che ci circonda, ma molto spesso essa è farcita di malizia. È quando si usa la combinazione tra curiosità e malizia, che si attua un pensiero demoniaco, e noi possiamo divenire preda di satana. Allora le leggi di Dio vengono scardinate fin nella sue radici più profonde e l’uomo pensa di essere padrone di quelle leggi, mutarle, secondo quanto lo spirito gli da, da immaginare. E se l’uomo non è veloce, a ritrovare se stesso, il maligno esercita su di esso tutto il suo orrore, prendendo la mente dell’uomo, così l’arroganza umana cresce a dismisura.

Più un uomo si pone in alto, nella società umana, e più esso è alla ricerca di continue risposte, le cercherà tra gli uomini e nella sua scienza, ma non le cerca nella fede!

Solo Dio conosce tutto, l’uomo cerca se stesso in se stesso! È come l’immagine del serpente che si morde la coda.




L'avvertimento!!!

L'avvertimento!!! 


Quasi allo scoccate del termine dei 7 anni, Dio Padre parla ancora. 


12 giugno 2015

Dio Padre avverte!


Nel cielo si vedono numerosi esseri, che danno gloria a Dio, si manifesta un uomo splendente assiso in trono, tiene in una mano uno scettro, e nell’altra mostra una pergamena aperta, sostenuto da molti cherubini, e circondato da una cortina come di fuoco , sono angeli, esso parla con un numero non identificato di voci, si sente un fragore  impetuoso, queste sembrano tuoni,  e dice:


Caro figlio.

“Io sono colui che era, che è, che viene” Conosco i vostri cuori  e ogni vostro più nascosto pensiero e sotterfugio, nulla ai miei occhi sfugge di voi,  nulla potete nascondere, ne vi potete nascondere da Me, non esiste nulla che possa nascondere a me i vostri propositi.

La nazione, assieme ad altre che nascostamente progetta e scatena la guerra, in un solo giorno, all’improvviso sparirà dalla faccia della terra, con tutto il suo carico di vite umane!  Così accadrà anche per le altre, in proporzione a quando avranno dato.

Invece di mitigare il mio cuore amareggiato continuate a uccidere e spargere sangue innocente e a proporre dominio, morte e veleno che avvelena le vostre menti.

Non professate con la bocca buone parole, ma i vostri pensieri sono pieni di putridume.

Chi sopravvivrà alla Mia ira grande! "

mercoledì 10 giugno 2015

Vi dirò sempre di pregare molto!

Il Padre e la Madre al mondo!



Premetto una cosa importante, è inutile che la gente mi dica che io non termino i messaggi che ricevo sempre con la supplica di pregare molto, Gesù non è un moltiplicatore di parole, trasmette la sua parola quella che vuole lui, non quella che voglio io, oltretutto è connaturato che siamo noi che dobbiamo pregare, non c'è neppure bisogna che Egli ci dica di farlo, infatti nei vangeli quante volte ha detto di pregare? poche volte, perchè era ovvio che fosse così. Gesù ti porta una parola, ti comunica quello che deve venire, cerca di spiegare, le sue parole a chi non le ha comprese, ma non sempre incita alla preghiera, quella deve scaturire dalla volontà della gente non da un imposizione, perchè il Signore, ne la Madre Sua impongono nulla, parlano in totale libertà e mediante questo modo di fare, cioè di non implorare sempre preghiera mettono alla prova il popolo intero, vogliono vedere chi prega per loro volontà e non per costrizione perchè lo ha detto Dio. Questa è vera fede, le cose non si fanno perchè ci viene ordinato, ma perchè esce dalle nostre anime, dalla volontà di fare ed agire per il bene. Non si ama Dio, perché è Dio che te lo dice, si ama perchè c'è la nostra volontà, il nostro desiderio, altrimenti non è fede, non si crede in Cristo, solo perchè qualcuno ce lo dice. 
Lo si fa per vero Credo, perchè si ha una fede incrollabile in Dio, è sempre quello che in questi anni ho cercato di far capire in tutte le salse, ma oggi vedo che molte persone non hanno capito nulla.
Molta Gente si lagna solo, vorrebbe il miracolo ma spesso non è disposta a far nessun sacrificio, non si otterrà nulla.


25 marzo 2015.

La Madre del Verbo parla!

Figli il mio cuore di Madre è nel dolore nel vedere il mondo cadere sempre più nelle tenebre!
Come potete porre un essere fragile, debole, peccaminoso al centro del vostro credo?
Come potete credere che l’uomo sia un sicuro rifugio, un ancora per la vostra salvezza spirituale?
Se l’essere umano diviene il centro del mondo, Dio finisce nel dimenticatoio.
Se non divenite simili a mio figlio Gesù, come potete essere suoi pastori?
Se non vi inginocchierete al Santissimo, non siete e non parlate a favore di Cristo.
Perché mettete mano alla legge Eterna,  se veramente vi  sta a cuore la salvezza dei popoli?
Non pensate, al momento in cui il Padre Celeste metterà mano a voi? Cosa resterà di voi!
Chi si erge sarà abbassato e chi siede in alto striscerà nella polvere.
Non fingete di essere santi ? Perché nessuno in terra è santo! Ma solo Colui che sta alla presenza reale del Santo dei Santi.
Nessuno uomo si faccia chiamare Santo?  Per esserlo dovreste essere immacolati!
Non nell’abito, ma nell’animo e dai vostri occhi si rivela chi siete! Chi è tra voi immacolato? Nessuno!
Non sfidate la pazienza di Dio, perché per voi si stanno preparando giorni tristi, pieni di angoscia e dolore, molto più di quanto ora vivete!
Chi parla con arroganza, non è nel Signore!
Se trattate le vostre pecore con la frusta e la verga, come dovrà trattare voi il Padre Celeste?
Tutti gli uomini sono di Dio, specie chi a Dio si consacra, ma se l’uomo non si battezza in Cristo mio Signore, quell’uomo non avrà la vita eterna!
Non si dica mai tutte le religioni sono uguali agli occhi dell’Onnipotente, è una bestemmia contro il sacrificio del Mio Signore!  Non si preghi a favore di credi che non sono nel Signore mio Dio! Non si invochino e non si usino simboli pagani, nel rito cristiano. Lontana dalla chiesa di mio figlio Gesù, tutti coloro che inneggiano ad un falsa fede, tutti coloro che propongono e pregano per una fede unica tra le fedi, siano dichiarati apostati! E se non chiederanno perdono per le loro opere  e parole, prima della loro fine, non saranno salvati.

Vi dirò sempre di pregare molto.


Dio Padre!
Figli, ascoltatemi !!!
Chi tratta la mia Santa Figlia, Sposa e Madre senza rispetto e onore a Lei dovuti, a lui sarà destinato lo stagno di fuoco e zolfo, perché voi non sapete nulla su di Me o chi sia realmente la mia Santissima Figlia, Sposa, Madre e su quanti io invio a voi, per il vostro bene!  

Ma attenti  figli  non proponete pensieri, non della mia Santissima Figlia, Sposa e Madre al mondo!


[Questo ultimo pensiero, indica che Dio ammonisce chi riceve messaggi, a far attenzione a non scrivere pensieri che siano delle loro menti o di altri soggetti o spiriti e non parola del Signore. ]

martedì 9 giugno 2015

venite a trovarmi nel mio forum il pensiero del tempo...

IL  MIO FORUM IL PENSIERO DEL TEMPO

CHI VOLESSE discutere di questi stessi argomenti e molti altri..in un forum  potete linkare qui.... 


registratevi....


martedì 2 giugno 2015

IL CHERUBINO E S.AGOSTINO!

S. Agostino e il cherubino-bambino.


Un paio di domeniche fa, a messa mi ha colpito questo aneddoto su s’Agostino, l’ho scritto sul cellulare per cercare, perché volevo scrivere qualcosa, che mi era balenato nella mente, poi me ne sono dimenticato, questa sera leggendo altro su un altro santo m’è tornato alla mente l’episodio … così ho fatto una piccola ricerca in rete e ho trovato curiosamente tre versioni un po’ diverse, mi chiedo come mai ….cmq.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Sant'Agostino passeggiava lungo la spiaggia meditando sul grande mistero della Trinità.
Vede un bambino che, scavata un buca nella sabbia, vi versava l'acqua che attingeva con una conchiglia dal mare. - Che fai, bambino mio? Voglio mettere il mare in questa buca...
- E' impossibile... mettere il mare così vasto in una buca così piccola...
- E allora... come puoi tu richiudere nella tua piccola testa... Dio così infinito?
E l'angelo sparì.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Vediamo di creare un testo con gli elementi comuni …
Sant'Agostino passeggiava lungo la spiaggia meditando sul grande mistero della Trinità.
Che fai, bambino mio?
Voglio mettere il mare in questa buca...
- E' impossibile... mettere il mare così vasto in una buca così piccola...
- E allora... come puoi tu richiudere nella tua piccola testa... Dio così infinito?

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

"Bambino, cosa fai?".
Il piccolo senza interrompere il gioco, gli rispose:
"Voglio chiudere il mare in questa piccola buca!".
E Sant'Agostino: "Ma come puoi pensare di racchiudere il mare, che è così grande, in una buca così piccola?".
"E tu come puoi pensare di comprendere Dio, che è infinito, con la tua mente, che è così limitata?!"
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

In sostanza l’angelo scava la buchetta nella sabbia e usa un conchiglia per versare un po’ di acqua alla volta nella stessa.
Agostino gli pone la domanda come puoi versare l’acqua del mare che è enorme nella buca?
L’angelo risponde e tu come puoi pensare di comprendere con la tua mente così limitata la mente infinita di Dio!?

In sostanza l’angelo rimprovera gentilmente S. Agostino e gli dice in pratica di fermarsi, perché è già arrivato al limite della sua comprensione, ma questo monito che l’angelo-bambino fa ad Agostino dice altro, in pratica, l’angelo lo invita a interrompere i suoi studi sulla Trinità, perché probabilmente le sue parole non erano di ispirazione divina, altrimenti l’angelo non avrebbe detto , la tua testa è cosi piccola che non arriva a comprendere l’immensità di Dio, e non può contenerlo. Perché se le sue parole fossero state di ispirazione divina, l’angelo non avrebbe dato quella risposta, che è proprio indicativa di un essere umano che cerca di scrutare oltre le sue cognizioni umane, cioè scrivere con a sua testa e non con lo Spirito Santo, quello che è l’universo di Dio. Che poi dopo Agostino sia divenuto in Santo è un altro discorso.

Ma vediamo di capire di più se possiamo …

Voglio mettere il mare in questa buca...
- E' impossibile... mettere il mare così vasto in una buca così piccola...
- E allora... come puoi tu richiudere nella tua piccola testa... Dio così infinito?

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
"Voglio chiudere il mare in questa piccola buca!".
- "Ma come puoi pensare di racchiudere il mare, che è così grande, in una buca così piccola?".
"E tu come puoi pensare di comprendere Dio, che è infinito, con la tua mente, che è così limitata?!"

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Voglio mettere/chiudere la buca è il parallellismo delle mente(testa), il mare è il parallellismo della sapienza, dell'intelletto, ecc o dell'immensità di Dio! 

Rinchiudere/Comprendere = cioè voleva dire contenere, come puoi contenere la mente infinita di Dio!!!   Non lo puoi ne comprendere ne tener rinchiuso o contenuto... 


Questo testo indica proprio che S. Agostino si era intestardito a voler a tutti i costi sondare l’immensità di Dio … e l’angelo era li per farlo desistere dal suo continuo pensare a questa cosa…

Molto probabilmente l’angelo era stato mandato lì, perché il Signore aveva visto che Agostino si stava perdendo dietro a suoi pensieri, che potevano portalo fuori strada e per impedirgli di subire un attacco demoniaco, gli inviò in soccorso questo piccolo angelo, oltretutto la dimensione dell’angelo- bambino doveva essere compresa e non scartata … anch’esso nella sua dimensione di bambino voleva far capire a S. Agostino che l’immensità potrebbe stare anche dentro all’immensamente piccolo … ma che Agostino non ha afferrato il concetto, tanto che l’angelo gli ha risposto in quel modo. 

Il fatto stesso che l’angelo fa questo “gioco” di portare acqua nella piccola buca, e lui che era piccolo proporzionalmente alla buca, quel piccolo angelo conteneva una conoscenza più vasta di Agostino, tanto che gli dice io possono anche mettere tutta l’acqua del mare nella buca, ma tu non metterai o racchiuderai in te l’immensità di Dio. Come per dire la capacità di piccolo angelo è pari a quella dell’enormità dell’oceano, ma l’immensità di Dio nessuno la raggiunge.

L’angioletto probabilmente un cherubino, gli porta questo consiglio da parte di Dio, di fermarsi e pensare ad altro più importanti e non perdere il suo tempo con pensieri cui lui non sarebbe mai arrivato.

Questo fatto, è un monito anche ad altri, soggetti che dopo di lui probabilmente investigarono, ma la cosa interessante che questo piccolo episodio forse è più importante di tanti altri, anche degli stessi scritti di Agostino, probabilmente nell’infinita sapienza di Dio e nella sua eterna conoscenza Egli aveva visto che gli scritti di Agostino sarebbe serviti per studi di altri ed è molto probabile che Dio in qualche modo volesse fermarlo al fine di impedire che i successori di Agostino potessero scrivere pensare cose errate, con la conclusione che poi si sarebbero prodotte anche delle eresie.  

Penso che sia proprio questo il monito del Cherubino.

Da quello che ho letto di altri interpreti di questo passo, tutti hanno visto un aspetto del fatto sotto un ottica diversa, non hanno letto le parole nascoste in questo evento, hanno letto quello che è piaciuto leggere.

Sant'Agostino passeggiava lungo la spiaggia meditando sul grande mistero della Trinità.
Il fatto stesso che S. Agostino medita sui misteri della Trinità, significa che esso pensava molto con la sua sola mente, e l’angelo in questo caso lo dice pure, in sintesi: come puoi tu con le tue sole forze contenere tutto l’infinto di Dio! , inoltre questo fatto è anche un rimprovero ed un invito a chiedere l’ausilio dello Spirito Santo, per arrivare a comprendere oltre i limiti della mente umana e evidentemente S. Agostino non  faceva questo, e forse aveva un po’ di arroganza nel pensare che lui con la sua notevole intelligenza potesse scrutare i misteri di Dio …


Questo fatto è un monito a tutti gli studiosi di teologi e di ogni altra scienza.

Preghiera alla Madre di Dio!


Preghiera alla Madre di Dio!


Benedetto sii tu Signore mio Dio.
Santificato in principio sii tu verbo di Dio.
Glorificato in eterno sii tu Spirito Santo Dio.
Onore e gloria alla Santissima Madre, sii tu benedetta fra tutte le donne


IL TESTO è STATO RIMOSSO PER RAGIONI DI EDITORIA


La preghiera è stata dettata da un angelo finche ero in preghiera.
Boanerges, 12 maggio 2015

La prossima Eclissi!

La prossima Eclissi!

Messaggio visione del 25 maggio 2015.

Il sole sarà oscurato totalmente, un triplo evento si avvina, la luna oscurerà il sole, un astro creerà terrore, l'ascesa del re del terrore. 

Durante la prossima eclissi totale di un 28. …. Di cui la sua durata sarà di circa 3 ore nelle quali avverano riti satanici, oltretutto questa eclissi segnerà l’ingresso di molti altri eventi nefasti per tutto il mondo e tutti i popoli, il primo potrebbe avvenire proprio nello stesso giorno!.


Bisogna pregare che Dio cambi almeno uno di questi eventi quello più terribile devastante...






Convertire e convertirsi!

Convertire e convertirsi!

Convertire cosa significa?
cambiare, trasformarsi, mutare, portare la propria opinione da una posizione ad un'altra, liberare i propri pensieri,  spostare il proprio pensiero da una pozione ad un'altra. La conversione è intensa anche come abbandono di qualcosa, in questo caso del male, se abbandono il male o il maligno,  spostiamo per nostra volontà la nostra posizione dal male al bene o anche il contrario.
Quindi il convertirsi indica cambiare di posizione, da a!

Ma la conversione è atto totalmente personale, basato esclusivamente sulla volontà propria di cambiare è un desiderio profondo di mutare il proprio punto di vista, proprio sentire, la propria visione e dimensione di pensiero e l’atteggiamento verso qualcosa o qualcuno.

Nessuno può costringere un essere umano, senza la sua volontà il suo libero pensiero a convertirsi, a cambiare la sua opinione, a trasformare se stesso.

Dio converte?

Certo che lo può fare, ma non costringe nessuno a convertirsi se non lo vuole. E chi dice che è Dio che converte si sbaglia di grosso, perché lo dice chiaramente Gesù in risposta al giovane ricco che gli chiede cosa serve per conquistare il regno dei cieli, e Gesù gli dice diventa povero, poi seguimi, non lo costringe a divenire povero e non lo costringe a seguirlo, ciò significa che Dio aspetta che la persona si converta, aspetta che la persona lo accetti, aspetta che persona accolga in se la fede in Dio e in suo figlio Gesù. Non agisce con la coercizione, questo è un pensiero errato che la chiesa ha messo in testa alle persone, non è vero!

Dio attende che l’essere umano cambi, che si avvicini alle fede con le sue gambette, altrimenti dove starebbe la liberta di scelta? Non ci sarebbe! Gesù non è un Dio che costringe l’essere umano a cambiare strada, lascia che l’essere umano sbagli anche 1000 volte, ma cerca di istradarlo verso chi lo può aiutare, quindi siamo noi esseri umani che dobbiamo convertire il prossimo, se fosse vero che Dio interviene per costringere un popolo a convertirsi, già tutta la terra sarebbe convertita, ma questo Dio non lo vuole, non ci sarebbe più nessuna necessità di avere uno scontro a due, non ci sarebbe il bisogno della presenza di una chiesa, perché farebbe Lui tutto quanto, ma così non è!!!  Salvo qualche raro caso, ma la maggior parte della popolazione deve essere convertita, dai cristiani che sono discepoli di Cristo e dagli apostoli cioè i vescovi.  Quindi chi dice che è Dio converte sbaglia ….

Ci sono due modi nella conversione

1.       Se la persona riesce con le sue sole forze a convertirsi, è una grande conquista.

2.       Altrimenti deve essere un'altra persona che agisce sugli altri, affinché altri sia spronati a convertirsi e ad agire affinché accettino la parola di Gesù in loro. Quello che facevano gli apostoli e che hanno sempre fatto i sacerdoti e vescovi, che parlando tentavano di convertire le genti, altrimenti l’opera di un apostolo sarebbe vana e non avrebbe alcun merito innanzi a Dio.  

Poi Dopo che la persona ha ceduto ogni resistenza e si abbandonata a Dio, cioè si convertita, ed ha accettato Dio in se, ecco che il premio è Dio stesso, Egli entrerà nella persona sottoforma dello Spirito Santo
Il Battista quando gridava nel deserto di convertirsi lo diceva perché sapeva bene che la conversione viene prima di tutto dalla volontà umana, poi Dio farà la sua parte per mantenere forte la fede, ma anche in questo caso la cura della fede è in parte da assegnare all’essere stesso, se un uomo non prega perde la presenza dello Spirito Santo in se. Quindi sia la conversione che la preghiera servono per attrarre Dio all’uomo e se l’uomo non si converte e non crede, non avrà la vita eterna!

Se fosse Dio a convertire tutti avrebbero lo Spirito Santo e tutti sarebbero salvi, ma questo non è!
Quindi se i cristiani che sono i discepoli di Cristo non operano per convertire, neppure loro avranno nulla, Gesù lo dice chiarante che le opere valgono molto di più tante altre cose, se non ci sono le opere non c’è neppure speranza. Se non c’è preghiera non c’è lo Spirito Santo. Ma prima di tutto se non credi, non c’è fede, e se non  c’è fede non sei convertito!

Che merito abbiamo se non siamo noi che ci convertiamo e crediamo in Dio?

Gesù frequentava meretrici, ladri, briganti esattori ecc, perché essi dovevano essere convertiti, e lui mediante la sua santa parola li convertiva, ma non tutti si convertivano, perché tra tanti che ascoltavano sicuramente vi erano quelli che non si volevano far convertire, come era il caso del giovane ricco, che pretendeva il regno dei cieli tenendo le mani nella ricchezza.  Come è oggi, tantissimi non vogliono seguire Gesù, perché vogliono rimanere saldamente attaccati a questo mondo!! E ahimè tantissimi cristiani sono così oggi!!!

Chi attende che Cristo converta non è un cristiano, ma uno che non vuole scomodarsi, che non vuole sentire storie, non vuole rompersi, insomma non vuol far fatica, ma ascolta solo la campana che meglio si addice a lui/lei, attua solo quel che gli fa comodo, per il suo tornaconto!  Questi sono i tiepidi cristiani, e Gesù sappiamo bene che fine gli farà fare. Sarebbe meglio allora per costoro che vivessero come i freddi, perché per lo meno gusteranno a pieno la loro esistenza sulla terra, perché alla fine lo stagno di fuoco e zolfo è pronto anche per loro.




FALSE VERITÀ

Noi uomini pretendiamo che il Signore ogni giorno che passa ci dica una cosa diversa, ci informi di tutto quello che dovrà accader...