lunedì 28 novembre 2016

Fate della vostra vita un tabernacolo di Gloria.

LA CONFESSIONE PERFETTA!!!


27 NOVEMBRE 2016
L'Immacolata nel suo splendore durante la messa, mi ha parlato. 

Cari figli oramai il tempo per questo mondo volge al suo epilogo, molti,(sospiro) molti(sospiro) troppi(sospiro) figli si abbandonano alle tenebre, anche consacrati perdono la fede per il mondo, e portano verso la fossa il mondo.

Voi non intendete che quando verrà la fine sarà all'improvviso e non ci sarà il tempo per rivolgervi neppure al vostro Signore. Sono qui per chiedervi di consacrarvi al mio cuore Immacolato di Madre, affidatemi tutto di voi stessi, anche chi amate, i vostri figli e genitori, amici, fratelli di vita.

Figli dove fare una confessione generale da quanto siete nati, perchè molti mal si confessano omettendo spesso peccati anche gravi per paura, figli ricordatevi che si fa sacrilegio, figli, figli, figli dovete ben confessarvi, liberando le vostre anime da tutti i peccati, anche quelli che potrebbero essere altrettanto gravi, non dovete tralasciare nulla, e i miei consacrati a Dio ancora fedeli, devono essere irreprensibili e far domande scomode ai figli che si recano a confessarsi, perchè se il confessore non chiede anche l'impossibile, anche esso avrà su di se un peccato e avrà fatto omissione nel chiedere (errore di trascrizione).

Siate zelanti, nella confessione perchè poi il credente sia pronto per una Santa comunione.
Istruite santamente i vostri fedeli, nella grazia e nella pienezza del momento, e voi non distribuite il corpo Santissimo e Sacratissimo del mio Signore e Figlio, sulle mani immonde degli uomini, si fa sacrilegio, lo fate voi che accettate di far ciò, lo fanno loro che non capisco la gravità, ma prima siete voi, a commetterlo perchè su di voi cade la più grande responsabilità.

Ricordate figli le parole del mio Divin Figlio. leggete ogni giorno un salmo e il Vangelo, meditatelo con i vostri cari ed amici, non manchi mai la preghiera nei vostri cuori, nelle vostre famiglie,  la Santa Messa e l'adorazione eucaristica. Ricordate figli che innanzi a voi non vi è più l'umile sacerdote, ma Mio Figlio e Vostro Signore Gesù che vi assolve, il sacerdote è il mezzo, ma mio Figlio elargisce ed esercita il potere che è in Lui.

Quanto sono fortunati i figli  i miei sacerdoti, che sanno quale grande grazia sia per loro le confessioni, se sapeste quante grazie vengono a voi, mediante questa pratica, dove voi potete praticare la santa carità verso i piccoli figli del mondo; però ricordate figli, serve a voi tanta, tanta, tanta umiltà, voi siate i primi ad esercitarla, senza questa grande virtù, nessuno giunge a Dio.

Sempre più avanza il tempo del male, senza speranza è il mondo, una rovina più grande cadrà presto su  di esso, ciò che l'uomo pensa essere suo, non lo sarà più, vi sarà tolto il vostro, anche la vostra vita vi sarà tolta, grande disperazione, grandissima afflizione. Non tarderà il tempo che le potenze dei cieli saranno costrette a scendere sulla terra, per riportare l'ordine tra gli uomini, molti saranno presi e pochi rimarranno; figli fate si che siate voi quelli a rimanere. 

Vi amo figli, ascoltatemi, pregate ed amate, siate umili e tenete saldi i vostri cuori al mio cuore di Madre, preservatevi dal peccato, resistete perchè grande sarà il dolore, ma fate quanto vi chiedo giorno e notte e non indugiate più, il tempo è alla sua fine. 

Vi benedico tutti voi che ci amate e credete nel Mio e Vostro Signore Gesù, il Padre Celeste e lo Spirito Santo.

Fate della vostra vita un tabernacolo di Gloria a Dio.

°°°°°°°°°°°°°
Divulgate questo messaggio a chiunque specie ai sacerdoti.


Dato a  Boanerges Yhwhnn

sabato 26 novembre 2016

LA SANTITÀ' E LA MALIGNITÀ'

COME SI STABILISCE CHI E’ SANTO!


Gesù era ed è vero Dio, ce lo racconta proprio il vangelo, in diverse situazioni.
Questo ci fa capire come noi possiamo comprendere chi è di Cristo e chi non lo è.

Nei vangeli è raccontato in diverse manifestazioni di Gesù chi egli era, e Gesù stesso dice “lasciate che i bambini vengano  a me!!!”, perché usa questa espressione? Perché generalmente i genitori temono per i loro figli, e li bloccano in quello che si sentono di fare spontaneamente, quasi senza volerlo. A quei tempi Gesù dimostrava chiaramente chi Egli era, anche se non direttamente, cosa voglio dire, Gesù non aveva posto un cartello alle sue spalle per dire io sono Dio incarnato, no, ma questo non serviva, Gesù lo manifestava sia con le sue opere che con il suo stesso essere, sia nella carne che nello spirito e tutti lo vedevano per quanto nessuno si azzardasse a dirlo a lui, ma la sua fama parlava per lui.

Cosa intendo dire, perché Gesù fa quell'affermazione lasciate che i bambini vengano a me!! Semplice perché il suo potere di Figlio di Dio e Dio con Dio, era continuamente manifesto attorno a Lui, si dice anche che la luce è venuta nelle tenebre per rischiararle, ma per far ciò bisogna che il potere di Dio si manifestasse totalmente in terra e usò la carne umana resa immacolata, per manifestarlo, per cui tutti coloro che lo avvicinavano ne sentiva il suo potere tangibile, reale e ne erano attratti come un magnete, infatti Gesù esercita sugli uomini un azione attrattiva; i bambini ovviamente essendo puri, avvertono prima degli adulti, la potenza, la gloria di Dio e ne sono attratti fortemente, tanto che a quei tempi appena percepivano che Gesù si stava avvicinando in un certo luogo iniziavano ad agitarsi, perché volevano corrergli incontro, per questo dice quella frase, “lasciate che i bambini vengano a me!! “ oltre che aver anche un altro senso.  

Tutti i bambini erano ripieni di gioia per andar incontro al loro Signore, sono le anime pure dei candidi che reagisco alla Gloria di Dio. I bambini appena vedevano in lontananza colui a cui il loro cuore era tutto proteso, in quel momento gli correvano in contro o per lo meno cercavano, limitatamente a quando i loro genitori permettevano loro di fare, come fossero innamorati di Lui, e così è. Mentre gli adulti rimangono nei confronti di Gesù spesso senza parole; molto dipende anche dagli animi, se in un animo abita un essere buono o un essere malvagio, infatti se un adulto conserva la sua purezza di bambino anch'esso avverte la gloria di Dio, e ne è attratto in modo minore ma sempre in lui, ha questo effetto, se invece nell'adulto alberga il male, esso viene attratto da Cristo ma non per gioire della sua presenza, ma per tentarlo, per sbeffeggiarlo per volergli male, come avvenne con i farisei, gli scribi e altri, che avevano in loro il peccato.

Questo fatto viene anche registrato o manifestano in senso opposto da coloro che sono indemoniati, non solo i bambini sono affascinati, attratti da Gesù, ma anche gli indemoniati, perché il sacro affascina anche loro, ma non nel senso di averne di beneficio, ma nel senso di tentare di allontanarlo da se, o tenerne in qualche modo, i posseduti sono lo stesso, entrano in chiesa, facendo a se stessi del male, perché provano un grande dolore, ma per tentare di essere più forti cercano di sconfiggere quel Cristo, fino a fuggire poi da esso . Infatti quando Gesù arriva nei pressi di un paese dove vivono costoro, uno di questi da lontano lo vede e gli va in contro per rimproverarlo e gli dice cosa volesse da loro, lo supplica di andarsene.

Ecco sia i bambini o gli indemoniati come si nota entrambi sono attratti per un motivo o per altro, dalla potenza e dalla Gloria di Dio. Questo ci fa capire una cosa molto importante, un metro di misura, per attestare la santità di un soggetto umano che si presenta al mondo come un salvatore, se i bambini senza volerlo, senza motivo apparente gli vanno incontro spontaneamente senza essere spinti da nessuno ma questo caso è solo tipico di santi grandissimi, quasi non ce ne sono ad eccezione di Cristo Gesù.  Per gli altri invece si valuta in altro modo, se il bambino posto in braccio al soggetto  non piangere, non si agitarsi, non grida, ma agendo in senso positivo, cioè stando bene con quell'individuo e desiderando di stare con esso, ecco che il bambino fa capire a noi adulti che  quell'individuo è a Dio consacrato e porta in se lo Spirito Santo, perché il bambino vede e percepisce in lui Dio.


I bambini sono un po’ come gli animali, più sono piccoli e più sono innocenti, percepiscono il bene o il male e ad uno corrono incontro e si lasciano baciare, coccolare, mentre  all'altro cercano in tutti i  modi di fuggirgli, quindi se il bambino è molto piccolo si mette a piangere, a strillare, perché ha paura di quello che sente in quell'essere. Mentre nel caso di un Santo, il bimbo sta tranquillo, esso gioca, esso ride, esso si comporta come se quell'individuo fosse il suo papa o lo sua mamma, con grande trasporto ed affetto. Questo è il vero metro di misura per sapere chi è santo e chi non è. Eppure tutto questo è scritto nel vangelo, solo che l’uomo di chiesa ha sterilmente interpretato il testo evangelico,  soffermandosi solo alla superficie senza penetrare profondamente lo Spirito Santo. A noi non servono i libri degli uomini per capire Dio, a noi serve solo lo Spirito Santo che illumini le menti degli uomini, perché come Gesù disse che nella sacra scrittura vi è tutto scritto di quello che noi dobbiamo sapere e conoscere.  Il problema è che l’uomo pretende di scrive una pagina più del libro, senza appellarsi allo Spirito rivelatore o consolatore che è lo Spirito Santo. Perché noi vorremmo aver l’ardire di giudicare anche le opere di Dio. Vorremo poter sentirci indipendenti da Dio e poter gestire con la nostra mente, di uomini la conosca che Dio ha lasciato per noi racchiusa, nella Parola cioè nel suo Verbo Santo. Ecco allora che la frase detta a S. Agostino da quel piccolo angelo torna ogni giorno prepotentemente valida "E tu come puoi pensare di comprendere Dio, che è infinito, con la tua mente, che è così limitata?!" bisognerebbe farla scrivere a lettere cubitali in testa agli istituti religiosi perché spesso essi si dimenticano che senza l’ausilio di Dio nulla viene all'uomo che non sia di Dio, perché l’uomo ragiona da uomo e non ragiona da DIO, perché noi non siamo dei, come qualcuno vorrebbe far credere, per inorgoglirsi in quel che pensiamo di essere, quando non siamo proprio nulla.


I bambini sono i nostri angeli.

venerdì 25 novembre 2016

CELATO NELLA TERRA UN SEGRETO!

IL SEGRETO PORTERÀ’ LO STRANIERO!




Dopo aver letto un articolo su certo argomento m’è tornato alla memoria che avevo un messaggio molto vecchio, ho impiegato un bel po’ a cercarlo, e ve lo propongo qui, mai scritto in nessun posto prima, penso che sia utile conoscerne il contenuto, da quello che posso capire del messaggio pare che sia riferito a qualcosa che verrà portato alla luce, cioè alla conoscenza, ma da quello che leggo, pare esser qualcosa di falso o forse meglio dire progettato perché sia scambiato per vero..

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Messaggio della Madre S.S.ma l' Immacolata  12-12-1986


Figlio ascolta bene.

Un terribile evento, il maligno ha progettato
contro i figli della luce, un giorno non lontano.

Nascosto nella terra è celato un segreto,
 progettato dalla scienza malvagia che
farà crollare il fondamento, che si frantumerà
e  grande insurrezione procederà.
Lo sbandamento produrrà fiamme fin al cielo,
le anime si torceranno e molti capelli cadranno.
Fuga di santi, di anime elette e di popolo
getteranno a terra la croce e la calpesteranno.
La furia dell’uomo sarà grande e senza senso
allora la divisione sarà inevitabile.
 A causa di ciò, abbracceranno lo straniero.


I Miei figli non devono disperare perché quanto viene è una prova come tante, siano invece saldi e non perdano la fede,  rimanete saldi alla Verità anche contro il pensiero dominante del mondo, il maligno vuole far perire le anime, che sono a Me e a Mio Figlio consacrate e devote, grande prova dovrete tutti passare e ancora non è la fine. 


venerdì 18 novembre 2016

E' giunto il momento di decidersi per Dio o contro!

DITE SI A DIO!!






17/11/2016 ore 23:30

Cari figli miei amati, sono l'Immacolata Madre Eterna, del verbo incarnato.

Vengo a voi dal Padre che è nel Figlio, nel dolore e nello sconforto vi parlo, consolate il mio cuore afflitto per il mondo intero.
Una gravissima agonia colpirà il mondo intero, sarete gettati a terra, schiacciati dai vostri peccati, dalle tenebre che sono in voi, da ciò che presto giungerà, molti nemici avete attorno, ma voi non guardate, volgete il vostro volto, verso il cielo li dove è il Regno eterno ed implorate la S.Sma Trinità di concedervi pietà.
Figli degli uomini non tardate più, il tempo corre verso il suo ultimo respiro, i figli delle tenebre corrompono giorno dopo giorno le certezze dei figli della luce, per questo dovete molto, molto, molto pregare, rimante saldi nella fede, del mio dolcissimo figlio Gesù, sforzatevi e donate preghiere, opere, sacrifici al Mio Signore, mondate sempre i vostri cuori, che in voi alberghi solo la purezza, nelle intenzioni, nei pensieri, nelle opere, e sulle vostre labbra sempre una parola d’amore, anche nella sofferenza e nel dolore. Alzate le vostre mani al cielo e pregate in ginocchio colui che è nei cieli eterni, Egli vi guarda ogni istante, vi ascolta, nei vostri pensieri, vi accarezza, vi bacia, vi ama con nessuno uomo, donna, madre e padre può fare, vi ama con una tenerezza infinita, lasciatevi prendere da LUI figli, e potrete sentire la sua gioia, il suo amore, in voi, che riempie i vostri cuori le vostre anime, il vostro tutto.
Guardate e pensare al Padre con gli occhi della tenerezza di un bambino, come vi disse mio Figlio siate bambini nello spirito e avrete e vedrete Iddio.
SU, figli miei amati, su figli cari, forza, non abbattetevi, ho bisogno delle vostre preghiere, molte, solo così potrò assieme a voi sconfiggere le tenebre, donatemi la vostra fiaccola, rendetela splendente, abbagliante, vi voglio tutti miei soldati.
Ditemi Si, Madre lo voglio!
Dite Si al Figlio!
Dite Si al Padre!
Dite di allo Spirito Santo!
Ogni giorno voglio sentire da voi il vostri Si!
E io vi dirò Si nei vostri cuori.





L'anima che Ama il Padre nel Figlio con tutta la tenerezza che è capace, sa cosa vuol dire piangere di gioa per LUI, non è vero figlio?

- Si, Madre, Si!



L'ULTIMO RESPIRO PER IL MONDO.


L'ULTIMO RESPIRO PER IL MONDO.




18 settembre 2016

Cari figli miei amati, sono l'Immacolata Madre Eterna, del verbo incarnato.

Vengo a voi dal Padre che è nel Figlio.

Ero esistente nel seno le Padre Celeste prima che il tempo della terra fu.
Mio figlio nacque da me, prima ancora che nacque in terra.
La Trinità esisteva già nei cieli, prima che in terra si concretizzo in carne.
Il Mio spirito era già nei cieli, prima che io esistetti in terra, così volle il Padre mio Celeste.
Così il Figlio è figlio del Padre e io suo sua Figlia e sua Madre e mio Figlio è il Padre, ma l’uomo non apre il suo cuore e non comprende, forse un giorno capirete.
Tutto come in terra nasce cosi nei cieli nasce, tutto ha un suo principio, ma solo sulla terra ha una fine, voi siete qui per passare da questo mondo all'eternità, questo mondo serve a voi solo come passaggio all'eternità, ma per giungervi dovete far la volontà del Padre che è nel Figlio, questa è la condizione, così avrete l’eternità. Non siete nati per questa terra, ma per essere eterni, qui passate solo la vostra prova, sofferente, dolorosa, gioiosa.
Non tutti i figli sono figli della luce, non tutti i figli accettano la luce.
Ma chi abbraccia la luce vera, quella che splende su ogni uomo, Io e il Figlio mio che siamo nel Padre, vi promettiamo che per voi non ci sarà più dolore ne lacrima e ogni cosa sarà gioiosa nell'amore, già qui sulla terra se volte potreste sentire una goccia di quell'eternità che vi attente, aprite, spalancate i vostri cuori e lasciate che entri il Re della Gloria, liberate le vostre menti, e permettente alla potenza di Dio di essere in voi, ogni uomo bramerebbe esser con noi nell'eternità, e vivere nell'amore di Dio, nulla è più meraviglioso che godere di questo amore smisurato che la Trinità riversa in ogni anima.

Cari figli riempite i vostri cuori, bevete alla sorgente della Vita, mangiate, il corpo del Mio Signore e Figlio finché ne avrete, custodite nei vostri cuori la Trinità, siate sempre certi delle Parole sacre del Mio e Vostro Dio l’Eterno, ma non stancatevi mai, perseverate.
Io vostra Madre in questi tempi terribili, vi attento per portarvi tutti, nella Gloria di Dio.

Su, figlioli cari, su, preghiera, digiuno dal peccato, spargete la parola del Figlio mio Gesù, più che potete, non temete lo scherno, non temete, il figlio Mio è con chi lo ama, fede, fede, fede!!!




martedì 15 novembre 2016

CRISTO VALE 30 MONETE?

APPROVAZIONE O IMPRIMATUR!

Il titolo che ho posto, è un po curioso, ma è fatto di proposito, per far capire quanto esprimo infondo a questo articolo..



Decreto della Congregazione per la Propagazione della Fede A.A.S. n° 58/16 del 29-12-1966, approvato da S.S. Paolo VI il 14-10-1966 e pubblicato per volere di Sua Santità stessa, per cui: non è più proibito divulgare - senza l’imprimatur - scritti riguardanti nuove apparizioni, rivelazioni, visioni, profezie e miracoli.



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


Ci sono persone che i chiedono se la chiesa ha dato il benestare o imprimatur su queste preghiere che ho ricevuto tempo che fu. 
Il discorso è questo, voluto sottoporre con vari sistemi, a diversi soggetti la veridicità di queste preghiere che ho ricevuto, il sistema più efficace che si conosce è l'uso del posseduto, se queste preghiere sono di natura divina le entità demoniache nei posseduti reagiscono in vari modi, a seconda dell'efficacia di quelle preghiere, un esempio l'ave maria paradossalmente è più efficace del Padre nostro perchè nel Pater c'è quella farse che distrugge di fatto la preghiera stessa, per cui è decisamente meno efficiente, cosa che chiunque dovrebbe dire il contrario ed invece no.

Quindi più le preghiere fanno male al demone più esse sono valide, quindi hanno in se la forza di contrastare l'entità e liberare anche il soggetto, posseduto. Ora da quello che ricordo la corona "La gloria di Dio" addirittura come fu detto dalla Madre di Dio era usabile come arma contro satana, quindi volendo anche uso di esorcismo. Quando la feci testare la corona e le preghiere appunto da questo esorcista molto bravo e come si dice forte, mi disse che non aveva mai avuto per le mani una cosa del genere. Che i posseduti appena sentivano la presenza della corona, nemmeno la vedevano, ne nemmeno recitandola iniziavano ad agitarsi, quando si recitavano le preghiere avveniva il finimondo, e costui la uso per molto tempo, perchè io gliela lascia per parecchio, poi fu lui stesso a chiedermelo, io non avevo nulla in contrario. Con l'aiuto di un altra persona fu consegnata nella mani di un convento di frati che pure loro valutarono la bontà della stessa e delle preghiere mi fu detto che dal punto di vista teologico non vi era nessuna preclusione che la corona non vi era nulla di eretico, non solo costoro pregando con essa produsse nelle loro mani quando io non ave detto loro, cioè che la corona e relative preghiere genera mentre si recita un intensissimo profumo detto il profumo dei santi, che addirittura ha un gusto come di miele molto ma molto dolce. Non contento consegnai la stessa ad un monastero di suore di clausura mediante un altro ragazzo, che conoscevo anche qui sono rimasta soddisfatte, ma espressero un parere dicendo che dato che la Madonna non vuole uso a scopo di lucro loro temevano che la chiesa non avrebbe acconsentito. Su indicazione di un padre spirituale andai Saccolongo Padova, dal fratello di un noto sacerdote oggi in odore di santità che per altro conoscevo molto bene, padre Daniele Hechi, il fratello un certo Barnaba anche lui sacerdote, professore di Teologia in pensione, all'Università Cattolica del Sacro Cuore, per altro scrisse molti libri, quindi un personaggio a detta sua importante, ma questo a me non interessava un gran che con tutto il rispetto per i suoi studi, gli consegno il materiale dopo circa una settimana mi chiama, vado lì, e i dice subito queste testuali parole, 
La corona è magnifica, non m'è mai successo che una corona profumi quando si prega con una certa intensità, però mi dice" mi dispiace dirle, che la Santa sede non approverebbe mai questa corona ne le preghiere, perchè in poco tempo sostituirebbe la corona delle Vergine quella che tutto il mondo conosce" sue testuali parole, al che io ho chiesto per quale ragione non approverebbero e mi risponde" perchè c'è un messaggio della Madonna che dice un certa cosa" ho capito subito a cosa si riferiva, al messaggio che dice che lei non vuole che nessuno faccia scopo di lucro della corona, che può essere solo donata. Allora gli ho detto se io concedessi disponibilità infrangendo questa volontà sarei approvato, giusto? non ha risposto, ma il silenziose era chiaro. Aggiunsi, non posso farlo, non lo farò mai, non esiste. 
E poi aggiunsi ma la chiesa ha bisogno di ricavare danaro per approvare una corona o delle preghiere? 
Ecco il motivo che Medj aveva bisogno dell'imprimatur, per essere riconosciuta valida al 100%, a me non interessa, farà il Signore che ha altre strade. 
Poi percorsi anche la via di un prelato di un certo grado, non dico ne nome ne titolo, si capisce, questo fu entusiasta, solo che quando mi disse che per l'approvazione io avrei dovuto concedere in toto, tutto il materiale che loro avrebbero provveduto alla divulgazione in forma cartacea, io che non sono stupido, ho capito subito che aveva intenzione di farne un lucro, e gli dissi ma lei vuole vedere queste corona? E lui mi rispose affermativamente io lo guardai, mi scusi ma lei ha letto bene, le disposizioni che ho ricevuto? Si, ma sai noi possiamo far quello che vogliamo" ho sgranato gli occhi. L'ho guardato senza dir nulla ho preso il mio materiale e sono andato via, non mi ha più visto quindi quello che disse il Prof, di Teologia il più onesto, era la verità. Per cui niente imprimatur solo perchè non permetto lo sfruttamento economico!!! Mentre Medj ha permesso lo sfruttamento economico. Quindi io non venderò mai e poi la parola di Dio. Ora il piccolo libretto di preghiere che ho fatto, qualcuno mi ha accusato di incoerenza; bisogna dire ai cari lettori che non sanno un  tubo, che l'ho fatto non per guadagnare soldi, ma solo per impedire che qualcuno mi derubasse delle preghiere e della corona visto che un prete c'ha provato. Inoltre io da ogni libretto prendo una miseria, e attualmente a distanza di quasi un anno, non ho ancora visto un tubo, se non supero una certa quota di danaro, per ogni trimestre, ovviamente i soldi non me li danno, per cui a voglia di vivere con quello. Le persone dovrebbero prima di tutto farsi un bel lavaggio di coscienza prima di parlare. Quindi tutte le mie preghiere e la corona "La Gloria di Dio" sono tutte registrate Siae.

I maligni, direbbero ma sono cose non vere, se le inventa etc, anche se dimostrassi che quanto dico è vero, costoro continuerebbero a sostenere quello che a loro fa comodo, anche contro la verità, hanno fatto anche con Cristo così, per cui, io che non sono nulla, fanno anche peggio. 

Ovviamente chiunque ha queste manifestazioni, vorrebbe essere approvato dalla chiesa, ma personalmente non m'interessa, non perchè questo non sia importante, non perchè si voglia squalificare la questione non è per questo, è solo che non voglio far torto a Dio di una sua richiesta e per me vale molto di più Dio di chiunque altro, per cui non ha importanza. Se sarà, lo vorrà il Signore, ma arriverà in altro modo, può essere anche dopo che non ci sarò più, non m'interessa.

E' già tanto che metto a disposizione di tutto il mondo queste cose, senza chiedere un solo penny a nessuno molto altri invece fanno un gran commercio sul Sacro, a me sinceramente fa assai schifo!!! 

Mi chiedo con quale rispetto, si propaghi la fede in Dio, se poi se ne fa un uso economico di Dio.  

In chiesa si chiede la questua, quando Cristo non vuole! 
La gente se vuole da, non deve essere costretta e in chiesa non ci deve essere danaro, ricordatevi il fatto che Gesù picchia i mercanti nel Tempio, siete voi come loro?


A buon intenditor poche parole! 






lunedì 14 novembre 2016

CHI SPARGE LA PAROLA NON MAGIA, MA CHI LAVORA MANGIA.


CORREZIONI 
DI NOSTRO SIGNORE E DELLA MADRE SUA.




Quando ero piccolo, il Signore e sopratutto la Madre sua l'Immacolata mi insegnarono molte cose, e tra queste ricordo che vi erano alcune correzioni che ancora oggi dico durante la messa. 

Una delle prime cose che l'Immacolata mi fece osservare è la frase che si dice durante la messa, 


  • " di soltanto una parola e io sarà salvato"

facendomi una semplice domanda: 

"Chi salva coloro che mai pregano?" 

Nella mia semplicità di ragazzino, risposi, "ti aiuto io", senza rendermi conto di cosa significasse, e la Madre mi risponde, "basta che tu invece di dire io sarò salvato, dica e tutto il mondo sarà salvato" .

A quel tempo certamente non è che riflettevo tantissimo, si qualche volta, ma gran parte di quello che affermava lo prendevo tutto realmente senza pormi nessun pensiero e facevo quanto mi veniva detto, per cui da allora ho sempre cambiato durante la messa quella frase ed ero sicuro, in cuor mio, che il Signore avrebbe protetto e salvato coloro che mai pregavano o per lo meno avrebbe dato loro l'occasione di redimersi.

Anni dopo quando fui un po più maturo meditando su quello che avevo appreso dai Loro insegnamenti, comincia a riflette sulle tante cose che mi furono dette, e anche questa tornò alla mente, ragionando un pochino compresi, che effettivamente la frase usata dalla chiesa era errata, perchè è arrogante, nel senso che chiedere a Dio di essere solo noi salvati, senza pensare anche a coloro che non pregano e non amano, indicava poca umiltà, e il Signore era dispiaciuto che la chiesa non avesse mai corretto questa piccola ed apparentemente insignificante frase, ma siccome questa viene detta durante il rito rivolto al Signore effettivamente non era una bella cosa, per cui ovviamente quella richiesta aveva un senso ben preciso, quello di chiedere a Dio di soccorrere anche costoro, perchè dopo tutto sono anch'essi figli di Dio, per quanto lontani; per cui era molto gradito al Signore questo piccolo miglioramento, verso tutto il mondo. 


  • Poi il Signore, un giorno parla dicendomi: 
"Il Padre Mio che è ne cieli, nutre le creature che sono qui sulla terra, secondo la loro natura, ad ognuna ha dato cosa mangiare e come vestire, ai fiori del campo ha dato un bell'abito, agli animali la loro veste(manto) eppure nessuno di loro lavora. All'uomo invece l'ha fatto nudo affinché lavorasse e traesse dalla terra il suo sostentamento e il suo vestito, il suo mangiare, ma ai miei io ho dato una parola che è un lavoro; Io andavo per i campi a spigolare con i miei apostoli e accettavo quello che la gente di buon cuore ci dava, per aver portato loro la Parola del Padre Mio che è parola di vita eterna. Secondo te, è giusto dire che se in una comunità uno non lavora non deve neppure mangiare? "

Gli risposi, No non è giusto perchè se la tua parola è lavoro per l'anima, coloro che portano a te altri uomini fanno questo lavoro e vanno di casa in casa a portar la tua parola e quindi la gente che è di buon cuore darà a loro quello che possono offrire"

E lui "Si hai detto bene, così farai tu. In una comunità chi sparge la mia parola non mangia, mentre chi lavora mangia. Perchè il Padre Mio se nutre la natura, perchè non dovrebbe nutrire anche chi si preoccupa degli uomini spargendo la Sua parola? Meglio arrivare al Padre nudi che coperti d'oro, meglio arrivare affamati che grassi,  perchè gli uni avranno molto gli altri non avranno nulla. Se non sei misericordioso, con il fratello, non seguirmi. Perchè colui che sparge la parola, fa molto più lavoro, di chi lavora" 

Poi nel tempo capii, cosa volesse dire con quella frase: "In una comunità chi sparge la mia parola non mangia, mentre chi lavora mangia." Capii che, chi sparge la parola del Signore non mangia tutti i giorni, perchè si attiene alla provvidenza e al buon cuore di coloro a cui porta la parola, mentre chi lavora nella comunità mangia tutti i giorni e non sempre chi lavora è disponibile ad aiutare il fratello che non mangia, pur stando nella comunità."  

  • C'è un altra cosa, l'uomo ha la brutta abitudine di rivolgersi al Padre un po con troppa superficialità e alle volte presunzione per quanto nella sua mente pensi che tutto sia normale e possibile. 
A cosa mi riferisco, a frasi molto simili tra di loro, specialmente a talune che vengono proposte in chiesa durante la lettura e le richieste che si fanno a Dio. Ce ne sono diverse, ne prendo una a prototipo, che dice: "rendici misericordiosi come il Padre" 
questa affermazione non si deve dire, per un semplice motivo, la frase detta da noi potrebbe sembrare innocua, invece non lo è proprio per nulla, perchè nessun uomo può pensare neppure vagamente di assomigliare al Padre Eterno, nessuno può pretendere di essere a LUI simile, neppure nella misericordia, per cui chiedere questo equivale a porci al suo stesso livello, pretendere di essere noi dei. Quindi attenzione a cosa si chiede e come, perchè noi dobbiamo sempre rapportarci verso Dio, che sia il Padre o il Figlio o Spirito Santo con la massima umiltà, anche nelle richieste. 

E queste espressioni dimostrano ben poca umiltà innanzi a Dio.
Nessun essere umano potrà mai e poi mai essere ed avere la medesima misericordia del Padre, quasi potrebbe essere un eresia.
Siccome colgo subito gli errori, che si dicono, cambio immediatamente le frasi e le pongo nel modo più corretto, per esempio questa: "rendici misericordiosi come il Padre" diventa  "rendici misericordiosi O Signore".  

La pretesa di essere come il Padre non è di natura divina, non s'insegni ai credenti cose sbagliate, per rendere il Padre Celeste quasi umano, senza il dovuto rispetto. 

Il problema è che il popolo sia quello sapiente che l'opposto, quando va in chiesa non si pone alcuna domanda, sulle affermazioni che i sacerdoti fanno, prendono tutto come giusto, questo fa capire che in realtà, non pensano a quello che il sacerdote dice loro, e forse nemmeno realmente ascoltano, spesso presi dai loro pensieri, quindi ripetono come pappagalli, tutto. Quindi puoi far dire qualsiasi stupidaggine che tanto tutto va bene, e poi proporre qualsiasi rito strano anche con balletti, che tanto tutto va bene e sarà sempre peggio. 





sabato 12 novembre 2016

DIO NON BADA ALLA FORMA MA ALLA SOSTANZA!


DIO NON BADA ALLA FORMA MA ALLA SOSTANZA!



Una contestazione che mi stata mossa, giusta e doverosa è che dovrei riprendere l'Italiano, alcune volte effettivamente non scrivo molto bene, qualche volta è proprio perchè non ho voglia di star li correggere il contenuto dal punto di vista grammaticale, altre volte invece lo correggo dopo che gli amici mi fanno notare quel che non va, qualche volta lo scrivo bene. 

Però devo dire una cosa, Che noi esseri umani quando vogliamo trovare un difetto ci attacchiamo subito alla forma, badiamo molto a come il testo è scritto, quanto esso sia perfetto nella lingua in cui si presenta, ma non badiamo assolutamente alla sostanza cioè al suo contenuto; addirittura esso per taluni è poco importante perchè a sentir costoro è più importante la forma esteriore dell'essere che non il suo significato. Come dire taluni badano di più all'abito che indossi che a quello che sei e di costoro ve ne sono tantissimi, in tutti i ceti sociali, culturali e religiosi.

Ci dovremo chiedere perchè Dio nella sua infinita sapienza scelga gli ignoranti ai sapienti, e forse capiremo quel che la nostra presunzione, non ci permette di comprendere. 

Molto spesso coloro che trovano cavilli di questo genere, sono persone che in realtà non credono, pur dicendosi grandi credenti, ma se fossero veramente credenti, comprenderebbero le ragioni di Dio, nel scegliersi un ignorante come suo emissario anzichè lor stessi, per tale ragione dimostrano con il loro atteggiamento grande invidia, per cui devono con la loro superiorità culturale, schiacciare chi è meno di loro, nelle abilità letterarie. Quel che conta per questi, sono le superficialità non i pensieri profondi che questi dovessero trasmettere, per quelli spesso a costoro danno fastidio, spesso il pensiero profondo diventa un giudizio terribile per molti, insostenibile, un pensiero che non accettano, per cui distruggono la persona attaccandosi a dei cavilli.

Dovrebbero chiedersi perchè Dio bada alla sostanza ma non alla forma, perchè Esso non è esteriore, non è vanitoso, non è superficiale, non gli interessa dimostrare la sua superiorità, perchè non vuole umiliare la nostra natura presuntuosa, altrimenti otterrebbe l'effetto opposto, tutti fuggirebbero da Lui.
Mentre satana ama umiliarci, ama vantasi, ama mostrarsi più grande anche di Dio se potesse, per cui coloro che bacchettano altri sulla forma, credono di essere in preda  allo spirito Santo, invece sono in preda a satana. 

A Dio non interessa proprio come l'ignorante scrive se fa errori o meno, a lui interessa che il suo pensiero nella massima semplicità possibile sia trasmesso a tutti, perchè sia comprensibile. 
Se un ignorante lo comprende, molto più un sapiente dovrebbe comprenderlo per cui Dio crea pensieri semplici comprensibili anche ai bambini. Non vuole che il suo pensare sia di solo appannaggio dei dotti, affinché essi poi ne facciano verso gli altri quello che vogliono, proprio questo motivo esso trasmette agli ignoranti, perchè spesso i dotti, trasformano la parola di Dio, come meglio gli comoda. 

Ma quando l'uomo vuole essere superiore anche a Dio, 
si sostituisce a lui in tutto, ecco che ogni peccato si manifesta. 
Talune volte sono più stolti i sapienti degli Ignoranti
Noi coniamo mille metafore ma nessuna scalfisce Dio.

venerdì 11 novembre 2016

Domande degli amici!





Un  amico mi fatto questa domanda: 

Ti sei mai chiesto perchè certi diffidano di te? 
Forse perchè vuoi rimanere nell'ombra...difficile dare credibilità ad un ignoto.

 

Risposta:

Per ora non posso uscire, un giorno lo farò, quando sarà il momento.

So e ho sempre saputo che la gente avrebbe fatto molta fatica a credermi, anzi molti non mi avrebbero creduto, ma non era questo il fine, come ho sempre detto io non conto nulla quello che faccio è solo per Dio, io non merito nulla, perchè tutto viene da lui quello che offro al mondo, So benissimo che la gente fa fatica a credere ma questa è la volontà della Madre del Figlio di Dio e io la rispetto, poi oltretutto è anche un prova per tutti, perchè Dio vuole che la gente si fidi di chi Egli manda, sopratutto se è nascosto, con tutti questi veggenti VIP, che più di metà sono fasulli. Il problema è che Dio vuole che la gente creda in Lui e non nel veggente, ecco il motivo perchè io sono nascosto, Dio non vuole che la gente mi trasformi in un santone o un idolo. 
So che la gente vuole il suo veggente ma non è il pensiero di Dio. 

Dio vuol far capire che non è il veggente che fa i miracoli e non il veggente il fulcro, invece noi abbiamo la mania di portare sugli altari i veggenti al posto di Dio, corriamo dietro a veggente lo tocchiamo come se da esso dovesse uscire chissà che cosa, e ci permettiamo anche di lasciar fare alla gente, non sono d'accordo, per cui rispetterò la volontà di Dio fregandomene della gente, mi spiace, non diventerò un idolo, come sono tutti gli altri, compresi i veri. 

Che mi vogliano credere o meno, non mi interessa. 
Ciò che io faccio, non lo faccio per me, ma per Dio. 
E non traggo da tutto ciò nessun vantaggio, ne di danaro, ne di fama, che rifiuterei. 
Ho sempre detto non sono un veggente!
Per quanto sembri esserlo.



Anche Dio sta nell'ombra!
Nessuno lo ha mai visto, solo il figlio lo ha rivelato. 
Però sta nell'ombra!
Stare nell'ombra ha i suoi vantaggi. 
Io non sono qui per essere creduto.

giovedì 10 novembre 2016

Richiesta urgente della Madre di Dio

LA S.S.ma L'IMMACOLATA 
CHIEDE 3 ROSARI INTERI AL GIORNO




Cari figli 
un grande evento deve essere evitato 
il Padre Celeste chiede 3 rosari interi 
al giorno da subito. 

===========

Non mi ha specificato per quanto tempo, ma è urgentissimo!

Se siete amici di Dio condividete più che potete e diffondete.

PREGARE E FONDAMENTALE

L'INCOERENZA!



MA L'IMPORTANTE OLTRE CHE PREGARE E CAPIRE QUANTO SI FA, PERCHÉ MOLTO SPESSO LA GENTE PREGA ANCHE BENE, MA QUELLO CHE POI RIMANE DELLA PREGHIERA È MOLTO POCO, PERCHÉ SPESSO, LA GENTE NON FA QUANTO È CONTENUTO IN QUEL CHE SI LEGGE E SI PREGA, NON SERVE ASSOLUTAMENTE A NULLA PREGARE E NOI NON AGIRE SECONDO QUANTO CONTIENE CIÒ CHE INSEGNA QUELLA PAROLA, MOLTO SPESSO LA GENTE AGISCE NELLA GIORNATA IN MODO COMPLETAMENTE OPPOSTO A QUANTO AVEVA PREGATO E QUESTO ANNULLA QUALSIASI PREGHIERA.


Ogni cristiano che si dica, amante di Dio, ha un diverso modo di iniziare la sua giornata,qualcuno mi ha chiesto di capire come io dispongo la giornata, nella preghiera.

Solitamente seguo questo iter,salvo imprevisti.

  • Al mattino: 
    • inizio con il credo apostolico
    • lettura 1 capitolo vangelo S. Giovanni Apostolo.
    • recita rosario della Vergine Maria 
    • lettura casuale del Vangelo.
    • lettura casuale della Sapienza
    • lettura casuale 1 salmo.
    • preghiere libere.

  • Verso mezzo giorno:
    • la mia corona La gloria di Dio.

  • Al pomeriggio alle 15. (ma non sempre se mi è possibile in relazione a quello che sto facendo)
    • recita coroncina Divina Misericodia

  • Alla sera:
    • lettura casuale più di un salmo
    • altre letture della Bibbia
    • altro rosario 
    • preghiere libere.
In relazione ad altri non prego moltissimo, anche perchè quello che è importante non è tanto quante preghiere una persona fa, ma la certezza della fede, infatti Gesù una volta mi disse proprio questo discorso che io non pregavo molto, ma che avevo una fede incrollabile, per cui anche se non pregavo tantissimo ma la mia fede il mio credo era solido come una roccia.


°°°°°°°°°°°°°°°°°°


Quando ero bambino dall'età di circa 5anni-intensificando attorno ai 7, invece pregavo molto ma molto di più.

  • Mattino solitamente la recita di un rosario del Vergine.
  • Pomeriggio facevo altre preghiere e sopratutto leggevo il vangelo.
  • alla sera iniziavo verso 9-10 era veramente la mia attività che durava anche fino alla 3 di notte.
  • dopo le preghiere,  leggevo tutti salmi, sapienza, vangelo, e altre parti della bibbia, cantavo anche i salmi.
Questa attività da bambino la protrassi fino all'età di 21 anni, poi per svariate ragioni dovetti cambiare, però devo dire che mi manca un po questo tipo di attività, la quale mi dava molti più frutti e soddisfazioni che non quella attuale. 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Una cosa importante da dire, quando si prega non bisogna pregare molto per se stessi, anzi pochissimo dire quasi nulla, ma sopratutto per gli altri, io seguo questo mio scherma, molto semplice, diviso in tre parti:

  1. ad uso generale;
      • tutto il clero
      • tutto gli esseri umani
      • tutte la anime purganti
      • tutti i malati
      • tutti i posseduti
      • tutti i bestemmiatori
      • per tutti i bambini del mondo
      • per la conversione di tutti i popoli non cristiani al cristianesimo.
      • per tutti coloro che muoiono a causa della Parola di Gesù.
      • etc, questo è per tutti in senso generale.

  2. ad uso specifico;
      • per una sola persona, 
      • per il pontefice
      • etc questo è ad uso singolo.
      • per evitare catastrofi

  3. ad uso specifico verso Dio.
      • per chiedere che Dio conceda alla S.Sma Madre Sua, qualcosa di specifico
      • per  chiede l''assistenza degli angeli per qualcosa
      • etc questo è solo per gli esseri soprannaturali.
      • anche per glorificare Dio, non sempre bisogna pregare solo per noi umani, cioè un preghiera rivolta solo verso di noi, spesso è preferibile pregare verso Dio, cioè per glorificarlo, questo genere di preghiera sortisce un effetto molto più rapido che non la preghiera verso il genere umano, perchè naturalmente tu dai gloria a Dio, quindi ti abbandoni totalmente a Dio, e lasci a lui fare quello che Egli reputa più giusto verso di te, molto spesso noi chiediamo tante cose, che non sono giuste per noi, però il Signore ce le concede lo stesso. 



mercoledì 9 novembre 2016

NOSTRO SIGNORE CONCEDE AL MONDO PIU TEMPO!


IL MONDO AVRÀ PIÙ TEMPO PER SALVARSI! 




Nella confusione di questi giorni avevo dimenticato di pubblicare come di solitamente faccio i messaggi che ricevo, mi scuso per non averlo fatto prima, ma con queste elezioni Americane anch'io mi son  un po perso, nel dare un opinione, mia personale non certo qualcosa di soprannaturale.




Domenica 6 novembre 2016

Durante la Sanata Messa, ho chiesto insistentemente a Nostro Signore che concedesse al mondo più tempo, perché fosse possibile salvare più anime prima del suo ritorno, non ho chiesto che si fermino i terremoti, ne gli uragani, che qualsiasi evento di qualsiasi tipo, ma solo che la fine, per questo tempo, fosse più lontana possibile, sopratutto che attendesse, che intervenisse solo quando un solo uomo rimarrà sulla terra a Lui fedele. L'ho così tanto supplicato di concedere all'umanità ancora tempo, e gli ho chiesto di tener duro, di resistere ancora, di sopportare ancora, che mi ha risposto, un semplice, mi ha detto “va bene come vuoi, farò quanto mi ha chiesto! Ma ricordati che sarà tu che mi supplicherai perché io torni prima”. 


Ma nessuno dorma, perchè nessuno sa quando la fine verrà.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Questo non significa che la guerra che deve venire non verrà, non significa che gli eventi climatici, e molte altre cose non verranno, non centra nulla, quello che deve accadere accadrà, nei tempi che Dio sa, solo che il Signore attendere che si arrivi all'ultimo essere umano che creda in Lui per tornare, in questo possiamo pensare che avremo un po più di tempo per convertire il mondo, io non so, quando avverrà la fine non lo sa nessuno, proprio nessuno.



Il segreto delle vita eterna.

Il segreto delle vita eterna. Tutti noi andiamo in cerca di ottenere la vita eterna, ma quanti l'ottengono? Il cristiano c...