mercoledì 24 febbraio 2016

Differenza tra veggenti e profeti.

Differenza tra veggenti e profeti.

In altri articoli ho scritto che il termine veggente è una parola di tipo moderno, e lo è a tutti gli affetti, ma c'è una differenza tra l'essere effettivamente profeta e veggente.

Il profeta è colui che profetizza un evento futuro, o mettere a conoscenza cosa di Dio o ignote cioè lo dichiara al mondo e lo rende noto a tutta l'umanità, in forma di profezia che sia comprensibile o meno, poco importa, questo è principalmente il ruolo del profeta. Parola che deriva da profetare, cioè dire prima del tempo, cioè comunicare un pensiero di un entità o nel vedere il futuro stesso. La visione del futuro può avvenire in diversi modi, sia diretto, che indiretto, sia per comunicazione tra la divinità e l'essere umano che mediante sogni.

Il veggente deriva da veggenza che significa vedere oltre la soglia, ma non inteso come futuro, cioè inteso vedere qualcosa che gli esseri umani normali non vedono, il soprannaturale che sarebbe “oltre la soglia”, il profeta vede lontano nel tempo, cosa che il veggente non fa, esso vede solo l'apparizione che può anche non trasmettere nulla di quello che appartiene ad eventi futuri, ma comunicare altri pensieri, riferiti al tempo presente, tipo insegnamenti o specificare pensieri di Dio.

Ora noi chiamiamo veggenti anche coloro che sono profeti.
Normalmente chi è profeta è anche veggente, mentre non è vero il contrario.

Nel tempo presente, abbiamo dei casi esemplari di questa differenza, e lo si evince da quello che ognuno di questi comunica al mondo prendo solo due casi noti e famosi, tanto per mostrare la differenza.

Anguera e Medjugorje, voi direte, sempre questi, ma sono il casi più famosi oggi, sulla bocca di tutti.

Anguera(Perdo Regis) è un profeta perché i suoi testi o messaggi sono ricchi di informazioni di tipo futuristico, che si compiano o meno a noi in questo momento in interessa.

Mentre quelli di Medjugorje sono veggenti, tutti i loro messaggi non contengono profezie, non hanno comunicato nulla di quanto è accaduto negli anni passati, ne di quanto accadrà in quelli futuri, fino ad ora. Il loro operare è solo esclusivamente una comunicazione con la divinità nello specifico delle Vergine. A parte i sedicenti 10 segreti, che per il fatto che non sono stati comunicati, ma sono solo un ipotetica profezia, ma ancora non divulgata, essi non possono essere chiamati profeti, quando saranno divulgati e sarà reso pubblica questa profezia di 10 segreti, ecco che può cambiare la denominazione, ma fino ad allora rimangono veggenti.

Sia il profeta che il veggente, non è detto che abbia la capacità di interpretare la scrittura, però visto che essi parlano con la divinità posso chiedendo chiedere lumi. In questo si può evincere se quello che comunicano è vera la loro veggenza o profezia.


Ovviamente un profeta o veggente che dovesse comunicare cose difformi dalla fede c'è molto da dubitarne, a meno che non siano cose ignote che si debbano ancora realizzare, perché nessun vero veggente o profeta che sia veramente preso dalla divinità comunicherà mai cose difformi dal pensiero di Dio, che è perfetto. Un vero veggente o profeta, dovrebbe saper rispondere alla perfezione a qualsiasi domanda gli si ponga, visto che lo Spirito Santo dona a questi soggetti, una grande sapienza. Se questi soggetti non sanno rispondere può esserci qualcosa di anomalo. Ovviamente bisogna guardare anche all'età del soggetto veggente o profeta.


lunedì 22 febbraio 2016

Mi credete veramente?

Data: 21 febbraio 2016

Autore: Gesù.

(Ovviamente il titolo viene estrapolato dal contenuto, non è il soggetto che si manifesta a comunicarlo.)

Titolo: Mi credete veramente? 

Messaggio: Cari figli.


Se nessuno di voi mi ha visto risorgere, come fate a dire che mi credete, perché qualcuno ha affermato ciò?
Quindi voi non credete in Me, ma all'affermazione di qualcuno che pensava con la sua testa. 
Come fate a dire che grazie alla mia resurrezione mi credete. Se non fossi risorto mi credereste?
Voi non credete che Io Sono, credete solo in chi affermò di suo che sono risorto, per quello credete!
In realtà voi non credete che Io Sono Dio!!!
Chi afferma che grazie alla mia resurrezione crede in Me, è come Tommaso che credette solo quando vide. Che cosa vi dissi, beato chi crede senza vedere!
Chi afferma e giustifica la mia deità grazie a ciò che ho fatto, non crede in Me.
Chi crede in Me senza appoggiarsi alla mia resurrezione avrà la vita eterna!!!
E così sia!



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

(Il termine vedere esposto da Gesù è generico, Egli infatti intendeva in senso generale, con vedere, intendeva anche conoscere da parte di altri, cioè di chi asserisce di conoscere una verità, venirne a conoscenza, quindi non solo vedere in prima persona, ma anche, conoscere per mezzo di altri, è come "se avessi visto, mi fido di chi me lo dice", quindi il credo non è verso chi, è il soggetto del credere, ma verso colui/lei che me lo ha comunicato.) 

domenica 14 febbraio 2016

Avete l'ardire di giudicare Me

Gesù, messaggio 12 febbraio 2016 ore 15:00

Cari figli.

Voi avete l’ardire di giudicare mia madre, ma ignorate che quanto essa dice, non viene da se, ma da Me, quando Ella parla non parla da se, ma da Me, ogni suo pensiero, parola, atto, è il mio pensiero perché Io e Mia madre siamo una cosa sola, Lei quando viene a voi, è come se venisse al posto Mio, Io sono lì con Lei, perché fa le mie veci, Io sono in Lei, parla per Me, e voi avete l’ardire di trattare mia madre senza il dovuto rispetto!? E' una grazia che Ella viene a voi liberamente e ancora vi parli, perché se Essa non fosse madre, non avrebbe l’obbligo di venir a voi. Attenti figli, che il giudicar Mia madre è come giudicar il vostro Dio, chi bestemmia il suo Nome è come se bestemmiasse Me e il Padre Mio e lo Spirito Santo, fate attenzione alle parole delle vostre bocche, fate attenzione ai vostri contrastanti sentimenti, chi disonora mia Madre in atti, parole, disonora Me. Pregate, perché il mondo si sta dannando e con esso milioni di anime, affinché Essa, sia per voi salvezza per l’ultima vostra ora. Molti figli passeranno in altro ovile a causa di pastori disonesti ed astuti, che travieranno molti. Rimanete fermi alle mie parole, non credete a nessuno che non sia il vangelo, non credete a chi con l’inganno vi porta una parola diversa e diversamente interpretata, perché i tempi secondo la mente degli astuti, sono cambiati e bisogna interpretare la mia parola con l’astuzia per portare l’uomo non verso il Vostro Dio che sono Io, ma verso se stesso. Credete ai miei emissari che vi mando e che portano in se la mia parola, la legge che io posi in loro mediante lo Spirito Santo. Ma fate attenzione anche verso costoro, non tutti sono miei, molti sono traditori e falsi; molti di voi credono a costoro, anziché a chi nell’ombra parla. Lo spirito non è spavaldo, lo spirito non ama mostrarsi, lo spirito non ama l’apparenza e l’apparire, ama la modestia e l’umiltà, è saggio e sapiente, dona saggezza, aiuto e conforto, non chiede danaro, nessuno lo paga, esso viene sempre in aiuto, da amore, porta verità e giustizia, è sempre leale e onesto, non tradisce, ecco anche i miei figli quelli veri sono come lo Spirito Santo, non hanno una doppia parola, essi pensano come lo Spirito, esternano con la Verità, nelle loro bocche è la verità e la giustizia, parlano sempre con pensieri veri, cercano ed esaltano sempre Me, e loro si ritengono nulla, e voi inseguite i falsi profeti, che astutamente si sono arricchiti, su un iniziale verità, ma poi col tempo hanno tradito. Il maligno, anzi per ingannare meglio usa molti dei suoi, per convalidare altri e portarli a se.
Figli pregare Mia Madre significa pregare Me. Dunque affrettavi il tempo è breve, la vita è breve e non sapete quando il frutto è maturo e cade dall'albero.


IO benedico tutti, benedico molti, benedico chi è lontano e chi sta nel mio cuore, ma ancora vi supplico pregate con passione e amore, come Io amo voi. +++

Il segreto delle vita eterna.

Il segreto delle vita eterna. Tutti noi andiamo in cerca di ottenere la vita eterna, ma quanti l'ottengono? Il cristiano c...